Levate, omicidio al parco Europa!
Tranquilli, è il Cluedo vivente

Un Cluedo vivente al parco Europa di Levate: questo è il progetto che Pietro Morrone e sua moglie, Sheila Rottoli, hanno in mente per il prossimo 24 giugno. Questo perché, da poco, i gestori della nota attività ristoratrice levatese hanno vinto la gara d’appalto per la gestione del chiosco che si trova nel parco comunale. Per cercare di capire cosa si farà quel giorno e per conoscere più da vicino i nuovi gestori, abbiamo incontrato i coniugi.

La giornata del 24 giugno. La nostra chiacchierata è partita proprio dal concorso e dalle motivazioni che hanno spinto i due a parteciparvi: «Il nostro problema è dato dal fatto che attualmente non abbiamo un posto nel quale allestire la parte estiva del nostro servizio. In questo modo, invece, avremo l’opportunità di offrire un servizio e delle attività all’aperto ai nostri clienti. Già da due anni chiedo di poter gestire il chiosco tramite un bando. Finalmente è arrivato e abbiamo vinto noi». Pietro e Sheila hanno spiegato come sarà strutturata la giornata del 24 giugno: «Quel giorno ci sarà un pic nic al parco al mattino. Al pomeriggio, invece, si svolgerà il celeberrimo gioco, insieme a delle letture per bambini in inglese. Le partite di Cluedo si terranno nell’arena; verrà riprodotto il tabellone dove vengono disegnate le stanze, con le varie caselle. Si gioca in due o tre squadre e lo svolgimento sarà poi identico a quello del gioco da tavolo».

 

 

La partecipazione sembra essere buona, anche se può ancora crescere: «Al momento si sono iscritte una ventina di squadre. Tuttavia le iscrizioni sono ancora aperte e chi volesse partecipare è ancora in tempo per iscriversi. Non abbiamo ancora pensato a dei premi, dovremo poi vedere con l’animatore che sarà presente come gestire la questione». L’idea è venuta in maniera del tutto inusuale: «All’interno della nostra osteria abbiamo sempre organizzato compleanni. Durante la festa di nostra figlia abbiamo organizzato la prima edizione del Cluedo vivente, proprio tra i bambini invitati. A loro era molto piaciuto, così abbiamo deciso di riproporlo. Con l’ausilio dell’animatore di cui si parlava».

La vittoria del bando. A questo punto sorge spontanea una domanda: cosa ha permesso a Pietro e Sheila di vincere il bando? «Il nostro vantaggio è stato puntare su attività rivolte a bambini e adolescenti, come richiesto dall’amministrazione. Abbiamo quindi deciso di collaborare con il Cre dell’oratorio: tutti i martedì i bambini faranno merenda al parco. In tutti gli altri giorni, invece, per i ragazzi ci saranno dei laboratori di cucina e dedicati alla creazione di fiori artificiali. Che saranno poi usati per addobbare il paese in occasione dell’arrivo del nuovo parroco; saranno poi venduti e il ricavato sarà devoluto in beneficenza all’oratorio».

 

Da settimana prossima il parco di Corso Europa ospita tantissime attività per l’estate, per grandi e bambini!

Tutte le attività sono gratuite!

Pubblicato da Comune di Levate su venerdì 8 giugno 2018

 

Gli eventi e le altre associazioni. L’attività organizzativa dei coniugi non si limiterà certo al solo 24 giugno: «Durante l’estate ci saranno sicuramente altri eventi. Tuttavia, a oggi, non possiamo dare delle date certe: il calendario delle varie manifestazioni che saranno organizzate al parco da altre realtà non è ancora pronto. Dovendo incastrarci tra di noi, a oggi non ci sono certezze in mano. Parlando di associazioni, ringrazio sin da ora chi collaborerà con noi per gli eventi più impegnativi». Tra questi spiccano gli Alpini di Levate. Come spiegato da Pietro e Sheila, li coinvolgono per evitare di rivolgersi a realtà estranee al paese e incentivare invece chi a Levate lascia e può lasciare tanto.

Il parco rinasce. In chiusura, Pietro e Sheila ci hanno confidato le loro aspettative da questa nuova esperienza: «A oggi il parco è lasciato a se stesso. Fino a notte inoltrata si aggirano vandali che sporcano e arrecano danni alle strutture. Spero di fare quello che mi ha chiesto l’amministrazione: ravvivare il parco, svolgendo al contempo una funzione di controllo sulla cosa pubblica grazie al movimento creato dall’attività commerciale presente. Credo che questo sia l’aspetto principale: abbiamo uno dei parchi più belli in zona, che però non è mai stato sfruttato al massimo delle sue potenzialità. L’idea, quindi, è quella di dare nuovo impulso e decoro al verde di corso Europa».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.