Il punto sul basket bergamasco
Questa Bergamo Basket ci fa volare!

Foto in apertura di Carolina Comi 

 

Non c’entra nulla il gorgheggiare pop di Fabio Rovazzi e Danti o la voce senza tempo di un’icona musicale come Gianni Morandi, ma questa Bergamo… ci fa volare! Dopo la Virtus Roma anche un’altra formazione capitolina deve infatti lasciare il suo scalpo al PalaAgnelli: i gialloneri (Roderick 16 punti, 10 rimbalzi e 7 assist, Taylor 13 con 5 rimbalzi e 4 assist, Zugno 12) regolano la Leonis Eurobasket Roma (Zeisloft 21, Fall 14, Amici 12) di coach Fabio Corbani e dell’ex Damian Hollis – peraltro tornato al centro di rumors di mercato – col punteggio di 75-69 (22-22 al 10’, 42-39 al 20’, 58-51 al 30’), issandosi quindi al secondo posto solitario nel girone Ovest di Serie A2 Old Wild West con 12 punti in cascina. Decisivo nell’economia del match – peraltro iniziato nel segno degli ospiti (2-9 al 2’; 13-17 al 7’) – il parziale messo a referto dai cittadini sul finire di terzo quarto e griffato dai vari Benvenuti, Roderick e Zugno.

 

In Serie A2 Femminile è stato rinviato il match tra Edelweiss Fassi Albino e VelcoFin InterLocks Vicenza a causa della convocazione in nazionale dell’inglese Chantelle Presley, pivot di 190 cm in forza alle biancorosse seriane. In Serie C Gold Maschile (raggruppamento “Est”, decimo turno di andata) continua invece il “momento no” delle bergamasche: pesante il passivo (90-55) rimediato dall’Evolut Romano Basket (Chiarello 10, M.Foresti 8, Carrera 7) sul campo della fuori categoria Idrosanitaria Bonomi Virtus Lumezzane di coach Crotti, mentre rimane al palo l’XXL BluOrobica Bergamo (E.Boccafurni e Perego 11, A.Bonacina 8, Pirovano 7) anch’essa alle prese con un ostacolo pressoché insormontabile come Corona Platina Piadena dell’ex di turno Lorenzetti (cremonesi vincenti 93-54). Per i romanesi di coach Maioli si tratta del quarto stop consecutivo, per i bluarancio cittadini del decimo. In C Silver lombarda (ottava di andata), l’attenzione era tutta capitalizzata dal derby bergamasco tra Bellini Virtus Gorle (Masper 21, M.Locatelli 19, Montagnosi 18, Cannavale 11) e Bottanuco Basket (Benassi 21, Ghislandi 13, Veber, Zanchetta e Cogliati 7), coi primi vincenti in rimonta col punteggio di 80-66 (18-24 al 10’, 32-40 al 20’, 61-48 al 30’).

Sicuramente consistente il contributo di Marco Locatelli, ala-pivot classe ’85, ex della partita (ha infatti vestito i colori giallorossoblu di Bottanuco nella stagione 2015-2016), incisivo nel momento del primo strappo dei gorlesi nel secondo tempo e nel fondamentale sorpasso nel quarto quarto: «Senza Parsani e Galbiati, siamo purtroppo incappati in un inizio di gara piuttosto labile, rintuzzati peraltro dalla vena offensiva di Benassi. Del resto in attacco ci eravamo incaponiti nell’attaccare in penetrazione con scarsi esiti, considerata la loro strategia di riempire l’area. Raggiunta la pausa lunga sul meno 8 solo grazie alla bomba di Masper, il canovaccio del match è però cambiato completamente al rientro. La nostra zona press unita a una rinnovata intensità difensiva ha infatti messo alle corde i bottanuchesi; in attacco siamo poi riusciti ad allargare il campo con diversi tiri dal perimetro e a correre in contropiede dopo alcuni buoni recuperi. Operato il sorpasso, quando loro si sono rifatti sotto il nostro Masper ha chiuso la partita con due giocate da maestro; eloquente nel complesso il parziale del secondo tempo che recita un netto 48-26 a nostro favore. Questo referto rosa ci porta al terzo posto insieme ad altre cinque squadre, alle spalle delle capoliste Olimpia Lumezzane e Lions Del Chiese: i valori del campionato iniziano ad emergere». A completare il quadro del girone A le vittorie di Cral Dalmine sul Basket Ome 01 (66-64; D.Zambelli 15, Dadda 14, M.Vitali 8) e Persico Stampi Seriana Basket sulla Lady Leaf Lions Del Chiese (66-59; Silva 15, R.Colombo 12, T.Capelli, Zappa e Giacchetta 9); nel girone B Carpe Diem Calolzio – Isola Virtus Terno è stata rinviata al 19 dicembre.

