Il punto sul basket bergamasco
BB14 e Treviglio, tutto in una sera

Bergamo Basket 2014 e Remer Blu Basket Treviglio ancora una volta sulla “stessa barca”, è davvero il caso di dirlo: le due formazioni massima espressione della pallacanestro bergamasca affronteranno questa sera e sul proprio parquet (mercoledì 8 maggio, ore 20.30 al PalaAgnelli di Bergamo e alle ore 21 al PalaFacchetti di Treviglio) la decisiva gara-5 del primo turno playoff di Serie A2 Old Wild West. Praticamente la più classica delle sfide da “Win or Go Home”. Ricordiamo peraltro che, al momento, la post-season di categoria vede ben sei serie attestate a gara-5, ennesima riprova del grande equilibrio che regna nella cadetteria della pallacanestro italiana. Sia i gialloneri cittadini (al cospetto della Pompea Mantova) che i biancoblu trevigliesi (contro la Cimorosi Roseto) hanno infatti vinto e perso sia in casa che in trasferta, annullando di fatto il fattore campo, e avranno quindi la possibilità di giocarsi il “tutto per tutto” sostenuti dall’energia del proprio pubblico. Più precisamente, i Dell’Agnello-boys hanno vinto gara-1 (94-85) e gara-3 (69-78), salvo perdere il secondo (92-93 d.t.s.) e il quarto atto della serie (87-67), quest’ultimo nettamente, soprattutto a causa del prematuro infortunio di Brandon Taylor (botta al polso), cui si sommano i già acciaccati Roderick e Fattori. La banda di coach Vertemati (sempre priva di capitan Pecchia, ai box per un infortunio al ginocchio), dal canto suo, ha sempre inseguito e quindi rintuzzato i vantaggi degli abruzzesi, perdendo gara-1 (73-75) e gara-3 (83-73), salvo poi prendere il sopravvento in gara-2 (80-67) e gara-4 (77-83). In Serie A2 femminile, l’Edelweiss Fassi Albino parte col piede giusto nello spareggio playout con il Gruppo Stanchi Athena Roma (Grimaldi 14) superando le laziali al PalaRaffaMartini di Torre Boldone col punteggio di 75-57: decisivo il break di 21-12 messo a referto dalle biancorosse nell’ultimo quarto. Tra le ragazze di coach Stibiel, in evidenza i contributi di Iannucci (27 punti e 7 rimbalzi, con un sorprendente 91% da due punti), Brcaninovic (26 e 11, con 3 assist) e Bonvecchio (7 e 6, con 3 assist).

 

 

In C Gold lombarda il primo turno playoff (da giocarsi al meglio delle tre gare) ha visto l’Evolut Romano Basket (Biasich 16, G.Villa 15, Buzzini 11) uscire sconfitta dal campo dell’ambiziosa Mazzoleni BT Pizzighettone degli ex Costa Volpino Gaadoudi, Lugic e coach Giubertoni. Dal canto suo, l’XXL BluOrobica (nell’ambito della Poule Salvezza, nona giornata) perde tra le mura amiche lo scontro salvezza con la parigrado Casa Della Gioventù Le Bocce Erba: a gioire sono infatti i comaschi col punteggio di 69-72 (Seguenti Monacelli 14, F.Nani 12). In Serie C Silver (gir. A) si è finalmente giunti alla trentesima e ultima giornata di stagione regolare, con annessi verdetti di post-season ormai definitivi. Il Bottanuco Basket chiude con una netta affermazione sul fanalino di coda Virtus Brescia (69-48; Benassi 23, Buschi 19) e conquista così la decima piazza conclusiva (con 28 punti) e la salvezza diretta in categoria. Niente playoff anche per la Bellini Virtus Gorle (nono posto, anche lei a 28 punti) che nell’ultima recita stagionale cede il passo per 64-57 (Masper 15, Montagnosi e Cannavale 14) sul campo della bresciana Lic Verolanuova. Sconfitte anche per la Persico Stampi Seriana Basket (59-81 in casa vs. Olimpia Lumezzane; B.Silva 13, Comerio 12) e per la Cral Dalmine (75-61 in trasferta vs. Nilox CSA Agrate Brianza; Iabichella 14, D.Zambelli 12), che tuttavia accederanno ai playoff di categoria in virtù dei piazzamenti acquisiti (entrambe contro formazioni milanesi): i dalminesi del duo Maffioletti-Lardo (settimi con 30 punti) incroceranno infatti la Pall. Cerro Maggiore (2°, gir. C), mentre i seriani di coach Baroggi (terzi con 40 punti) avranno il fattore campo spareggiando con Ebro Basket (6°, gir. B).

