Primavera e Berretti, bentornati
Per gli U19 big match con la Juve

Esultanza di Zortea e Colpani dopo uno dei gol al Milan della Primavera. Foto Atalanta.it

 

Siamo alla vigilia di un weekend dove solo l’Under 17 rimarrà a riposo mentre scenderanno in campo tutte le altre compagini impegnate nelle attività agonistiche. Con il rientro di tanti giocatori dalle convocazioni in nazionale, anche Primavera e Berretti torneranno in scena nei rispettivi campionati. Proprio l’U19 di Brambilla sarà la protagonista del match di cartello di questo fine settimana che chiuderà il mese di novembre. Juventus-Atalanta è il confronto assolutamente da non perdere, entusiasmante, tra due contendenti al titolo che giocano un ottimo calcio. Stasera, venerdì 23 novembre, alle 19 i nerazzurri affronteranno la Vecchia Signora nella delicata trasferta di Vinovo per continuare a correre e non farsi superare in classifica. I bergamaschi si presentano in Piemonte da imbattuti lontano dalle mura amiche, vantando anche la migliore difesa del torneo con sette reti subite, a pari merito con la Sampdoria. I bianconeri invece ne hanno incassate undici, ma la differenza dovrebbero farla gli attaccanti, in grande spolvero in questo inizio di stagione. Ventitré sono le marcature realizzate dagli orobici (una media di poco inferiore a tre sigilli a partita) contro i diciassette messi a segno dagli juventini.

 

[Carnesecchi, portiere della Primavera. Foto Atalanta.it]

 

Dando uno sguardo agli avversari guidati da Francesco Baldini, uno dei leader della Juventus è Manolo Portanova, centrocampista classe 2000 con il vizio del gol e in grado di realizzare quattro reti in otto presenze. Il ragazzo è un punto di riferimento per il tecnico bianconero, sa mettere la sua esperienza al servizio dei compagni e riesce a trascinare la squadra con giocate di qualità e personalità. Nonostante la giovane età, il talento bianconero è al terzo anno in Primavera, un record per uno dei veterani della categoria. Altro gioiellino interessante è Nicolò Fagioli, baby fantasista nato nel ’01 abile a destreggiarsi con classe negli spazi stretti, rapido e fulminante nell’uno contro uno. Il trequartista è molto apprezzato anche da Allegri, che lo ha convocato nella tournée americana della prima squadra. La sua visione di gioco matura e la capacità di dettare i tempi lo rendono un prospetto dal futuro assicurato. Senza dimenticare Elia Petrelli, bomber di razza classe 2001. È uno di quei giocatori con il gol che gli scorre nelle vene e in questa stagione è già arrivato a quota cinque sigilli giocando con i ragazzi più grandi. Dovranno essere bravi gli atalantini a contenerlo e non lasciargli troppo spazio per trovare la via della rete. Servirà la solita solidità difensiva, la giusta cattiveria agonistica in mezzo al campo e il cinismo sotto porta ai bergamaschi per tornare a Zingonia con un successo che sarebbe fondamentale, sia per il morale che per mantenere la vetta della graduatoria.

Anche la Berretti riprenderà a disputare incontri ufficiali domenica 25 alle 15. L’avversario della nona giornata sarà il Monza, che arriverà al Centro Bortolotti per provare a rallentare la corsa della Dea, prima forza del girone A con ventuno punti in sette partite, aspettando il recupero della sfida contro l’Inter. Prima inseguitrice dei nerazzurri è il Novara, fermo a quota 17. I brianzoli invece si trovano al quinto posto e sulla carta partono sfavoriti nel confronto con l’Atalanta. Domenica alle 15 scenderanno in campo a Zingonia anche l’Under 16 e l’Under 15. Entrambe le compagini duelleranno con i pari età del Padova; i classe 2003 devono ripartire con una vittoria dopo il passo falso della scorsa settimana sul terreno di gioco dell’Hellas Verona. Il match contro i padovani sulla carta è molto complesso perché i biancoscudati stanno facendo grandi cose in campionato e si trovano in terza posizione a più uno sugli orobici. Dalla prestazione di domenica si potrà capire a che punto è il processo di crescita dei ragazzi di Zanchi. Le giovani promesse classe 2004, invece, giocheranno per dare continuità al successo ottenuto a Verona. L’U15 sarà effettivamente uscita dal momento negativo? La partita contro il Padova, fanalino di coda del girone, è la chance per rilanciarsi definitivamente in classifica.

 

[Le ragazze dell’Under 17 nerazzurre. Foto Atalanta.it]

 

L’Under 14 e l’Under 13 giocheranno domani, sabato 24, rispettivamente alle 17 e alle 14.30 contro la Pro Patria in trasferta, in due incontri favorevoli sulla carta. Le ragazze dell’U17 parteciperanno domenica 25, dalle 14.30, a un torneo con Inter, Juventus e Brescia ad Azzano San Paolo. Sempre sul campo dove giocava lo scorso anno la Primavera, andranno in scena domenica alle 11.30 le giocatrici dell’U15 nell’amichevole contro il Tabiago.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.