Un amaro debutto per la Zanetti
L’Olimpia fatica ma vince ancora

Non è buona la prima in casa della Zanetti, che battezza il suo ingresso nella pallavolo femminile con una sconfitta interna contro l’Unet E-Work Busto Arsizio. Dopo aver perso ai vantaggi il primo parziale (in cui le bergamasche non hanno capitalizzato due palle set), la formazione allenata da Matteo Bertini si scioglie come neve al sole e viene travolta dall’onda bustocca che si impone 3-0. Meglio è andata all’Olimpia, che nell’anticipo del sabato ha vinto 3-2 in casa del Club Italia con top scorer del match ancora Romanò con 36 punti e uno strepitoso 63 per cento in attacco.

 

 

Tris Olimpia. Con Shavrak ko a causa di una lesione al bicipite femorale, coach Spanakis punta su uno schieramento con Garnica in cabina di regia, Romanò opposto, Erati e Cargioli al centro, Tiozzo e Sette in posto quattro e Innocenti libero. Nel primo set, il Club Italia prova a sorprendere i bergamaschi acquisendo un margine di quattro punti (11-7) conservato fino al 20-16. Romanò tenta la rimonta e con i suoi attacchi l’Olimpia arriva sino al meno uno (24-23), ma un errore al servizio dell’opposto mancino regala l’1-0 agli azzurrini. Dopo lo svantaggio iniziale, l’Olimpia riassesta a proprio favore il match dimostrando la propria supremazia delle due frazioni di gioco successive in cui lasciano i rivali a 14 e 19. Ma questo non è sufficiente per portare a casa i tre punti. La reazione del Club Italia, autore di quattro punti nei primi due incontri, arriva nelle fasi conclusive del quarto periodo con Bergamo avanti tre lunghezze: Recine cresce e trascina i suoi al sorpasso che si concretizza sul 28-26. Ma nel tie-break prevale la maggiore esperienza dell’Olimpia. Lo scatenato Romanò si fa valere e dà il primo strappo (2-6) che è anche quello decisivo: Bergamo non si fa più riprendere (11-15). Giovedì turno infrasettimanale al PalAgnelli contro la Pag Taviano.

Zanetti, debutto amaro. Per una buona mezz’ora la nuova Zanetti Bergamo convince, ma non riesce a reagire dopo aver subito il sorpasso nel finale di primo set. Bertini schiera subito Cambi in diagonale con Smarzek, Olivotto e Tapp al centro, Mingardi e Acosta in posto quattro e Sirressi libero. L’approccio al match è positivo, con Bergamo che scava un piccolo solco, chiuso da Busto – in campo con Orro in palleggio, Grobelna opposta, Bonifacio e Botezat al centro, Gennari e Herbots schiacciartici e Leonardi libero – sul 16-16. La Zanetti riesce nuovamente ad allungare, si porta sul 24-22, ma incassa uno 0-4 che vale lo 0-1 per Busto. Ci si attenderebbe una reazione, che però non arriva. La vicecampionessa del mondo Cambi, arrivata solo qualche giorno fa in città, dimostra di non possedere ancora il giusto feeling con le compagne e sul fronte offensivo un po’ tutti i terminali – chi più e chi meno – fanno fatica a mettere palla a terra. Ciò favorisce le bustocche, che non si lasciano sfuggire l’occasione di iniziare la nuova stagione con i tre punti e prima chiudono il secondo set sul 15-25 e il terzo sul 20-25 nonostante Bertini provi tutto il possibile inserendo strada facendo Carraro, Loda e Courtney.

 

Club Italia-Olimpia Bergamo 2-3
(25-23, 14-25, 19-25, 28-26, 11-15)

Club Italia: Cianciotta 8, Motzo 13, Recine 15, Mosca 8, Gamba 20, Salsi 3, Federici (L), Zonta, Dal Corso 5. Non entrati: Biasotto, Magalini, Benedicenti. Allenatore: Cresta.

Olimpia Bergamo: Garnica 2, Romanò 36, Erati 14, Cargioli 13, Tiozzo 17, Sette 9, Innocenti (L), Cioffi, Franzoni. Non entrati: Marzorati, Cogliati, Gritti, Shavrak. Allenatore: Spanakis.

Arbitri: Michele Marotta e Serena Salvati.

Durata set: 27’, 24’, 27’, 32’, 17’. Totale 127’.

Note: muri 9-10, aces 2-2, errori in battuta 10-16.

 

Zanetti Bergamo-Unet E-Work Busto Arsizio 0-3
(24-26, 15-25, 20-25)

Zanetti Bergamo: Smarzek 6, Olivotto 9, Tapp 4, Mingardi 7, Cambi 2, Acosta 7, Sirressi (L). Loda 3, Imperiali, Carraro, Courtney 2. Non entrata: Strunjak. Allenatore: Bertini.

Unet E-Work Busto Arsizio: Herbots 7, Grobelna 15, Gennari 17, Orro, Bonifacio 12, Botezat 6, Leonardi (L). Piani, Peruzzo. Non entrate: Meijners, Berti. Allenatore: Mencarelli.

Arbitri: Giuseppe De Simeis e Christian Palumbo.

Durata set: 36’, 23’, 32’. Totale 91’.

Note: 1.577 spettatori per un incasso di 14.100 euro. Muri 6-9, aces 1-2, errori in battuta 9-9.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.