Guida breve alle amministrative nella Bergamasca

Domenica 5 giugno, ben 39 Comuni della Bergamasca andranno alle urne per scegliere il loro nuovo sindaco. Un test importante per capire lo stato di salute dei partiti sul territorio orobico, ma soprattutto un test interessante per capire quali saranno i nuovi pesi politici. A dominare, infatti, è la frammentazione: a Ponte San Pietro, ad esempio, la Lega è divisa, mentre ad Alzano Lombardo è il centrosinistra ad essere giunto a un punto di non ritorno, tra dicembre e gennaio, con le dimissioni del sindaco (oramai ex) Annalisa Nowak.

 

treviglio dall'altoCaravaggio_Santuario

 

Il centrodestra diviso nella Bassa. Complessivamente, stando ai dati Istat raccolti nel gennaio 2015, saranno circa 185mila i residenti nella provincia bergamasca a dover andare alle urne il 5 giugno. I due Comuni più importanti in cui si voterà sono, senza dubbio, Treviglio e Caravaggio, e in entrambe le cittadine della Bassa la situazione è tutt’altro che definita. A Treviglio, ad esempio, i candidati sono ben 5: il leghista Juri Imeri, l’azzurro Gianluca Pignatelli, il rappresentante del Pd Erik Molteni, il “rosso” Giuseppe D’Acchioli e l’uomo del Movimento 5 Stelle Emanuele Calvi. Altrettanti sono i candidati a Caravaggio (che avendo superato i 15mila abitanti rischia per la prima volta i ballottaggi): l’ex Lega Augusto Baruffi, oggi supportato da Forza Italia, lo storico leader del Carroccio Ettore Pirovano, Claudio Bolandrini per il Pd, Sebastiano Baroni per la sinistra più convinte e Agostino Castelli per i pentastellati.

Tra le due città, certamente la partita più importante ed interessanti si gioca a Treviglio, dove dopo lo scandalo per la falsa laurea del sindaco uscente Beppe Pezzoni ha portato Lega e Forza Italia su strade diverse, frattura che si è poi estesa ben al di là dei confini provinciali. Non a caso questa sfida si riflette anche a Caravaggio, dove Pirovano rappresenta la Lega, mentre l’ex esponente del Carroccio Baruffi è supportato da Forza Italia. La divisione nel centrodestra si ripresenta anche ad Urgnano, dove il sindaco civico Efrem Epizoi ha il sostegno degli azzurri, mentre la Lega che presenta Maria Rosaria Zammataro. Infine, anche a Cologno al Serio Carroccio e Forza Italia si presentano divisi: la Lega ha abbandonato il sindaco uscente Roberto Sesani dopo lo scandalo piscine e ha deciso di dare il proprio appoggio all’ex sindaco Roberto Legramanti. Gli azzurri, invece, sono rimasti fedeli a Sesani. Nonostante ciò, ci sono Comuni in cui il centrodestra non abbandona la cara vecchia idea di coalizione, come a Verdellino, Alzano, Ponte San Pietro e Costa Volpino.

 

elezioni-510622.660x368

 

La prima del M5S e la sfida del centrosinistra. La Bassa sarà terreno di prova anche per il Movimento 5 Stelle, che alle amministrative orobiche si presenta in soli 4 Comuni, tutti in quell’area della Bergamasca: Treviglio, Caravaggio, Verdellino e Urgnano. Capire come si muoverà l’elettorato nei loro confronti, essendo un debutto assoluto, è complicato e dunque prevedere l’esito delle votazioni non è affatto semplice. Il centrosinistra, invece, appare più compatto (escluso il caso di Alzano Lombardo). La vera sfida per il Pd è riuscire a strappare a Lega e Forza Italia almeno uno dei loro “feudi” bergamaschi. Dopo lo scandalo di Pezzoni, a Treviglio non è follia pensare a una vittoria del centrosinistra, così come a Caravaggio e Cologno al Serio. Se il Pd dovesse imporsi in uno di questi Comuni, come sottolinea il Corriere della Sera, si rafforzerebbe anche il controllo complessivo sulla Provincia del numero uno di via Tasso Matteo Rossi.

