Detenuto “innamorato” evade
e va dalla ex, che lo respinge

Detenuto “innamorato” evade e va dalla ex, ma lei lo respinge. È successo a Fossano (Cuneo). 37 anni, originario di Lodi, è stato rintracciato a casa di un parente a Spino d’Adda (Cremona). Ne parla il Giornale di Treviglio.

Buona condotta. Un detenuto modello. Così era considerato M.C., in carcere dopo essere stato arrestato per truffa. Nella casa circondariale si è fatto una fama di persona corretta. È affidabile e lavoratore. Tanto da ottenere dei benefici dall’ordinamento penitenziario, e poter lavorare anche fuori dal carcere. E proprio durante una giornata di lavoro si è allontanato.

 

 

Voleva raggiungere la ex compagna. Una relazione iniziata prima del suo arresto e che era continuata anche durante la sua permanenza nella casa circondariale. Poi lei aveva deciso di troncare la storia. E lui non si dava pace. Tanto da decidere di fuggire per tentare di riconquistarla. E il 1° giugno scorso non è più rientrato in carcere.

La cattura. Immediatamente è scattata la denuncia per evasione e si sono attivate le indagini per rintracciarlo. Individuata la sua utenza telefonica gli investigatori sono riusciti a ricostruire i suoi spostamenti. Si è così scoperto che l’uomo si era recato a Luserna San Giovanni (Torino) nel tentativo di riavvicinare l’ex compagna, ma lei lo ha respinto. A questo punto ha deciso di rifugiarsi a casa di un parente a Spino d’Adda, vicino alla sua città natale, Lodi. Qui è stato catturato e trasferito nel carcere di San Vittore a Milano: rischia tra 6 e 8 mesi di carcere, che si andranno ad aggiungere al periodo ancora da scontare per la precedente condanna.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.