Centrodestra, Ribolla è in pista
Ma la Gallone convince tutti

Dopo settimane di nebbione, inizia a diradarsi la foschia che aleggia attorno al centrodestra cittadino. La prossima, infatti, sembra proprio che sarà la settimana decisiva per la scelta del candidato sindaco che il 26 maggio prossimo sfiderà Giorgio Gori per la guida di Palazzo Frizzoni.

Chi si aspettava novità dopo la Bèrghem Frècc, tradizionale festa della Lega tenutasi dal 28 al 30 dicembre ad Albino, ha dovuto ricredersi. Neppure la visita del leader Matteo Salvini ha infatti aiutato la Lega a fare chiarezza al proprio interno. Il vicepremier, dal palco, ha detto che «saranno i bergamaschi a scegliere il candidato, non io», ma il problema è proprio che i lumbard bergamaschi faticano a prendere una decisione. Dietro le quinte, inoltre, Salvini pare non abbia dato grandi aiuti, confermando la linea di questi mesi: la prima opzione è quella di un civico che accomuni tutte le posizioni del centrodestra. L’ipotesi politica è l’ultima carta da giocarsi. Resta il fatto che gli unici due esponenti del civismo finora sondati e presi in considerazione (l’avvocato Andrea Pezzotta e l’ex rettore dell’Università di Bergamo, Stefano Paleari) si sono tirati fuori dai giochi lasciando un po’ tutti, ma soprattutto la Lega, con il cerino in mano. O meglio, con pochissimi nomi sul tavolo. Due per la precisione: quelli dell’ex numero uno del Copasir, Giacomo Stucchi, e del capogruppo in Consiglio comunale, nonché deputato, Alberto Ribolla. Stucchi però, dopo essere partito a spron battuto, ha capito di non avere un appoggio unanime e sembra ora guardare con interesse a un posto alle europee. Ribolla, invece, è il nuovo che avanza: salviniano doc, è il miglior emblema della Lega 2.0 che raccoglie consenso a grappoli un po’ in tutta Italia (almeno stando ai sondaggi). Ma lui non sarebbe convintissimo di lanciarsi in questa sfida con Gori, per due motivi: dopo essersi conquistato un posto a Roma vorrebbe godersi questa esperienza e teme di essere ancora un po’ debole, in termini di…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 10 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 10 gennaio. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.