Italtrans, Gp di Germania non al top
Bestia e il Loca chiudono 14° e 15°

Recupera come può, Enea Bastianini. E lo fa nel suo stile, nell’unico modo che conosce davvero: pazzesco. Partiva in fondo o quasi, il Bestia, e ha recuperato posizioni su posizioni piazzandosi alla fine al 14° posto. È una sorta di successo, in fondo, per una giornata che sembrava non dover decollare mai mai mai. Così l’Italtrans Racing Team salva quel che può nel Gp di Germania, e lo fa al meglio. Al Sachsenring la scuderia bergamasca si distingue ancora per caparbietà e voglia di fare. Da segnalare anche la prestazione di Andrea Locatelli. Il Loca, 14° in griglia di partenza, alla fine ha chiuso al 15° posto. Forse non passerà alla storia per i risultati, ma certo questo gran premio tedesco è pur sempre la dimostrazione che la volontà da parte del team bergamasco di fare bene c’è, e i piloti funzionano.

È stata comunque una bella gara. Al via lo scatto è di Luca Marini, che poi deve cedere lo scettro a Schrotter e Lecuona, che si alternano al comando fino all’arrivo di Alex Marquez. I due spagnoli lottano in testa, se le danno di santa ragione, mentre Vierge vola nella ghiaia dopo un tocco con Luthi che gli costerà la penalizzazione. A quel punto Binder risale. Nel finale, Marquez allunga deciso e la battaglia è alle sue spalle per i restanti posti del podio: se l’aggiudica Binder, 2°, a precedere Schrotter, mentre Lecuona finisce giù all’ultima curva dove lascia un 4° posto che pareva al sicuro. Diggia sorride e ringrazia. Una gara complicata, su una pista che non è mai facile. Da rivedere invece il lavoro di Luca Marini: il pilota della VR46 è ha chiuso la sua gara al decimo posto, troppo poco per uno come lui.

Non poteva esserlo nemmeno per i ragazzi dell’Italtrans Racing Team, e tuttavia hanno tenuto. Naturalmente uno dei capolavori di giornata è quello del Bestia. «Durante le prove e le qualifiche non eravamo stati veloci, sia durante la mattina che nel pomeriggio. Abbiamo avuto grossi problemi. Qualcosa abbiamo risolto e siamo riusciti ad andare a punti». Ma certo Bastianini ci aveva abituati ad altro. Non del tutto contento nemmeno Locatelli: «Non era una gara semplice – commenta il Loca -, abbiamo cercato di dare il massimo. Adesso pensiamo già alla prossima gara». L’Italtrans dovrà trovare un altro passo, diverso, migliore. Dovrà limare quei dettagli che stanno portando fuori giri i piloti. Soprattutto Bastianini, che continua a essere tra i primi dieci della classifica generale (è 9°, 58 punti) e che può seriamente puntare a qualcosa in più. Da migliorare l’assetto di Locatelli: il 15° posto in classifica generale al momento è da rivedere. Il prossimo appuntamento sarà importante. Il 4 agosto in Repubblica Ceca ne vedremo delle belle. Da non perdere.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.