Tutti i candidati, Comune per Comune. E negli altri Comuni? La paura era che molti arrivassero alla fatidica data del 5 giugno con un solo candidato, e dunque con il rischio commissariamento per un anno nel caso in cui non si raggiungesse il quorum del 50 percento degli aventi diritto al voto. Invece gli unici Comuni con un solo candidato, alla fine, sono Calcinate, dove in corsa c’è soltanto il sindaco uscente di centrodestra Gianfranco Gafforelli, Adrara San Rocco, Fornovo San Giovanni, Gromo, Valnegra e Vilminore di Scalve. Vi proponiamo, in rigoroso ordine alfabetico, tutti i Comuni bergamaschi in cui si andrà al voto il 5 giugno e i rispettivi candidati in corsa.

 

fascia da sindaco

 

  • Adrara San Rocco: Tiziano Piccioli Cappelli (lista indipendente).
  • Almè: Massimo Bandera (Vivere Almè); Luciano Cornago (Insieme per Almè); Patrizia Gamba (Almè al Centro); Pasquale Gillo (LegALMEnte).
  • Alzano Lombardo: Camillo Bertocchi (Camillo Bertocchi sindaco); Loretta Moretti (Loretta Moretti sindaco); Annalisa Nowak (Alzano Viva Nowak sindaco).
  • Ardesio: Simone Bergamini (Ardesio Unita); Yvan Caccia (Lega Nord – Ardesio Rinasce).
  • Bedulita: Roberto Facchinetti (Per un Comune Democratico); Leonardo Turi (Scelta Vincente per Bedulita).
  • Bottanuco: Silvana Franchin (Un Comune, una comunità Cerro e Bottanuco); Sergio Mariani (Insieme per Bottanuco e Cerro); Rossano Pirola (Comune aperto).
  • Calcinate: Gianfranco Gafforelli (Tradizione-Innovazione per Calcinate).
  • Calvenzano: Matteo Giuseppe Colombo (Calvenzano è anche mia); Fabio Ferla (Amiamo Calvenzano).
  • Caravaggio: Sebastiano Baroni (Sinistra per Caravaggio); Augusto Baruffi (Prima Caravaggio, Caravaggio nel cuore); Claudio Bolandrini (Pd Caravaggio, Bolandrini sindaco per Caravaggio); Giovanni Agostino Castelli (Movimento 5 Stelle); Ettore Pirovano (Lega Nord, Noi con Pirovano sindaco).
  • Carobbio degli Angeli: Johnny Dotti (Civitas); Giuseppe Ondei (Insieme per la comunità).
  • Castione della Presolana: Fabio Ferrari (Castione Unita); Angelo Migliorati (Impegno Democratico); Mauro Pezzoli (Vivi Presolana).
  • Chiuduno: Stefano Locatelli (Lega Nord, Forza Italia, Locatelli sindaco); Oliviero Signorelli (Lista civica Chiuduno).
  • Cologno al Serio: Chiara Drago (Progetto Cologno); Massimo Gustinelli (Coalizione Libera); Pietro Legramanti (Insieme per Cologno, Dignità diritti doveri); Roberto Antonio Legramanti (Lega Nord Lega Lombarda); Aurelio Serughetti (Per Cambiare); Claudio Francesco Sesani (Dalla parte giusta).
  • Cornalba: Alessandro Franco Vistalli (Vivi il Comune); Luca Vistalli (Sulla buona strada).
  • Costa Valle Imagna: Carlo Francesco Capoferri (Costa Comune); Umberto Mazzoleni (Uniti per Costa, Tradizione futuro).
  • Costa Volpino: Mauro Bonomelli (Costa Volpino Cambia); Michele Lorandi (Vivi Costa Volpino).
  • Filago: Daniele Medici (Impegno Comune, Filago Marne); Claudio Terzi (Il nuovo per il nuovo).
