Dopo la festa, testa al campionato
Primavera e le altre in campo

Anche nella giornata di venerdì 1 novembre, festa di Ognissanti, gli allenamenti del settore giovanile dell’Atalanta non si sono fermati. Le promesse nerazzurre hanno continuato a lavorare duramente per prepararsi alle sfide che già oggi, sabato 2, le vedranno protagoniste.

 

[Mister Brambilla con la Supercoppa vinta (atalanta.it)]

 

I primi a scendere in campo saranno i supercampioni della Primavera, impegnati proprio sabato 2 nella delicatissima trasferta di Cagliari. Al Centro Sportivo Asseminello andrà in scena una sfida dal sapore speciale tra le due squadre più in forma di tutta la categoria. La partita con i rossoblù sarà l’antipasto del big match dei “grandi”, il primo atto di un doppio confronto che nell’arco delle prossime 48 ore ci farà divertire. Sia in Serie A che nell’U19, i bergamaschi rappresentano una realtà in grado confermarsi ad alti livelli per diversi anni, mentre i sardi possono essere definiti come la rivelazione. La corazzata di Brambilla guidava la graduatoria fino all’ultimo turno a punteggio pieno, ma la vittoria casalinga degli isolani ai danni della Lazio e lo slittamento della sfida della Dea contro l’Empoli hanno regalato il primato ai ragazzi di Canzi. Un grande traguardo, a testimonianza dell’ottimo cammino intrapreso a settembre e portato avanti finora. L’imbattibilità del Cagliari è la prova della qualità di una rosa completa. Il reparto arretrato è il secondo migliore alle spalle di quello orobico, con sei gol subiti, e anche l’attacco ha trovato la via della rete con estrema facilità. Gagliano, Manca e Contini sono i tre bomber, rispettivamente con quattro e tre reti a testa, e rappresentano i pericoli maggiori per la difesa ospite. Una volta blindata la propria porta, l’Atalanta potrà pensare a dedicarsi a imbastire trame di gioco offensive. L’unico punto di domanda riguardante la truppa bergamasca è la condizione fisica e mentale con cui si presenta allo scontro diretto. Le assenze di Ruggeri e Panada, impegnati ancora nei Mondiale Under 17 in Brasile, tolgono alternative al tecnico di Vimercate. L’ampiezza della rosa permette comunque all’allenatore di lasciare a riposo qualche titolare per dare spazio a chi ha giocato di meno. In vista del prossimo impegno di Youth League contro il Manchester City, questa scelta sembra quasi obbligata. I numerosi impegni già affrontati potrebbero togliere freschezza e lucidità. Brambilla lo sa.

 

[Mister Bosi, tecnico dell’U17 nerazzurra (atalanta.it)]

 

Domani, domenica 3, sarà il turno dell’Under 17, l’altra macchina da guerra creata da Bosi per dominare tutte le partite. L’unico comandamento conosciuto dal gruppo classe 2003 è vincere. Portando a casa i tre punti nelle prime sei giornate, la Dea si è conquistata sul campo la vetta del girone B, acquisendo anche un buon vantaggio sulle inseguitrici. Il distacco dal Verona secondo in classifica è di tre lunghezze, con una partita disputata in meno. In questi due mesi di gare, i bergamaschi hanno avuto il dominio assoluto in tutte le sfide, segnando addirittura 26 volte, a eccezione del big match contro l’Inter vinto 3-2 all’ultimo respiro. I due gol presi a Interello sono stati gli unici incassati dalla formazione orobica. Nonostante questi dati impressionanti, la trasferta di Udine non andrà sottovalutata perché, come ci ha raccontato il mister in una recente intervista, se i suoi abbassano il ritmo diventano una squadra normalissima.

L’ultima compagine, in ordine di età, impegnata nei campionati nazionali sarà quella formata dalle giovani promesse nate nel 2005. Domani l’Under 15 chiuderà il cerchio delle sfide con il Cagliari al Centro Bortolotti di Zingonia. Qui la situazione è diversa rispetto alla Primavera e alla prima squadra, infatti i sardi stanno ben figurando e si sono ritrovati in lotta per le posizioni di vertice nel girone B a differenza dei bergamaschi, che sono alla ricerca dei meccanismi giusti per iniziare a correre. A distanza di qualche giorno da Halloween, l’obiettivo degli orobici sarà fare uno scherzetto ai rossoblù, ribaltando un pronostico che sulla carta li vede sfavoriti. Protagoniste nel fine settimana anche i classe 2006 e l’Under 13, impegnati rispettivamente nei match casalinghi contro la Cremonese e il Milan. Le ragazze dell’U17 A sfideranno in trasferta la Riozzese mentre la formazione B il Sedriano tra le mura amiche. L’Under 15 femminile invece sarà protagonista a Zingonia nel derby contro il Brescia.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.