Due sberle che fanno maluccio
Zanetti e Olimpia entrambe ko

Weekend amaro per Zanetti Bergamo e Olimpia Bergamo. Entrambe le formazioni sono infatti uscite battute dai rispettivi impegni: le ragazze hanno ceduto al tie-break contro una più quotata Scandicci, mentre l’Olimpia, ancora orfana di Tiozzo e Cargioli, ha perso 3-1 contro Calci.

 

 

Zanetti ko al tie-break. Ci ha provato, ci ha creduto, ha lottato, ma non è bastato. La Zanetti Bergamo costringe la Savino del Bene Scandicci a un’autentica maratona (quasi due ore e mezza di gioco effettivo) prima di uscire vincitrice dal PalaAgnelli. Le bergamasche – schierate con la diagonale Mirkovic-Smarzek, le centrali Olivotto e Melandri, le bande Mitchem e Samara e Sirressi libero – spaventano la formazione di Mencarelli con un 25-16 da urlo. Dopo un primo set sottotono, le toscane – in campo con Malinov in regia, Sloetjes opposta, Stevanovic e Kakolewska al centro, Lucia Bosetti e Bricio ai lati e Merlo libero – reagiscono e danno vita a un set mozzafiato risolto solamente ai vantaggi nonostante i tentativi di Smarzek (10 punti nel singolo parziale, 33 complessivi) di prolungare ulteriormente il set (26-28). Nel terzo e nel quarto periodo, girandola di cambi su ambo i fronti: Abbondanza si gioca la carta Loda e saltuariamente anche Van Ryk, mentre Mencarelli getta nella mischia un po’ tutte (da Carraro a Lubian, da Pietrini a Milenkovic e Stysiak), ma non cambia la musica, con Zanetti e Savino del Bene chiamate a dividersi equamente la posta in palio (25-23, 23-25) e decidere tutto al tie-break che premia la maggior freschezza di Scandicci con l’11-15 finale.

 

 

Olimpia battuta a Calci. Dopo l’esordio vincente, l’Olimpia Bergamo cade in quattro set a Santa Croce contro la Peimar Calci. Con Cargioli e Tiozzo ancora fuori dai giochi per i rispettivi infortuni, Spanakis punta sulla diagonale Garnica-Wagner, Alborghetti ed Erati al centro, Della Lunga e Preti schiacciatori-ricettori e Fusco libero. Seppur Calci rimanga sempre in scia, nella prima frazione di gioco l’Olimpia riesce a condurre le operazioni, andando a chiudere con il minimo scarto (23-25). La sinfonia cambia però dal secondo periodo, quando la squadra di Gulinelli – in campo con Coscione in palleggio, Argenta opposto, Lecat e Fedrizzi in posto quattro, Barone e Mosca centrali con Tosi libero – e fa la voce grossa dominando in lungo e in largo e stampando il punto della parità (25-20). Maggiore equilibrio nel terzo parziale, con le formazioni sempre a contatto e nessuna che riesca a prevalere: sono necessari i vantaggi a risolvere la contesa, con Calci abile a imporsi 28-26. Pessimo avvio bergamasco nel quarto set, con l’Olimpia già sotto di sei lunghezze sull’8-2. Rientrare in partita diventa molto difficile, ma se non altro Garnica e compagni tengono botta limitando il passivo al 25-20, che consegna comunque i tre punti a Calci.

 

Zanetti Bergamo-Savino Del Bene Scandicci 2-3
(25-16, 26-28, 25-23, 23-25, 11-15)

Zanetti Bergamo: Smarzek 33, Olivotto 5, Van Ryk, Sirressi (L), Prandi, Samara 9, Melandri 7, Mirkovic 8, Civitico, Loda 3, Mitchem 13. Non entrata: Melandri. Allenatore: Abbondanza.

Savino Del Bene Scandicci: Carraro 3, Bricio 3, Stysiak 13, Malinov 4, Kakolewska 9, Pietrini 10, Merlo (L), Lubian 4, Sloetjes 14, Cardullo (L), Stevanovic 12, Bosetti 6, Milenkovic 1. Non entrata: Molinaro. Allenatore: Mencarelli.

Arbitri: Alessandro Cerra e Gianluca Capello.

Durata set: 23’, 31’, 32’, 33’, 17’. Totale 146’.

Note: spettatori 1.080 per un incasso di 9.184 euro. Muri 11-8, aces 9-9, battute sbagliate 12-14.

 

Peimar Calci-Olimpia Bergamo 3-1
(23-25, 25-20, 28-26, 25-20)

Peimar Calci: Coscione, Lecat 19, Barone 13, Argenta 17, Fedrizzi 16, Mosca 8, De Muro (L), Tosi (L), Nicotra, Ciulli. Non entrati: Zanettin, Razzetto, Sideri. Allenatore: Gulinelli.

Olimpia Bergamo: Garnica 1, Della Lunga 22, Alborghetti 4, Pereira Da Silva 16, Preti 18, Erati 6, Saturnino (L), Zonta 1, Fusco (L), Gritti, Battaglia. Non entrati: Cargioli e Tiozzo. Allenatore: Spanakis.

Abritri: Stefano Caretti e Antonella Verrascina.

Durata set: 32′, 32′, 42′, 32’. Totale: 138’.

Note: muri 11-3, aces 3-8, errori in battuta 14-15.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.