  • Fornovo San Giovanni: Gian Carlo Piana (Insieme per Fornovo).
  • Gorno: Giampietro Calegari (Rinnovamento per Gorno); Valter Quistini (Progetto per Gorno).
  • Gromo: Sara Riva (Gromo, presente per il futuro).
  • Locatello: Simona Carmninati (Insieme per Locatello); Mario Locatelli (Locatello Democratico).
  • Medolago: Alessandro Megolago Albani (Medolago futura); Luisa Fontana (Nuova Medolago); Alberto Quadri (Lega Nord).
  • Oltressenda Alta: Giulio Baronchelli (Insieme per Oltressenda Alta); Dario Oberti (Oltressenda Alta Tricolore).
  • Palazzago: Emanuele Centurelli (PrimaVera Palazzago); Michele Jacobelli (Lega Nord).
  • Palosco: Sergio Cascio (Progetto Comune); Mario Mazza (Palosco Mazza); Epifanio Ottini (Palosco Adesso).
  • Ponte San Pietro: Giovanna Acquaroli (Rinnova Ponte); Valerio Achille Baraldi (Lista Baraldi sindaco); Rosalba Cattaneo (Ponte al Futuro); Michele Facheris (Tu per Ponte); Marzio Zirafa (Lista Mario Zirafa sindaco).
  • Predore: Paolo Bertazzoli (Insieme per Predore); Gabriele Ghirardelli (Semplicemente Predore).
  • Pumenengo: Mauro Barelli (Un progetto in Comune); Giuseppe Cecchi (Progresso per Pumenengo); Veronica Salvoni (Continuità per Pumenengo); Marco Schieppati (La nuova Pumenengo).
  • San Giovanni Bianco: Marco Milesi (Gruppo Civico con Marco Milesi sindaco); Luciano Valaguzza (Crea Futuro).
  • San Paolo d’Argon: Stefano Cortinovis (L’Alveare); Graziano Frassini (Solo per San Paolo Lega Nord, Vivi San Paolo).
  • San Pellegrino Terme: Vittorio Milesi (Insieme per San Pellegrino); Alessandro Molteni (Lista Sorgente).
  • Solza: Simona Chiappa (Legati a Solza); Stefano Magni (Insieme per Solza); Jessica Martino (Progetto Solza Jessica Martino sindaco); Maria Carla Rocca (Unione per Solza Carla Rocca sindaco).
  • Strozza: Mauro Capelli (Il paese che vogliamo: Mauro Capelli sindaco); Riccardo Cornali (Strozza 2.0 Trasparenza e informazione).
  • Torre Pallavicina: Cesare Duranti (Indipendenza Lombarda); Antonio Marchetti (Obiettivo Comune); Roberta Paloschi (Torre Pallavicina bene comune).
  • Treviglio: Emanuele Calvi (Movimento 5 Stelle); Giuseppe D’Acchioli (Treviglio è nostra); Juri Imeri (Con Mangano per Treviglio; Fratelli d’Italia An; Io Treviglio; Lega Nord); Erik Molteni (Treviglio al Centro-Idv; Lista Arancio; Molteni sindaco; Pd); Gianluca Pignatelli (Prima Treviglio; Pignatelli sindaco; Nuova Prospettiva-Forza Italia).
  • Urgnano: Efrem Epizoi (Guardare Oltre); Luigi Pace (Movimento 5 Stelle); Antonella Ubbiali (Progresso in Comune con Urgnano e Basella); Maria Rosaria Zammataro (Lega Nord, Fratelli d’Italia, Forza Civica per Urgnano e Basella).
  • Valnegra: Virna Fachersi (Progetto Valnegra).
  • Verdellino: Lara Lanzeni (Movimento 5 Stelle); Luisella Mastio (Continuità e progresso Verdellino-Zingonia); Silvano Zanoli (Insieme per cambiare Verdellino-Zingonia).
  • Vilminore di Scalve: Pietro Orrù (Comune idea per Vilminore).

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.