 

[Marco Locatelli e coach Claudio Savoldelli
ai tempi dell’Excelsior. Foto Excelsior]

 

In Serie D lombarda (gir. A, settimana di andata) tutti gli occhi degli appassionati nostrani erano per il derby dal sapor vintage tra Basket Verdello (L.Gualandris 14, Milanesi 13, A.Corna e Ravanelli 9) ed Excelsior (Lussana 11, F.Locatelli 10, Xausa 9), risultato appannaggio dei bassaioli padroni di casa col punteggio di 64-58. Di seguito il commento del classe ’91 Marco Cornolti, coach dei verdellesi: «Per noi è stata sicuramente una partita difficile, nervosa, considerato anche che negli ultimi anni non abbiamo mai affrontato i derby nel modo giusto e con esiti troppo positivi; l’Excelsior poi è una squadra giovane ma anche ambiziosa, infarcita di giocatori con esperienze giovanili importanti o addirittura con militanza in categorie superiori. Da parte nostra, dopo un inizio di gara ispirato dal perimetro ma abbastanza “piatto” in termini di approccio, è risultato fondamentale il rientro in campo di Luca Gualandris (guardia classe ‘84), alla prima partita ufficiale dopo lo stop di ben otto mesi causa infortunio. Senza forzare negli uno contro uno, ma semplicemente smistando palloni in modo lucido e coerente, ci ha prima guidato al pareggio di metà gara (33-33 al 20’), per poi prenderci per mano nei frangenti decisivi del quarto quarto, aiutandoci a gestire il vantaggio accumulato e spezzando la resistenza degli ospiti con un canestro da campione e allo scadere da otto metri. Considerando che non abbiamo quasi mai avuto Arsuffi e lo stesso Gualandris è appena rientrato, contiamo ora di assestare la classifica, attendendo un trittico di match, almeno sulla carta, meno impegnativo: l’obbiettivo è concludere la regular season con oltre il 50 per cento di vittorie». Nella medesima categoria, alterne le fortune delle altre orobiche: vittorie per il Basket 86 Caravaggio sul campo del Basket Nibionno (69-86; Turco 19, Ciani 15, Manzoni 12) e per la RedCat Devices La Torre Basket in casa contro Vercurago (78-61; F.Casteletti 18, M.Santinelli 14, P.Previtali 12); sconfitte invece per il GB Basket Cologno al Serio sul parquet dell’Autovittani Pescate che gioca a Cesana Brianza (83-77; Perego 23, Chies 17), l’SBT Treviglio alla Palestra Gatti contro la Schena Ass. Gen. Basket Sondrio (52-54; Invernizzi 13, Erba 12) e il CB Alto Sebino, che al Pala CBL di Costa Volpino ha ceduto il passo alla Pol. ARS Rovagnate (57-69; G.Cremaschi 16, M.Cremaschi 13).

 

[Marco Cornolti, coach del Basket Verdello]

 

In Promozione (girone “Bergamo 1”) la vetta è, per così dire, tripartita tra Visconti Brignano, Basket Pedrengo e Pol. Brembate Sopra, tutte a 14 punti e con una sola sconfitta all’attivo (ricordiamo però che il Valtexas a quota 12 ha una partita da recuperare). La Bergamo Trasmissioni Pol. Com. Almennese è invece il fanalino di coda (0 punti in 8 partite) del girone “Bergamo 2”, mentre dal canto suo il Sebino Basket Villongo di coach Giorgio Giorgini (espressione cestistica dei territori di Villongo e Sarnico, col contributo dei Grumello 69ers) sta dominando il girone “Brescia 2” (con sette vittorie in altrettante gare), raggruppamento dove è inserita anche un’altra orobica, l’Aurora Pall. Trescore 1962.

Menzione conclusiva tra i professionisti per Nicola Savoldelli, playmaker classe 1997 (183 cm per 78 kg), sempre più protagonista tra le file dell’ambiziosa All Food Fiorentina Basket Firenze (Serie B Nazionale, girone A) che punta dritta al salto di categoria (e al momento con una sola sconfitta all’attivo). Per l’ex BluOrobica ed Excelsior ben 19 punti a referto (con 4 rimbalzi ed 1 assist) in 30’ di utilizzo nella vittoria biancoviola strappata col punteggio di 75-78 in casa del Montecatiniterme Basketball, nonché valevole per l’ottava giornata di andata.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.