L’Olimpia mette in riga il Club Italia
Zanetti-Novara, vince la capolista

Prosegue la striscia positiva dell’Olimpia Bergamo, che sbriga la pratica Club Italia in poco più di un’ora e si prepara nella maniera migliore al quarto di finale di Coppa Italia che mercoledì 16 vedrà i bergamaschi opposti alla Monini Spoleto. Stop invece per la Zanetti Bergamo, che gioca quasi alla pari per tre set con l’Igor Gorgonzola Novara ma poi deve cedere il passo alla capolista.

Olimpia devastante. Nell’anticipo della terza di ritorno, la formazione allenata da Alessandro Spanakis compie una vera e propria prova di forza contro i “ragazzini” del Club Italia liquidandoli in tre set e poco più di un’ora di gioco. Nonostante la differenza di età e di esperienza, gli azzurrini stanno disputando un ottimo campionato e anche nella gara d’andata seppero far soffrire i bergamaschi trascinandoli al tie-break. Nella gara di ritorno però ciò non avviene, con Romanò e compagni a far la voce grossa in attacco nelle prime due frazioni (rispettivamente 75% e 73%) e a sfruttare i numerosi errori dei ragazzi guidati da Cresta. L’unico periodo combattuto è il terzo, nel quale l’Olimpia – schierata con la miglior formazione con Garnica in regia, Romanò opposto, Cargioli ed Erati al centro, Tiozzo e Shavrak in posto quattro e Innocenti libero – si trova di fronte un avversario che riduce la cifra di omaggi, difende con maggiore efficacia ed è anche più incisivo sul fronte offensivo: nasce una lotta punto a punto in cui però prevale la maggior lucidità degli oroblù che, dopo il doppio 25-12, chiudono i giochi con un 25-22, dimostrando di essere prontissimi all’importante match di mercoledì alle 20.30 quando al PalaAgnelli arriverà la Monini Spoleto per il quarto di finale di Coppa Italia.

 

 

Zanetti ko nel clasico. «Da capitano ci hai condotto a ogni traguardo, per sempre grati. Nobiltà e Baluardo #12». Con questo striscione esposto nella curva della Nobiltà Rossoblù prima dell’inizio del clasico – firmato sia dalla tifoseria della Zanetti, che da quella dell’Igor -, i sostenitori di ambedue le squadre hanno voluto omaggiare Francesca Piccinini, che ha festeggiato lo scorso giovedì il quarantesimo compleanno. Un avvio con il botto che è poi proseguito sul campo con le due contendenti a lottare quasi alla pari per tre set. La Zanetti – inizialmente in campo con Carraro in cabina di regia, Smarzek opposta, Tapp e Olivotto al centro, Courtney e Acosta in posto quattro e Sirressi libero – tiene testa alla capolista fino al 20-20, salvo mancare di lucidità nei momenti conclusivi che favoriscono Novara – schierata con la diagonale Carlini-Egonu, Bartsch e Piccinini in banda, Chirichella e Veljkovic al centro e Sansonna libero -, abile a chiudere 25-21. Nel secondo set il copione è lo stesso del precedente, ma sul 19-19 Olivotto firma lo strappo (22-20) che consente alle bergamasche di refertare la parità (25-23 con un’intelligente giocata di Carraro). Nel terzo, la squadra di Bertini sembrerebbe in grado di portarsi addirittura in vantaggio (15-11), ma Novara rientra, Egonu cresce e l’ace di Nizetich, con l’aiuto del nastro vale il 22-25. La Zanetti cala, mentre parallelamente l’Igor si mantiene su buoni standard, firmando la chiusura del match con il 18-25 del quarto.

 

 

Olimpia Bergamo-Club Italia 3-0
(25-12, 25-12, 25-22)

Olimpia Bergamo: Erati 10, Innocenti (L) 1, Cargioli 7, Tiozzo 9, Cristofaletti 2, Garnica 3, Shavrak 6, Sette 1, Romanò 10. Non entrati: Marzorati, Cioffi, Cogliati, Gritti e Franzoni (L). Allenatore: Spanakis.

Club Italia: Stefani 4, Cianciotta 2, Zonta 1, Motzo 8, Federici (L), Maletto, Recine 5, Dal Corso, Mosca 4, Gamba 4, Salsi 2. Non entrati: Biasotto, Magalini e Benedicenti (L). Allenatore: Cresta.

Arbitri: Piubelli di Verona e Sabia di Potenza.

Durata set: 19’, 20’, 27’. Totale 66’.

Note: muri 13-2, aces 5-3, errori in battuta 12-14.

 

Zanetti Bergamo–Igor Gorgonzola Novara 1-3
(21-25, 25-23, 22-25, 18-25)

Zanetti Bergamo: Smarzek 22, Imperiali, Olivotto 5, Sirressi (L), Courtney 10, Tapp 12, Carraro 1, Mingardi 10, Cambi, Loda, Acosta 4, Strunjak. Allenatore: Bertini.

Igor Gorgonzola Novara: Carlini 5, Camera, Nizetich 1, Chirichella 13, Sansonna (L), Piccinini 10, Bici 1, Bartsch-Hackley 14, Zannoni, Veljkovic 18, Egonu 21. Non entrate: Plak e Stufi. Allenatore: Barbolini.

Arbitri: Matteo Talento e Marco Zingaro.

Durata set: 23’, 27’, 30’, 22’. Totale 102’.

Note: spettatori 1.930 per un incasso di 18.578 euro. Muri 6-13, aces 3-6, errori in battuta 10-10.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.