La Zanetti dimentica pure l’orgoglio
Filotto Olimpia: cinque su cinque

Non arriva la tanto attesa reazione della Zanetti Bergamo. Dopo le sconfitte subite per mano dell’Unet E-Work Busto Arsizio la scorsa domenica e della Pomì Casalmaggiore nel turno infrasettimanale, la formazione allenata da Matteo Bertini incassa un’altra pesante batosta in casa dell’Igor Gorgonzola Novara. Sorride invece l’Olimpia Bergamo, che espugna il campo dell’Elios Messaggerie Catania e prosegue la marcia solitaria in vetta alla classifica del girone Blu di A2.

 

 

Batosta Zanetti. Dopo il 3-0 all’esordio contro Busto Arsizio, in cui le bergamasche resistettero un set prima di sciogliersi come neve al sole, cui ha fatto seguito il 3-0 al PalaRadi in casa Pomì, pareva normale attendersi una reazione d’orgoglio in casa Zanetti. Per vincere a Novara sarebbe servita un’impresa d’altri tempi, pertanto ci saremmo accontentati di vedere in campo una squadra con il coltello fra i denti, pronta a lottare con quell’orgoglio che spesso è stato protagonista nelle ultime stagioni. Invece accade l’esatto opposto. La Zanetti – in campo con Carraro in palleggio, Smarzek opposta, Olivotto e Tapp al centro, Mingardi e Courtney in posto quattro e Sirressi libero – scende in campo disordinata e fallosa e lascia immediatamente terreno a Novara, che ringrazia. Si parte con un 5-1 che strada facendo si amplifica (16-6) nonostante Bertini tenti il cambio di diagonale con Cambi e Acosta per Carraro e Smarzek. Il 13 per cento in attacco nel primo set è il segnale che qualcosa nella scacchiera Zanetti non va, ma inevitabilmente il parziale si chiude sul 25-12. Bertini inserisce Cambi per Carraro, ma la musica non cambia: Novara attacca con il 51 per cento mentre Bergamo si ferma al 24 e la frazione fila via liscia fino al 25-15. Nel terzo set Bertini stravolge lo schieramento con la diagonale Cambi-Mingardi, Olivotto e Strunjak al centro, Loda e Acosta in posto quattro e Sirressi libero, ma le piemontesi premono sull’acceleratore e chiudono il match in poco più di un’ora.

 

 

Sorride l’Olimpia. Prosegue invece la striscia vincente dell’Olimpia, che centra la quinta vittoria in altrettanti incontri andando a vincere anche sul difficile campo dell’Elio Messaggerie Bacco Catania. La formazione allenata da Alessandro Spanakis soffre solamente nel primo set, mentre poi rimonta spinta da una solida e incisiva prestazione in attacco (53 per cento di squadra con punte del 66 per cento per Romanò, 62 per cento per Erati e 61 per cento per Shavrak). L’avvio è di marca catanese, con l’ex Gradi a premere sull’acceleratore e a portare i siculi sul 12-4 rendendo la rimonta bergamasca pressoché impossibile (25-19). Il copione cambia dalla seconda frazione di gioco in poi in cui l’Olimpia, spinta dal solito Romanò (22 punti), inanella punti in rapida successione e va sul 7-11. Catania si avvicina arrivano al meno uno (14-15) prima del nuovo allungo oroblù che porta al 18-24, punteggio sul quale arriva una sospensione di circa venti minuti a causa di un black-out nell’impianto. Alla ripresa è sempre Romanò a rimettere in equilibrio il match (21-25). Da questo momento in poi l’Olimpia – in campo con Garnica in palleggio, Romanò opposto, Erati e Cargioli al centro, Tiozzo e Shavrak in posto quattro e Innocenti libero – inizia martellare sempre più costantemente, mentre Catania concede qualcosa di troppo. Nasce un 6-12 per i bergamaschi, che si rivelano abili a gestire il margine sino al 23-25 finale. Senza storia la quarta frazione: l’Olimpia va avanti 8-3 e incrementa progressivamente il gap fino al 25-14 che consente di incamerare altri tre preziosissimi punti.

 

Igor Gorgonzola Novara-Zanetti Bergamo 3-0
(25-12, 25-15, 25-15)

Igor Gorgonzola Novara: Carlini 5, Plak 14, Nizetich ne, Chirichella 6, Sansonna (L), Piccinini 8, Veljkovic 10, Egonu 16. Non entrate: Stufi, Camera, Nizetich, Bici, Bartsch, Zannoni. Allenatore: Barbolini.

Zanetti Bergamo: Smarzek 3, Olivotto 3, Sirressi (L), Courtney 1, Tapp 1, Carraro, Mingardi 9, Cambi 1, Loda 1, Acosta 5, Strunjak 1. Non entrata: Imperiali. Allenatore: Bertini.

Arbitri: Ubaldo Luciani e Davide Prati.

Durata set: 21’, 23’, 21’. Totale 65’.

Note: muri 10-4, aces 6-2, errori in battuta 10-6.

 

Elios Messaggerie Bacco Catania-Olimpia Bergamo 1-3
(25-19, 21-25, 23-25, 14-25)

Elios Messaggerie Bacco Catania: Porcello 7, Corrado 10, Gradi 16, Finoli 4, Bonacic 15, Mazza 8, Pricoco (L), Reina, Petrone, Chillemi, De Costa. Non entrato: Nicosia.

Olimpia Bergamo: Erati 8, Cargioli 10, Tiozzo 12, Garnica 5, Shavrak 13, Sette 1, Romanò 22, Innocenti (L), Cioffi, Franzoni. Non entrato: Cogliati.

Arbitri: De Sensi e Gaetano di Lamezia Terme.

Durata set: 27’, 53’, 29’, 23’. Totale 132’.

Note: muri 10-13, aces 9-7, errori in battuta 16-15.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.