Cinquecento anime e un negozio
Ma a Lonno ora chiude pure quello

Mirco getta la spugna. Dopo cinque d’anni di attività, il Minimarket Ferraris di Lonno cesserà di esistere a fine anno. Una decisione sofferta, ma inevitabile. Del resto, non è facile sopravvivere in una comunità di circa 500 persone che si trova a 5 km dal capoluogo. «Il bando l’aveva vinto mia cognata 7 o 8 anni fa, poi sono subentrato io – racconta Mirco Ferraris, gestore del Minimarket –. Tra tutti quelli che hanno avuto in gestione i locali, forse sono quello più longevo, ma ora è finita anche per me. Uno le prova tutte, ma se dopo un po’ capisce che non ne vale la pena, è come continuare a sbattere la testa contro il muro. Il tempo impiegato qui non è ripagato». «Si tratta di un negozio che si trova all’interno di una struttura di proprietà comunale – spiega il sindaco, Claudio Cancelli – ma gestito da un privato. Siamo consapevoli della fragilità di questo unico negozio di prossimità nella frazione di Lonno: alla vincita del bando indetto dal Comune, abbiamo ribadito il sostegno da parte dell’amministrazione comunale. Il nostro è un sostegno anche economico: per questi locali abbiamo sempre garantito l’affitto gratuito».

«Il punto è che oggi è difficile sopravvivere con un’attività di questo genere – continua il sindaco –. È complesso mantenere una famiglia attraverso un negozietto che campa con beni di prima necessità in una frazione di 500 persone. Certo, è utile avere a portata di mano latte, pane, uova, zucchero e farina, ma se gli acquisti vengono fatti in maniera sporadica diventa davvero complicato da sostenere». A ogni modo, il Comune emetterà un nuovo bando e continuerà a garantire la libera fruibilità dei locali. «È nostra intenzione continuare su questa strada – conferma il vicesindaco e assessore al Commercio, Massimo Pulcini –, quindi il bando ci sarà. Vorremmo però dare la precedenza a qualcuno della frazione che sia interessato a proseguire l’attività: questo favorirebbe la sopravvivenza del negozio. La collaborazione tra la comunità di Lonno e il negozio ci sembra l’elemento imprescindibile per garantire la sua esistenza. Non dimentichiamo infatti che si tratta di un negozio di prossimità, che oltre alla vendita di prodotti di…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 60 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 20 dicembre. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.