Una brutta Zanetti perde a Cuneo
e rischia di mancare il treno playoff

La scalata verso i play-off della Zanetti Bergamo si ferma a Cuneo, con la formazione allenata da Matteo Bertini che cade in quattro set in casa di una diretta concorrente. Ritorna invece al successo in campionato l’Olimpia Bergamo, che liquida in tre set la Videx Grottazzolina nell’anticipo di mercoledì.

 

 

Brutta Zanetti. Dopo l’affermazione casalinga contro la Banca Valsabbina Brescia ci si sarebbe aspettati che la Zanetti Bergamo proseguisse la propria striscia vincente anche contro Cuneo, peraltro già battuta anche all’andata. Ma dopo un primo set ben giocato dalle rossoblù – in campo con Carraro in cabina di regia, Smarzek opposta, Tapp e Olivotto al centro, Courtney e Acosta in posto quattro e Sirressi libero – e vinto senza troppi sforzi (14-25), Cuneo cresce e inizia a far male soprattutto con le attaccanti di posto quattro e al centro, con la bergamasca Marina Zambelli capace di refertare ben 13 punti. Benché Bertini provi a giocarsi tutte le carte a propria disposizione (dentro Cambi per Carraro, Mingardi per Smarzek, Loda per Acosta e Strunjak per Tapp), il secondo set viene messo in cassaforte da Cuneo (25-20) che compie ancor meno sforzi nel terzo (25-15). Il quarto parziale si gioca sul filo dell’equilibrio fino al 19-19, ossia quando Cuneo compie un giro veloce e chiude il match (25-22). A causa di questa battuta d’arresto, la Zanetti scivola al nono posto della classifica, a meno tre dalle rivali di giornata, le quali hanno anche una gara in meno in quanto hanno già osservato il turno di riposo. Pertanto ora, per non rimanere esclusi dai play-off per il secondo anno consecutivo, non si potrà più sbagliare: nelle prossime sfide, contro avversari ampiamente alla portata, sarà necessario fare bottino pieno.

 

 

Riscatto Olimpia. Nell’anticipo giocatosi mercoledì, l’Olimpia Bergamo spazza via la delusione per la finale di Coppa Italia persa contro Piacenza e per le ultime due brutte sconfitte in campionato. La formazione allenata da Alessandro Spanakis strappa un tiratissimo 3-0 contro la Videx Grottazzolina che le consente di mantenere la seconda posizione con quattro lunghezze di distacco dalla capolista Piacenza, ma soprattutto ben 13 punti di margine sulla coppia Cantù-Gioia del Colle che si trova in quinta posizione. Come testimonia il punteggio dei singoli parziali, il match è stato molto combattuto ed equilibrato, con l’Olimpia caparbia a rimanere sempre attaccata al match e maggiormente lucida nelle fasi conclusive. Ora il cammino dei bergamaschi, che finalmente hanno a disposizione dieci giorni fra un incontro e l’altro, riprenderà da Castellana Grotte, quarta forza del raggruppamento, che Romanò e compagni sfideranno domenica 24 con fischio d’inizio fissato per le ore 18.

 

Bosca San Bernardo Cuneo-Zanetti Bergamo 3-1
(14-25, 25-20, 25-15, 25-22)

Bosca San Bernardo Cuneo: Cruz 10, Menghi 9, Van Hecke 10, Salas 17, Zambelli 13, Bosio 3, Ruzzini (L), Kavalenka 3, Markovic 2, Baiocco. Allenatore: Pistola.

Zanetti Bergamo: Courtney 6, Olivotto 9, Smarzek 15, Acosta 11, Tapp 11, Carraro 1, Sirressi (L), Loda 2, Mingardi, Strunjak 2, Cambi. Non entrata: Imperiali. Allenatore: Bertini.

Arbitri: Simbari e Rolla.

Durata set: 21’, 25’, 22’, 27’. Totale 95’.

Note: muri 11-8, aces 4-2, errori in battuta 16-11.

 

Olimpia Bergamo-Videx Grottazzolina 3-0
(28-26, 27-25, 25-20)

Olimpia Bergamo: Erati 9, Innocenti (L), Cargioli 4, Tiozzo 16, Cioffi, Garnica 2, Gritti, Shavrak 14, Sette, Romanò 14. Non entrati: Marzorati, Franzoni (L), Cogliati e Cristofaletti. Allenatore: Spanakis.

Videx Grottazzolina: Cubito 11, Vecchi 10, Centelles 7, Calarco, Minnoni, Gaspari 5, Sequeira 5, Marchiani 13, Pulcini, Romiti (L). Non entrati: Poey, Di Bonavetura, Romagnoli e Vallese (L). Allenatore: Ortenzi.

Arbitri: Morgillo di Napoli e Scarfò di Reggio Calabria.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.