Il doppio rondò in quel di Mariano
Giunta, autogol al novantesimo?

Le doppia rotatoria di Mariano ha fatto discutere perfino nel corso dell’ultimo Consiglio comunale dell’Amministrazione Alessio. Le minoranze hanno riproposto l’argomento nelle loro dichiarazioni di voto al rendiconto, illustrato dal vicesindaco e assessore al Bilancio Giuliana Locatelli. Duri gli attacchi, che hanno visibilmente infastidito il sindaco Lorella Alessio, tanto che al termine della seduta ha voluto puntualizzare quanto le affermazioni dei consiglieri non fossero veritiere, terminando quello che doveva essere un saluto ufficiale con un semplice e sbrigativo: «Grazie a tutti per la collaborazione. Buona vita».

 

 

Per Gianluca Iodice, capogruppo di Forza Italia, l’intervento viabilistico tra le vie Tiraboschi, Santuario e Pinosa è «l’emblema di questa Amministrazione, spesso animata da buone intenzioni ma incapace di trovare soluzioni adeguate ai problemi di Dalmine». Secondo Iodice infatti la rimozione del semaforo, pensata per rendere il traffico più fluido, per incentivare le auto a rallentare e per dirottarle così su viale Lombardia spostandole dal centro abitato, ha ottenuto esattamente l’effetto contrario a quello sperato. «Ora le auto vanno più veloci, le code sono diminuite, quindi il problema si è inasprito invece di essere risolto». Valerio Cortese di Patto Generazionale ha parlato di effetto boomerang: «Spesso le operazioni, che io definisco di facciata, portate avanti dalle Amministrazione comunali nell’ultimo anno del loro mandato, si trasformano in boomerang. Cinque anni fa lo è stato per il centrodestra con la realizzazione dell’area Bricoman, emblema della caduta della Lega dalminese. L’intervento viabilistico di Mariano sembra essere quello dell’attuale giunta di centrosinistra». Cortese critica anche l’intervento di sistemazione del manto con erba sintetica al campetto di via Guzzanica a Sforzatica, «troppo costoso e ancora una volta a favore del gioco del calcio, a scapito quindi di altri sport ai quali nessuno sembra essere interessato».

L’intervento di Roberto Pinotti, capogruppo di Nostra Dalmine, è stato di più ampio respiro e ha riguardato una visione più…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 37 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 16 maggio. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.