Quel portale rosso al Bosco Urbano
che divide la gente di Torre Boldone

È stato inaugurato alle 10.30 di sabato 11 maggio, nel Bosco Urbano di Torre Boldone, il Portale Sitip, la nuova creazione dell’artista boldonese Francesco Lussana. La struttura è posizionata all’imbocco della Val Seriana, nella nuova area verde da seimila metri quadrati recentemente ripiantumata, collocata tra l’asse interurbano e il sedime della tramvia delle Valli. Il Portale misura 8 metri di altezza per una larghezza di 12, e come le altre opere di Lussana è completamente verniciato di rosso Ral100, colore utilizzato nelle aziende per la sua alta visibilità.

In questi ultimi giorni non sono mancati commenti discordanti sulle pagine dei social network, dove i cittadini, chi con battute ironiche chi invece improvvisandosi critico d’arte, hanno espresso le proprie idee sull’ultima creazione di Lussana. «Probabilmente la città del verde si sta evolvendo all’età dei metalli», si legge tra i commenti. O ancora: «Ma quanto verrà a costare ogni anno di antiruggine?», si legge in un secondo post. Qualcuno risponde che si poteva tranquillamente farne a meno, altri chiedevano di togliere il telo che nei giorni precedenti all’inaugurazione copriva la struttura, inneggiandola a una sorta di “cartellone pubblicitario”. Naturalmente non sono mancati nemmeno i commenti positivi, che vedono il Portale Sitip come «un simbolo che completa il lavoro svolto in un tratto di territorio recuperato, bonificato e piantumato a nuovo». Ad altri ancora piace l’idea di «una struttura moderna affiancata alla natura». Mentre il…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 47 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 16 maggio. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.