Che festa per la fine del Tennis ’19!

Foto San Marco – Villongo

 

Immagini che lasciano il segno, emozioni di tre settimane passate a faticare sui campi da tennis e il grande risultato della solidarietà, nel nome della beneficenza, della ricerca scientifica, dello sport e dei tanti imprenditori da sempre vicini ai progetti dell’Accademia dello Sport per la Solidarietà. Più di 500 persone tra autorità, sponsor, giocatori del Tennis 2019 e tutto lo staff dell’Accademia hanno festeggiato la fine del grande evento di questa annata insieme a tanti politici, a partire dal Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il Presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli, l’Onorevole Elena Carnevali insieme a Monsignor Giulio Della Vite.

 

 

Striscia la Notizia è stata ancora una volta protagonista, anche nell’ultima fase del Tennis 2019. Sul palco sono stati i primattori della serata Moreno Morello, Edoardo Stoppa e la bellissima Juliana Moreira: bellissima l’introduzione degli showman, durante il quale sono stati consegnati diversi premi “simpatia” ai protagonisti che hanno dato vita ai tornei di tennis di Cividino. Il momento clou è stata la cerimonia dei Golden Vip 2019, che l’Accademia dello Sport ha deciso di consegnare ad Andrea Masiello, giocatore dell’Atalanta, premiato con il “Vip d’onore – Luciana e Gianna Radici” da Luca Percassi e dalla moglie Cristina Radici, insieme a Marino Lazzarini e Roberto Selini; al professor Martino Introna per la ricerca assegnato dalla Fondazione Credito Bergamasco per la sua prestigiosa attività nel campo della medicina e della ricerca; infine a un grande amico dell’Accademia, sempre in prima fila al Tennis, Adriano Latini, del Caseificio Latini, Golden Vip per l’Imprenditoria.

 

 

«Siamo arrivati al termine di questo lungo e anche tribolato torneo di tennis che ha sofferto le bizze del tempo: in questi 18 giorni siamo passati dall’inverno all’estate – sono le parole del direttore del torneo Giovanni Licini -. Sono state tre settimane intense, ma è solo il risultato di un lavoro che dura tutto l’anno. È un evento che ormai è diventato un appuntamento importante per Bergamo e di questo ne siamo particolarmente orgogliosi. In cima ai ringraziamenti c’è quello per i nostri preziosissimi volontari, sempre pronti a dedicare ore e ore di impegno gratuito sottraendo tempo alle proprie famiglie. Abbiamo dimostrato con i fatti che con l’impegno, il coraggio e la volontà si possono ottenere enormi risultati. Un grazie infinito agli amici sponsor, tanti e sempre al nostro fianco anche negli anni più duri dell’economia del nostro Paese. Mi auguro che questo nostro enorme lavoro possa rappresentare la via maestra che altri possano prendere da esempio e ripercorrere con l’obiettivo che ci sta tanto a cuore: la solidarietà. Abbiamo superato ostacoli, barriere, imprevisti, stanchezza e anche critiche: lo abbiamo fatto per il nostro campo di girasoli, simbolo di questa edizione, che altro non è che la solidarietà. Le associazioni che abbiamo scelto di aiutare quest’anno possono stare tranquille: i vostri progetti saranno tutti realizzati. Il nostro lavoro a sostegno del vostro aiuterà tante persone che hanno bisogno di ottenere aiuti, attenzioni e cure speciali». È tempo di solidarietà, di ripagare lo sforzo dei tantissimi collaboratori dell’Accademia e di Giovanni Licini per le tre associazioni che beneficeranno dell’aiuto dell’associazione: l’Associazione S.O.S. Oncologia San Marco e San Pietro, l’Associazione Italiana Persone Down di Bergamo e l’Associazione Amici di Samuel Onlus. L’Accademia dello Sport, inoltre, è stata protagonista di un nobile gesto negli ultimi giorni, partecipando con duemila euro alla raccolta fondi organizzata da L’Eco di Bergamo in favore della famiglia di Cristina Biava di Casale di Albino, che a causa di un incendio ha visto distruggersi casa e i ricordi di una vita.

Diamo infine uno sguardo a quello che hanno detto i vari tornei. Non possiamo che partire dal più longevo, quello che da sempre conclude le serate dell’Accademia. Il 28° Trofeo Achille e Cesare Bortolotti, doppio maschile, va, al termine di una maratona di 3 set (6-3,5-7,9-3), a Mario Ielpo e Gianluigi Viscardi, che piegano in finale Antonio Viscardi e Beppe Savoldi. La finalissima della 13esima edizione del Trofeo Giacinto Facchetti, singolare maschile A, è stata un remake di quella della scorsa annata con lo stesso risultato. Nella stessa serata, Damiano Zenoni ha prima battuto Giovanni Vinanti in semifinale per 9-3, vincendo poi nell’ultimo atto contro Filippo Carrara con un 6-3, 6-1. Un torneo verde, che vede all’epilogo una finale giovanissima è la 6° edizione del Torneo Franco Morotti, singolare maschile B, che ha visto prevalere Mario Rossi contro Gianmarco Rondi con il risultato di 9-3. Nel torneo “Classificati” si conferma vincente Luca Chiesa, già a segno nell’ edizione 2018, che piega la resistenza dell’ottimo Riccardo Maspero per 6-2, 6-3. Nella Coppa ASC di doppio misto, Oscar Magoni dopo aver perso in finale nel 2018 ha conquistato il 1° posto in compagnia di Claudia Menin, battendo un’altra brillante coppia di questa edizione, quella composta da Maria Riva e Pier Gallivanoni per 7-5, 6-3. La Coppa Banca Mediolanum (Competizione a squadre) ha visto protagonista la formazione Ashe capitanata da Ciro Bresciani che grazie ad un solo game di vantaggio ha battuto quella Becker con capitano Luca Chiesa dopo il 2-2 nelle 4 gare.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.