La nuova piazza… sfascia le auto!
Tanti (troppi) incidenti a Stezzano

Piazza della Libertà ora brilla di nuova luce. Ma a poco più di un mese di distanza dalla fine dei lavori, i cittadini iniziano a notare le prime criticità. E questa volta non si tratta soltanto di questioni di stile, di pavimentazione o quant’altro riguardi l’estetica. A creare qualche disagio sono gli elementi di arredo urbano come paracarri, pali e panchine. Già, perché sembra proprio che si stia allungando la lista di automobilisti che, uscendo dai parcheggi, in particolare quello a pochi passi da Villa Moroni, si scontrano inavvertitamente contro i dissuasori del traffico. A testimoniarlo sono alcuni commercianti della zona che ogni giorno vedono guidatori innervositi che, affranti, osservano le proprie vetture ammaccate.

 

 

«Lavorando in piazza ne ho viste di ogni e l’altro giorno c’è stato anche un ferito, quindi muoviamoci a fare qualcosa – segnala R.V. sulla pagina Facebook “Sei di Stezzano se dici ciò che pensi” –. In Comune non ha protestato nessuno e questo è allucinante. Tanti danni sono stati fatti alle nostre auto, ora basta! Qualcuno deve fare qualcosa. E poi, questa piazza tanto sospirata, è collaudata?». Concorda G.N.​​​​​​: «Il paracarro sfascia carrozze è quello che si trova uscendo dal parcheggio davanti a Villa Moroni: è di troppo. Presto chi fa retro uscendo dalla banca verrà tamponato da chi entra, perché è costretto a occupare la carreggiata». Anche il panettiere Giovanni Ferrari si lamenta: «Questa piazza era stata progettata per una maggiore sicurezza ma sembra un vero fallimento da questo punto di vista». Il commercialista Giorgio Rivolta dalla finestra del suo ufficio ne vede di tutti i colori: «Vedo e sento almeno un paio di auto contro paletti e panchine al giorno. Ieri una Golf ha colpito ennesimo palo e il guidatore si è ferito alla testa. Sono troppi, mal posizionati e non si vedono. Mi preoccupa il fatto che quotidianamente avviene un contatto. A oggi ne avremo sentiti e visti almeno una ventina. Qualche cosa che non va ovviamente c’è, altrimenti devo pensare che a Stezzano si concentrano i peggio guidatori d’Italia».

Secondo V. Z. «la piazza era bellissima com’era prima»: «Un giorno uscivo dritta dal parcheggio della Bcc – aggiunge – e se non ci fossero stati due ragazzi a bussare nel finestrino avrei preso il…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 40 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 4 aprile. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.