Miss Italia è stato un flop in tv
ma un vero successo sui social

Rachele Risaliti, 21enne di Firenze, è la nuova Miss Italia, eletta all’1.30 della notte tra sabato 10 e domenica 11 settembre. E la cronaca finisce qui. Perché, francamente, non c’è molto altro da dire. Lo show in sé resta antiquato e fuori dal tempo, come ha scritto Domenico Naso, il sempre tagliente critico de Il Fatto Quotidiano. Che ha anche aggiunto: «Miss Italia è […] una fiera bovina che valuta la donna dal garrese, dalla dentatura, dalle curve. E ad aggravare la situazione, poi, si aggiunga anche la pretesa ancora più assurda di fingere di interessarsi anche al cervello delle ragazze in gara, con una serie di domande stupide e imbarazzanti che mortificano le concorrenti e ovviamente mai potrebbero mettere in evidenza le eventuali doti cerebrali». Insomma, se la notizia di cronaca (minore) si ferma alle prime righe, ciò che non si ferma sono invece le sempreverdi polemiche che accompagnano questo evento. Perché anche chi critica lo show, come Naso, di fatto ne parla. E bene o male, l’importante… va beh, lo sappiamo tutti.

Gli ascolti non sono andati così bene e nonostante le modifiche apportate, il format è rimasto noioso. Paradossalmente però, in questa epoca iperdigitalizzata, Miss Italia ha trovato un nuovo mondo che ha dato senso alla sua esistenza: quello dei social. In particolare su Twitter, dove oramai abbiamo capito che più uno show non piace e più viene cinguettato. E infatti #MissItalia è stato trend topic per tutta la sera/notte di sabato. Abbiamo dunque pensato di rivivere la vittoria di Rachele Risaliti («diciamocelo – scrive Naso -, le ultime vincitrici non le ricordano nemmeno i congiunti più prossimi. L’ultima miss degna di nota è stata Miriam Leone nel 2008. Dopo Miriam Leone, il nulla»), più che per parole e immagini, in tweet. Sarcastici, pungenti, sferzanti e soprattutto divertenti. Come sempre.

 

 

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.