Anziana derubata della sua Fiat 600
piena di ricordi: gara di solidarietà

Gara di solidarietà per una pensionata caluschese a cui è stata rubata un’auto colma di ricordi. Lo scorso giovedì infatti Angela Vimercati, 80 anni, si è recata in chiesa come tutte le mattine. All’uscita dalla messa ad accoglierla c’era però una brutta  sorpresa: la sua Fiat 600, vecchio modello, era scomparsa. Sotto shock ed impaurita, la donna si è immediatamente rivolta ai Carabinieri per denunciarne il furto. Ma né dei ladri né dell’auto non c’è stata traccia. Nei giorni successivi il nipote ha pubblicato un post sulla pagina Facebook del paese per comunicare l’accaduto ai concittadini. Nessuno si aspettava una manifestazione d’affetto così profonda, più  di trecento condivisioni e centinaia di commenti e messaggi di supporto per l’anziana.

L’affetto dei compaesani. Molti residenti nell’Isola sono infatti legati affettivamente a quell’auto, un tempo appartenuta ad un parroco di Solza. Il sacerdote, non utilizzandola, verso la fine degli anni Cinquanta, decise di metterla in palio come premio della lotteria dell’oratorio. Nessuno la vinse, ma nel 1963 Angela Vimercati e la sorella Ambrogia decisero di acquistarla. Da allora, la piccola Fiat le ha accompagnate per le strade di Calusco per varie commissioni. Molti pensionati la ricordano come una delle prime macchine del paese e nonostante il passare degli anni la vettura non è mai  stata modificata. Le sorelle hanno solamente apportato alcune migliorie obbligatorie, come l’installazione delle cinture di sicurezza. La macchina, targata 128128BG, era entrata a far parte della storia del paese e in molti si augurano che possa tornare alla legittima proprietaria. È probabile che chi l’ha rubata si sia fatto ingolosire dai pezzi di ricambio della vettura.

Grande dispiacere. La signora Angela non è stata colpita solo nella sua indipendenza -ma anche nei suoi valori affettivi. I ricordi erano legati soprattutto alla defunta sorella Ambrogia che, dopo essere stata colta da ictus, era stata accudita proprio grazie a quell’auto: Con  diligenza Angela la accompagnava infatti tra visite ed ospedali. Grande la solidarietà dei caluschesi. Diversi cittadini si sono addirittura mobilitati per cercare l’auto senza però alcun esito positivo. L’anziana, tuttavia, non si è persa d’animo: ha da pochi giorni trovato un’altra auto identica, che vorrebbe acquistare.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.