«Genitori, basta sosta selvaggia!»
Ma mamme e papà se ne fregano

Una situazione pericolosa, sopratutto in via Padergnone, per il via vai di macchine con a bordo genitori che si recano davanti a scuola per portare e riprendere i figli. Il monito arriva direttamente dal sindaco, Luigi Locatelli, che in accordo con il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Zanica, ha reso pubblica una circolare diretta ai genitori degli alunni. Nel testo, il primo cittadino esprime una preoccupazione: la sicurezza dei bambini al momento di entrata e uscita dalla scuola. Locatelli denuncia attraverso il documento i parcheggi selvaggi che si possono riscontare ogni giorno, negli orari di entrata e uscita. «Queste situazioni – si legge nella circolare – obbligano gli studenti a pericolosi slalom, con il rischio di essere travolti dalle auto in manovra».

Locatelli e Alfonso Cicchirillo, il dirigente, hanno quindi comunicato alle famiglie che la soluzione migliore sia diventata quella di sanzionare i parcheggiatori in divieto, prevedendo anche la rimozione forzata delle automobili in questione. Una soluzione che i due non hanno tardato a definire una sconfitta dal punto di vista educativo. Interpellato martedì per capire come fosse evoluta la questione, il primo cittadino è stato eloquente: «Il problema riguarda prettamente la scuola primaria. Insisto nel dire che la soluzione sta nella nostra testa: oggi, che è un giorno normale, ho riscontrato una situazione delirante. I genitori più attenti sono stati, con me e con la dirigenza, prede di un grande sconforto. Sconforto che riguarda il menefreghismo generale rispetto a quanto scritto nella lettera».

La situazione, infatti, non sembra…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 43 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 11 ottobre. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.