Google alla conquista dei cieli

L’ennesimo moonshot (“colpo di Luna”, tipico del pensare in grande) per dirla nel linguaggio di Larry Page, uno dei fondatori di Google.

La sua società ha appena comprato per 500 milioni di dollari Skybox Imaging, provider americano di foto e video satellitari ad alta definizione e costruttore di satelliti “di costo contenuto” in grado di raccogliere giornalmente foto e video della Terra.

In relazione al fatto che il quartier generale dell’acquirente e la sede dell’acquisita si trovano entrambi a Mountain View (California) e a poca distanza l’uno dall’altra, un post sul blog di Skybox recita: “Skybox e Google condividono molto più che un semplice codice d’avviamento postale. Entrambe le società credono nella necessità di rendere le informazioni  (dati geospaziali particolarmente accurati) accessibili ed utilizzabili da tutti“.
La pagina in cui Skybox annuncia l’avvenimento 

Per il gigante dei motori di ricerca e della posta elettronica è la 16esima acquisizione nel giro di un anno: non servirà solo a fornire immagini più accurate per il suo sistema di mappe e ad avvicinarlo a un aggiornamento in tempo reale. La tecnologia di Skybox permetterà soprattutto lo sviluppo di Looon for All un programma di conquista dei cieli attraverso il lancio di droni e palloni aerostatici che permettano di collegarsi ad internet in ogni punto della terra.
Il sito del progetto Loon for All
Un Video sul progetto Loon

Lo scorso aprile Google aveva già annunciato l’acquisto di Titan Aerospace, produttore di droni pensati per poter rimanere in quota per anni, strappandola a Facebook. Google ha in corso diversi progetti ambiziosi: dalla costruzione di self-driving car (auto guidate direttamente dal satellite) al lancio di droni nello spazio, e sta investendo centinaia di milioni di dollari.

“Ci siamo: Stiamo già progettando l’auto che si guida da sola”
I
l video dell’auto a guida satellitare