Il nuovo locale all’ex Reggiani
è un colpo basso agli estivi

Foto in copertina di Emanuele

 

Bergamo si prepara ad accogliere l’estate. Da inizio giugno partiranno le programmazioni di tre degli spazi estivi della città, a cui si aggiungerà il quarto dal 16 giugno. Come dodici mesi fa, stiamo parlando di Parco Sant’Agostino, spalto di San Michele, Parco della Trucca e area verde esterna al Parco Goisis (che aprirà per ultima). Ad aggiudicarsi il bando sono state le stesse realtà del 2017.

Due scossoni. Questa calma apparente, però, è stata rotta da due scossoni di non poco conto. Il primo: la Trucca chiuderà alle 21 su esplicita richiesta del soggetto aggiudicatario, ovvero il 30eLodeCafè. Il secondo: L’Eco di Bergamo ha reso noto che alla ex Reggiani, nei mesi estivi, aprirà uno spazio che proporrà intrattenimento ed eventi musicali, culturali ed enogastronomici. Due notizie che vanno a cambiare (e non poco) la “conformazione” del divertimento cittadino nei mesi più caldi dell’anno e che hanno creato tensioni tra i soggetti interessati, sebbene sottotraccia.

 

La Trucca

 

Più affitto per gli estivi. Il primo elemento da sottolineare è che il Comune quest’anno ha deciso di alzare notevolmente la richiesta dei canoni di locazione delle aree in questione. Un aumento che, come conseguenza, ha visto molti soggetti potenzialmente interessati a imbarcarsi nell’avventura della gestione di un estivo tirarsi indietro. Risultato: alla fine sono rimasti in gioco solamente le realtà dell’anno scorso, che già avevano fatto un investimento strutturale da ammortizzare nel tempo e sanno come organizzarsi. Allo stesso tempo, però, questo innalzamento dei costi non permetterà a nessun gestore di migliorare la propria offerta in termini di spazi e, soprattutto, li costringerà ad alzare i prezzi. I clienti, quindi, troveranno dei locali a cielo aperto identici a quelli dello scorso anno ma con i prezzi aumentati per permetterne la sostenibilità economica.

La Trucca chiude alle nove… È in questo quadro che si inserisce un’indiscrezione filtrata dagli uffici comunali: inizialmente, il bando per la Trucca era andato deserto e soltanto un’opera di mediazione ha convinto il 30eLodeCafè a occuparsi anche quest’anno dello spazio, con la clausola però della chiusura anticipata, subito accolta dal Comune, che spera così di evitare le solite polemiche dei residenti su rumore e parcheggio selvaggio. La domanda sorge spontanea: perché questa scelta da parte del locale di via dei Caniana? In un’intervista a L’Eco, il titolare Gabriele Aresi ha spiegato: «Chiudendo presto, le persone non resteranno nel parcheggio a vociare e i residenti potranno dormire in tranquillità. Inoltre, alla Trucca il limite dei decibel imposto è di 55 decibel ed è praticamente impossibile fare concerti».

 

L’ex Reggiani, di nuovo in una foto di Emanuele

 

… Ma apre l’ex Reggiani. Una motivazione credibile ma, a quanto pare, non completa. Il 30eLodeCafè, infatti, davanti all’aumento del canone di locazione richiesto dal Comune avrebbe deciso di imbarcarsi in una nuova sfida, ovvero il progetto alla ex Reggiani. A partire da giugno, l’ex sito manifatturiero di proprietà della società Inghirami ospiterà al suo interno un locale (dovrebbe chiamarsi Fabric) che occuperà circa tremila metri quadrati dei centomila complessivi, cioè solo quelli più vicini a via Legrenzi, distanti dalle abitazioni e con una buona quantità di parcheggi (sia interni che su strada) a disposizione. Lo spazio sarà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 18 fino a tarda sera, e nei weekend ospiterà invece manifestazioni sin dalla mattina (o almeno questo è l’intento). Si tratta di un progetto pilota, che durerà l’arco di un’estate per poi valutare eventualmente una prosecuzione futura, e sul quale regna ancora il più assoluto riserbo (nei prossimi giorni si dovrebbe tenere una conferenza stampa). Si sa solo che a idearlo è stata una società composta da giovani under 30, la quale avrebbe chiesto aiuto al 30eLodeCafè per la somministrazione di cibi e bevande. E sarebbe questo il vero motivo per cui il locale avrebbe inizialmente rinunciato alla Trucca per…»

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 9 di Bergamopost cartaceo, in edicola fino a giovedì 24 maggio. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.