Miss Italia, ragazza in guerra
bombardata da Twitter & Co.

Miss Italia è andata in onda la sera di domenica 20 settembre su La7 e, a quanto pare, non interessava a molti: l’evento, condotto da Simona Ventura accompagnata dai giurati/ospiti Massimo Ferrero, Vladimir Luxuria, Joe Bastianich e Claudio Amendola, ha infatti strappato un misero 5,13 percento di share, circa 857mila spettatori di media. È il risultato peggiore di sempre per il concorso di bellezza tricolore. Ma, come spesso accade in questi casi, a un insuccesso sul piccolo schermo corrisponde un gran successo sui social. In poche ore, infatti, l’hashtag #MissItalia è diventato trend topic, ovvero argomento di discussione preferito dagli internauti. Come detto, succede spesso. Sui social, infatti, tira molto di più l’ironia acida e la critica piuttosto che l’elogio.

Ma a decretare il grande successo social di questa edizione di Miss Italia è stata soprattutto lei, la reginetta eletta a fine puntata (praticamente all’1 di notte): Alice Sabatini. La ragazza, 18enne di Montalto di Castro (Viterbo), ha scatenato la feroce ironia del web per una risposta data a Claudio Amedola nell’unico momento della serata in cui è stato permesso alle aspiranti Miss di mettere insieme due parole. La domanda era semplice: in quale periodo storico vi sarebbe piaciuto vivere? E la bella Alice, 1,78 centimetri, occhi color nocciola e un taglio corto e sbarazzino, è caduta in pieno nella botola mediatica della gaffe: «Nel 1942, per vedere da vicino la Seconda Guerra Mondiale. Se ne parla sempre tanto sui libri di storia, pagine e pagine. E comunque non sarei partita militare perché sono una donna».

 

Miss Italia 2015 e la guerra. Visto che ci sono pagine e pagine che parlano della guerra avrei voluto viverla, tanto so’ donna.Sono stato nominato, votami qui —> http://webshowawards.it/webstar?ws=se-i-quadri-potessero-parlare

Posted by Stefano Guerrera on Lunedì 21 settembre 2015

 

Difficile pensare che una risposta del genere potesse passare inosservata a tutti coloro che già stavano commentando con sagace umorismo l’evento. In pochi istanti, ancor prima che sulla sua testa brillasse la coroncina di Miss, Alice Sabatini era diventata, sua malgrado, una star del web. Il giorno seguente anche i media ci hanno messo del loro, aprendo con titoli del tipo: “Ecco la miss che voleva la Seconda Guerra Mondiale”. Nella conferenza stampa post manifestazione, ancora con gli occhi lucidi per la vittoria e probabilmente non consapevole del polverone mediatico alzato dalla sua risposta, Alice ha spiegato: «La mia bisnonna c’era e mi racconta spesso di quei tempi. Avrei voluto esserci per capire che cosa si provava. Oggi sembra tutto così scontato». Un concetto ribadito anche a UrbanPost: «Non sono riuscita a espormi bene, considerando che sono stata la prima a essere intervistata. Non è stata una gaffe in realtà, mi sarebbe piaciuto essere come la mia bisnonna, che è ancora viva e mi parla sempre della Seconda Guerra Mondiale. Avrei voluto provare ciò che ha passato lei in quegli anni, nel bene e nel male. Ovviamente tutti mi hanno guardato con aria sconvolta e non sono riuscita a spiegarlo bene. Ma penso che mi avrebbero insultata anche se avessi risposto diversamente». Una spiegazione che, però, non è servita a tamponare lo tsunami di critiche e di battute del mare magnum della rete. Ne abbiamo raccolte alcune, tralasciando volutamente quelle più cattive e proponendovi invece quelle più simpatiche. Perché, in ogni caso, la bella cestista (gioca a basket in serie A2) con Michael Jordan tatuato sulla coscia, passerà alla storia come la Miss che raccontò di voler vivere in guerra.

 

 

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.