L’Atalanta abbatte anche la Lazio
Ora è quarta a un punto dall’Inter

SECONDO TEMPO

90+4 – Impresa dell’Atalanta che ha battuto la Lazio all’Olimpico per 3-1 e ora la Champions non è più solo un sogno. La squadra di Gasperini è a un solo punto in classifica dall’Inter.

84′ – Freuler sostituito da Pessina.

82′ – Ammonito Mancini che era diffidato e salterà la prossima partita.

76′ – GOL DI DJIMSITI! Corner da destra di Gomez e imperioso stacco aereo del difensore albanese, Strakosha pietrificato e Atalanta che mette una serie ipoteca sulla partita. In realtà, la tecnologia stabilirà poi che si è trattata di un’autorete di Wallace, pressato in area da Djimsiti.

74′ – Bella azione di Zapata che entra in area dalla destra e tenta la conclusione, deviazione di Acerbi e pallone in calcio d’angolo.

71′ – Occasione per la Lazio ma Marusic era in fuori gioco. Si scatena un forte temporale sull’Olimpico.

65′ – Gasperini rinforza il centrocampo e sostiuisce Ilicic con Pasalic.

58′ – GOL DI CASTAGNE! Atalanta in vantaggio 2-1. Incredibile errore di Wallace che regala palla a Gomez ai venti metri, l’argentino lo mette a sedere e crossa a centro area un pallone rasoterra. Freuler non ci arriva ma alle sue spalle sbuca Castagne che insacca a porta vuota.

53′ – Ammonito Gomez per fallo su Wallace.

46” – Strepitoso Ilicic e grande reazione di Strakosha. Occasione per l’Atalanta in apertura di ripresa. Lo sloveno salta in velocità Bastos, entra in area e calcia con il destro: splendida la risposta del portiere della Lazio in tuffo.

L’Atalanta sostituisce Palomino con Mancini.

 

PRIMO TEMPO

Il primo tempo si conclude sull’1-1 con gol di Parolo al 3′ e pareggio di Zapata al 22′. Altra partenza falsa dell’Atalanta che subisce una rete nei primi minuti. Poi però la Dea cerca di imporre il suo gioco – mentre la Lazio si affida alle ripartenze – e a metà della prima frazione trova la zampata dell’attaccante colombiano. Occasioni da una parte e dall’altra in una gara fisica, intensa ed equilibrata. Il risultato resta in bilico. Ammoniti Bastos, Masiello e Caicedo. Ottima prova di Gomez, più discontinuo Ilicic.

35′ – Ammonito Masiello per un fallo di mano (involontario).

28′ – Ilicic tira di poco a lato dopo un meraviglioso scambio in area. Gomez fa da sponda per lo sloveno che con una magia col tacco manda a vuoto un difensore. Altra occasione d’oro per la Dea.

22′ – GOL DI ZAPATA. Pareggio dell’Atalanta. Destro di Gomez ribattuto da Wallace, la palla arriva a Freuler che spara di prima intenzione: Zapata è sulla traiettoria, controlla e trafigge Strakosha con un destro angolato.

17′ – Clamorosa occasione sbagliata da Zapata: davanti al portiere laziale controlla male e spedisce alto.

13′ – Bella parata in tuffo di Gollini su potente tiro di destro di immobile dal limite dell’area.

12′ – Lungo lancio di Wallace per Luis Alberto che scatta in posizione regolare ma sbaglia il controllo. L’Atalanta ha rischiato grosso.

11′ – Gomez entra in area di rigore dalla destra e tenta la conclusione con il destro: rasoterra che finisce a lato sul primo palo,

10′ – Destro dalla distanza di Luis Alberto: traiettoria velenosa con pallone che rimbalza proprio davanti a Gollini che si salva in due tempi.

9′ – Ilicic per Freuler, la conclusione è murata dalla difesa della Lazio,

7′ – L’Atalanta prova a reagire: combinazione ai venti metri tra Gomez e Zapata, l’argentino prova il destro ma spedisce in curva.

3′ – GOL DI PAROLO. La Lazio subito in vantaggio. Parolo entra in area dalla destra, il pallone si impenna e viene controllato da Caicedo che fa da sponda: sinistro rasoterra, palla che sbatte contro il palo e si insacca alle spalle di Gollini, incerto in uscita.

 

FORMAZIONI UFFICIALI

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, Acerbi, Wallace; Romulo, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Marusic; Caicedo, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi

In panchina: Proto, Guerrieri, Alia, Luiz Felipe, Kalaj, Durmisi, Zitelli, Badelj, Cataldi, Jordao, Neto, Correa.

ATALANTA: (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Gomez; Ilicic, Zapata. Allenatore: Gasperini

In panchina: Berisha, Rossi, Ibanez, Mancini, Gosens, Reca, Colpani, Del Prato, Pasalic, Pessina, Piccoli.

ARBITRO: Calvarese di Teramo

 

PREPARTITA

Inizia la volata. Dopo i due successi di fila contro Udinese e Napoli, l’Atalanta scende in campo all’Olimpico per sfidare la Lazio in una partita molto importante. Anche la squadra di Simone Inzaghi è reduce dalla vittoria sul campo della Samp dopo il ko casalingo con il Chievo. Per i biancocelesti e i bergamaschi è la prima delle due grandi sfide in ottica Europa: in campionato la Dea, 59 punti, cerca di consolidare il quarto posto, mentre la Lazio, staccata di quattro lunghezze, si gioca tutte le chanches per non perdere l’opportunità della Champions. Mercoledì 15, sempre all’Olimpico, le due formazioni si ritroveranno di fronte per la finale di Coppa Italia.

 

 

Tenere distinti il primo e il secondo round è la missione della vigilia di Gasperini. «Domenica – ha dichiarato il mister nerazzurro in conferenza stampa – non c’entra nulla con la Coppa Italia, anche se è la prima di due sfide in dieci giorni che conteranno molto per la stagione. Le motivazioni di domani (oggi, ndr) sono quelle del campionato: a quattro partite dalla fine, con una classifica così corta, ogni singola gara è fondamentale. La Coppa Italia, invece, rappresenta una partita secca a parte. In serie A nelle ultime 4 giornate in palio c’è di tutto, il campionato è imprevedibile e appassionante: tra la qualificazione a una coppa e all’altra alla fine potrebbe ballare un punto». E sugli avversari il Gasp avverte: «La Lazio è forte, la vittoria di Genova con la Samp le ha dato ossigeno in classifica, ma noi siamo in vantaggio». Infine un battuta sulle parole di Ranieri: «Ha voluto mettere un po’ di veleno, siamo noi l’obiettivo – ha dichiarato l’allenatore nerazzurro –. Siamo noi i veri parafulmini per le critiche che arrivano da tutte le parti, si accendono le polemiche, ma a noi non resta che giocare».

Simone Inzaghi sembra intenzionato a puntare sul 3-5-2 con la coppia Immobile-Caicedo in attacco e il trio difensivo formato da Luiz Felipe, Acerbi e Bastos. Gasperini dovrebbe confermare il 3-4-1-2 e lanciare Ilicic dal primo minuto in avanti con Duvan Zapata e con Gomez a supporto sulla trequarti. La difesa dovrebbe essere formata da Mancini, Palomino e Masiello.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.