Il sogno americano di Italtrans
Sarà dura: Loca 11°, Bestia 17°

Ah, l’America. Terra di conquista per la banda dell’Italtrans. Però la gioventù della scuderia bergamasca dovrà dare il massimo per attraversare Austin con un successo. Le qualifiche non soddisfano fino in fondo: Bastianini 17°, Locatelli 11°. Si parte lontanuccio, ma nessuno dei due vuole mollare adesso. Anzi, arrivati nel paddock i piloti si sono confrontati con i loro meccanici, stanno già lavorando per capire come migliorare le rispettive posizioni nel gp che si corre in Texas.

 

 

C’è molto da fare per Bastianini, che non ha confermato le bellissime prestazioni dei primi due gp. Ma il Gran Premio delle Americhe sarà per il rookie della Moto2 l’occasione per lottare contro le difficoltà. «Dobbiamo cercare di migliorare la posizione, sarà una gara molto complicata. Daremo il massimo», ha detto il Bestia dopo le qualifiche. Bastianini dovrà cercare di tirare il massimo, anche la gestione delle gomme sarà un punto chiave nella gara del Bestia. Quella di Austin sarà una corsa davvero difficilissima, molto affascinante, una gara che l’Italtrans vuole affrontare al meglio.

Diverso è invece l’approccio di Andrea Locatelli. Parte a ridosso della top ten, è carico, ha tanta voglia di prendersi la prima top ten della stagione. «Abbiamo cercato di fare bene, ancora qualche miglioria da fare non manca. Dobbiamo provare a rimontare alcune posizioni». Le prime gare di Locatelli di questo mondiale avevano lasciato un po’ di amaro in bocca, poteva dare di più. Ma la punta di diamante dell’Italtrans non è uno che molla facilmente. Anzi, Locatelli adesso vuole spingere e ha la possibilità di entrare in classifica coi migliori. Quella di Austin sarà davvero una grande sfida, che la scuderia bergamasca non vuole assolutamente fallire.

Le qualifiche sono state avvincenti. Alla fine la pole è andata a Marcel Schrotter. Dopo aver dominato le prove libere del venerdì, il tedesco ha fatto la voce grossa anche in qualifica. Un vero asso. Schrotter ha preceduto Alex Marquez di appena 58 millesimi. Terzo invece Sam Lowes, finalmente tornato ai livelli che ci si aspettava nei primi due gp. Si rivede anche un ex Italtrans, Mattia Pasini. Il Paso, chiamato all’ultimo minuto per sostituire Fernandez, è andato forte, ha chiuso al 7° posto. Soltanto 15° il dominatore dei primi due gp, Lorenzo Baldassarri. Ma lui ha già fatto vedere di cosa è capace. Sarà una lotta all’ultimo giro. Da non perdere.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.