Olimpia perfetta, si va in semifinale
Cisano getta la spugna e retrocede

DecisiGara-2 si rivela decisiva sia per l’Olimpia Bergamo che per la Tipiesse Cisano. La formazione allenata da Alessandro Spanakis bissa il successo di gara-1 imponendosi 3-1 a Reggio Emilia e conquista così la semifinale, mentre quella guidata da Cristian Zanchi cade ancora al tie-break contro Lagonegro e la prossima stagione giocherà in A3.

Olimpia avanti, ora c’è Cantù. Dopo il 3-0 del PalaAgnelli, l’Olimpia Bergamo strappa la vittoria anche in casa di Reggio Emilia e ottiene il pass per le semifinali per la terza stagione consecutiva. La formazione allenata da Alessandro Spanakis, che aveva chiuso in calando la regular season, sembra aver ritrovato lo smalto migliore con l’inizio dei play-off. Anche in Emilia i bergamaschi – schierati con Garnica in regia, Romanò opposto, Shavrak e Tiozzo in banda, Erati e Cargioli al centro e Innocenti libero – fanno la voce grossa sin dai primi scambi, portandosi sullo 0-2 abbastanza repentinamente grazie a un doppio 19-25. L’orgoglio tiene in vita la Conad, che nel terzo set prova a riaprire il discorso qualificazione con un 25-20 che vale l’1-2, ma nel quarto set l’Olimpia torna a fare la padrona. Soprattutto grazie all’ottima verve dei martelli – 19 punti per Shavrak (65% in attacco), 17 per Romanò -, il sodalizio cittadino vince celermente il match con un 13-25 che chiude definitivamente i giochi. Ora i bergamaschi si troveranno di fronte la sorprendente Cantù allenata dal bergamasco Luciano Cominetti, quarta forza del girone Blu che, a sorpresa, ha eliminato Mondovì, prima classificata del Girone Bianco: salvo variazioni, gara-1 sarà al PalaAgnelli giovedì 18 alle 20.30, gara-2 a Cantù domenica 22 alle 18 e l’eventuale bella a Bergamo giovedì 25 aprile alle 18.

 

 

Cisano retrocede in A3. Alla Tipiesse Cisano non basta una prova generosa per continuare a sperare nella salvezza. Se nella pallavolo, come in altri sport, vincesse chi fa più punti, i bergamaschi sarebbero riusciti a conquistare la bella, ma purtroppo in questa disciplina contano i set. La Tipiesse mette a referto 103 punti (contro i 90 di Lagonegro), ma alla fine sono i lucani a esultare e a proseguire il percorso grazie al successo al tie-break ottenuto al PalaPozzoni. I bergamaschi – schierati con Sbrolla in palleggio, Baldazzi opposto, Milesi e Piccinini al centro, Costa e Djukic in banda e Brunetti libero – ci provano fino alla fine, tutti gli attaccanti vanno oltre il 50% in attacco, ma non basta. E non è stato sufficiente nemmeno un devastante approccio al match, con Cisano avanti in maniera netta (8-2, 16-4, 21-5) e un primo set chiuso 25-7. Lagonegro si mostra bravo quanto basta a non demoralizzarsi eccessivamente e a rimanere attaccato alla partita firmando il sorpasso grazie a un doppio 22-25. Cisano, che si gioca le ultime chance di salvezza, spreme le ultime energie e ottiene un 25-18 che manda tutti ancora una volta al tie-break. Ma, come in Basilicata, l’epilogo è amaro. Costa e compagni rimangono attaccati solo fino al cambio campo, poi Lagonegro allunga e va a vincere (9-15).

 

 

Conad Reggio Emilia-Olimpia Bergamo 1-3
(9-25, 19-25, 25-20, 13-25)

Conad Reggio Emilia: Fabroni, G. Bellei 12, Sesto 12, Torchia (L), Amorico, Bellini 15, Benaglia 9, Silva 10, Ippolito 4, Morgese (L). Non entrati: Chadtchyn, A. Bellei e Quarta. Allenatore: Mastrangelo.

Olimpia Bergamo: Erati 7, Innocenti (L), Cargioli 7, Tiozzo 12, Cioffi, Garnica 2, Shavrak 19, Sette 1, Romanò 17. Non entrati: Franzoni (L), Cogliati e Cristofaletti. Allenatore: Spanakis.

Arbitri: Brancati e Oranelli di Perugia.

Durata set: 22’, 25’, 25’, 21’. Totale 93’.

Note: muri 11-14, aces 2-4, errori in battuta 15-10.

 

Tipiesse Cisano-Lagonegro 2-3
(25-7, 22-25, 22-25, 25-18, 9-15)

Tipiesse Cisano: Djukic 17, Piccinini 11, Baldazzi 22, Costa 13, Milesi 9, Sbrolla 3, Brunetti (L). Non entrati: Burbello, Genovese, Pozzi, Gaggini, Lozzi, Ruggeri. Allenatore: Zanchi.

Lagonegro: Barreto 16, Marra11, Kadankov 22, Galabinov 8, Calonico 5, Pedron 2, Fortunato (L), Del Vecchio Maccabruni, Maiorana, Sardanelli (L). Non entrato: Turano. Allenatore: Falabella.

Arbitri: Sergio Pecoraro di Palermo e Roberto Pozzi di Alessandria.

Durata set: 19’, 27’, 25’, 23’, 13’. Totale 107’.

Note: muri 12-6, aces 1-1, errori in battuta 13-13.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.