Uragano Courtney, Zanetti al top
Importante vittoria a Busto per 3-1

Dopo aver chiuso malamente il 2018 con la mancata qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia, la Zanetti Bergamo si riscatta andando a espugnare il difficile campo dell’Unet E-Work Busto Arsizio superando in quattro set la formazione allenata da Marco Mencarelli e ottenendo così il primo successo stagionale contro una big del campionato.

 

 

Vittoria dalla panchina. Nell’affermazione del PalaYamamay si vede la mano di Matteo Bertini, abile a giocarsi le carte a disposizione al momento giusto. Già, perché sostanzialmente si può dire che i tre punti siano arrivati dalla panchina. Con Mingardi, Acosta e Cambi non in serata di grazia (20% in attacco per la schiacciatrice azzurra, 18% per la venezuelana), il tecnico della Zanetti Bergamo offre un’importante opportunità a Megan Courtney e Sara Loda. La giocatrice americana ricambia la fiducia del proprio coach con 17 punti, un 48% sul fronte offensivo e il solito buon contribuito in seconda linea; mentre la bergamasca, che fin qui aveva visto poco campo, chiude con il 35% ma anche con una buona qualità di ricezione. Ora però tutti questi progressi apprezzati domenica 6 gennaio dovranno essere confermati anche nel secondo banco di prova in programma mercoledì 9 (ore 20.30), quando a Bergamo arriverà la Pomì Casalmaggiore.

Solito sestetto. Matteo Bertini si affida allo schieramento visto maggiormente nelle ultime uscite – Cambi in cabina di regia, Smarzek opposta, Olivotto e Tapp al centro, Mingardi e Acosta in posto quattro e Sirressi libero -, mentre il collega bustocco deve rinunciare alle belghe Herbots e Grobelna, attualmente impegnate con la propria nazionale e parte con la diagonale Orro-Piani, Gennari e Meijners ai lati, Botezat e Bonifacio al centro e Leonardi libero. Ma, nonostante le assenze, sono le padrone di casa a fare la voce grossa andando sul +4 (15-11), attimo in cui Bertini inizia pian piano a modificare l’assetto della squadra inserendo Courtney per Mingardi. Con l’innesto dell’americana si arriva al 20-20 – momento in cui Carraro subentra ad un’opaca Cambi – e si scatena la lotta punto a punto decisa da Smarzek ai vantaggi.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#BustoZanetti 1-3: si torna alla vittoria! ✌ #ZanettiBergamo #orgoglioinfinito #teamadidas #adidasvolley #SamsungVolleyCup 📷 @rossato.valeria

Un post condiviso da Volley Bergamo (@volley_bergamo) in data:

 

Confermate Courtney e Carraro. La schiacciatrice americana e la seconda palleggiatrice vengono confermate in campo da Bertini nel secondo set. Mosse azzeccate da parte del tecnico rossoblù, con la Zanetti che va sul 5-9. Busto rientra (11-11) e sorpassa (18-17). Bertini si gioca anche la carta Loda per Acosta, con la schiacciatrice bergamasca abile a siglare il punto dello 0-2 (23-25). Nel terzo parziale, Loda rimane in campo, ma la Zanetti allenta un po’ la presa lasciando strada e campo all’Uyba per dimezzare lo svantaggio (25-18). Nel quarto set, però, si rivela devastante l’uragano Megan che manda letteralmente in tilt la squadra di Mencarelli (6-12). Sotto l’impulso di Meijners, Busto accorcia sino al 14-16, Loda distanzia (17-21), ma è nuovamente parità sul 22-22. Bertini si gioca il cambio di diagonale: la rientrante Mingardi e un errore avversario confezionano il primo successo del 2019.

 

Unet E-Work Busto Arsizio- Zanetti Bergamo 1-3
(27-29, 23-25, 25-18, 23-25)

Unet E-Work Busto Arsizio: Botezat 8, Orro 4, Meijners 19, Bonifacio 9, Piani 17, Gennari 15, Leonardi (L), Berti 2, Peruzzo. Non entrate: Malual, Bulovic, Cumino. Allenatore: Mencarelli.

Zanetti Bergamo: Acosta 4, Tapp 4, Cambi 1, Mingardi 3, Olivotto 10, Smarzek 22, Sirressi (L), Courtney 17, Carraro 1, Loda 8. Non entrate: Strunjak, Imperiali. Allenatore: Bertini.

Arbitri: Bassan di Brescia e Canessa di Bari.

Durata set: 31’, 28’ 27’, 29’. Totale 126’.

Note: spettatori 2155, incasso 7.718 euro. Muri 8-7, aces 3-4, errori in battuta 11-12.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.