In Serie D Regionale il finale di stagione delle interpreti orobiche da “nero” è purtroppo diventato “nerissimo”, con tutte le qualificate ai playoff escluse al primo turno dopo sole due gare. Cominciamo dalla sfortunata Excelsior Pall. Bergamo che ha perso di strettissima misura entrambi i match (67-64 e 68-69) contro la mantovana Junior Basket Curtatone dei veterani Asan, Moreno e Savazzi. Medesimo epilogo ma con score più netti per la RedCat Devices La Torre Basket (78-80 dts e 79-61) al cospetto della Nuova Argentia Pall. di Gorgonzola, per l’SBT Treviglio (54-68 e 84-52) contro la Pol. Ardor Bollate e infine per il Basket 86 Caravaggio (75-38 e 67-106) impegnato con la pavese Nova Basket 2013 di Cava Manara. Nel solco dei playout, da registrare le débâcle del Gruppo Basket Cologno Al Serio (75-86 e 82-73) nella serie contro gli Junior Knights Legnano trascinati dai baby classe ‘98 Panizza e Mazzucco, e della wild card under CB Alto Sebino che ha ceduto il passo in tre match al Pontevico Basket. Gli arancioneri di coach Polesinanti strappano infatti gara-2 al PalaCBL (85-73; G.Cremaschi G 15, F.Villa 13 e M.Cremaschi 13), salvo poi arrendersi ai biancoblu bresciani nel terzo atto della serie (87-69; E.Oprandi 31, Patroni 10). Colognesi e costavolpinesi avranno ora a disposizione un ulteriore turno di playout (al meglio delle tre gare) per strappare la permanenza in categoria: i Carioli-boys spareggeranno contro i milanesi del Baskettiamo Vittuone (12°, gir. E), mentre Sawadogo e compagni affronteranno la brianzola Pol. Bellusco Basket (11°, gir. C).

 

[Foto della sfida tra XXL e Erba dal sito della società bergamasca]

In Promozione, la 035 Informatica Azzanese Basket come noto ha chiuso sul 2-0 il confronto con la brianzola GS Basket Sovico (84-64 ad Azzano San Paolo; 47-49 a Sovico) e incrocerà quindi nel secondo turno playoff la Forti e Liberi Monza 1878 (52-68 in gara-2; 76-54 in gara-3), che a sua volta ha eliminato in tre gare l’US San Pellegrino ValBrembanaBasket nonostante la vittoria dei Cesare-boys in gara-1 (63-72) in quel di Monza. Dal canto suo, la Pol. Brembate Sopra si è sbarazzata in due atti dell’US Buraghese (53-42 a Brembate di Sopra; 57-69 a Burago di Molgora) e affronterà la Sanfru Basket Monza (che ha piegato 2-0 il Lussana). Pochi grattacapi invece per la Pol. Caluschese Basket (77-52 in gara-1 e 55-64 in gara-2) contro i giovani della Fortitudo Busnago: ad attendere i biancoverdi c’è ora la Pol. Besanese (che ha battuto 2-0 il Visconti Brignano). A chiudere il quadro dei playoff è infine il Basket Valtexas Bergamo che ha avuto ragione del Campetto Sondrio soltanto in gara-3 (vinta col punteggio di 72-51) e che ora incrocerà le armi con il Ferall Cavenago Brianza, in grado di eliminare per 2-0 il Basket Pedrengo di coach Zanutto. Nel solco dei playout, invece, il Basket Almè con Villa di coach Aiolfi batte in gara-3 (69-42) la Polisportiva CPO Osnago e rimane in Promozione, al pari della Virtus Scanzorosciate (2-0 vs. Pol. Lierna); lasciano invece la categoria – insieme al Treviolo Basket – il Brembo Basket Mozzo 2013 (1-2 nella serie col Molino Tudori Astel Tellina di Teglio) e la Pall. Mafalda Spirano (0-2 nella seria con la Pol. Concorezzo).

Concludiamo con una rivista, e un doveroso “in bocca al lupo”, ai professionisti bergamaschi impegnati con le rispettive squadre nei playoff di A2, senza tralasciare le statistiche relative a quest’ultimissima e decisiva tranche di stagione (finora quattro partite). A guidarle per minutaggio raccolto l’esterno Simone Tomasini (caravaggino classe ‘93; 9.5 punti e 1.8 assist in 29.3’ di utilizzo medio) in forza alla Zeus Energy Group Rieti; il più prolifico in termini di punti è invece Patrick Baldassarre (11.8 punti, 6.3 rimbalzi e 1.5 assist in 22.8’), ala-pivot ranichese classe ’86 nonché figlio d’arte del mitico Carlo “Charlie” Baldassarre e punto di forza della Benacquista Assicurazioni Latina. A seguire, il play-maker cittadino Roberto Marulli, classe ’91, chiave di volta della panchina della 2B Control Trapani, con 2.3 punti, 1.8 rimbalzi e 1.3 assist in 12.3’.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.