U17, è il momento della rivincita
La Primavera attende la sfidante

Domenica 2 giugno scatta l’ora dell’Under 17, che tornerà protagonista dopo più di un mese dal termine della regular season. Alle 15, la corazzata di Giovanni Bosi sfiderà la Juventus in un match che promette fuoco e fiamme all’Atalanta Training Center. Le due rose si daranno battaglia colpo su colpo e proveranno in tutti i modi a strappare il pass per le semifinali.

 

[Il talento Vorlicky non ci sarà contro la Juve. Foto Atalanta.it]

 

Il doppio confronto tra due delle formazioni più forti della categoria rappresenta una rivincita per i nerazzurri. Un anno fa, infatti, Panada e compagni sono stati eliminati in semifinale proprio per mano dei bianconeri al termine di una gara durata centoventi minuti. Il 2-1 finale ha permesso alla Vecchia Signora di superare il turno e il gruppo atalantino classe 2002 ora avrà l’occasione di vendicarsi. Per farlo, non potrà contare sulle straordinarie qualità di Lukas Vorlicky, trequartista ceco già in gol lo scorso anno e infortunatosi gravemente in settimana in allenamento al ginocchio sinistro. Il ragazzo starà lontano dai campi per diversi mesi e quindi non darà una mano ai giocatori di Bosi. Una perdita importante per i bergamaschi, che però potranno affidarsi al centrocampista Sidibe, miglior marcatore nerazzurro con 13 reti e determinante in ogni zona del campo. Uno dei trascinatori orobici è stato proprio l’ivoriano, che ha aiutato i suoi compagni a concludere il campionato in seconda posizione nel girone B a quota 45 punti, alle spalle dell’Inter. Gli juventini invece hanno vinto il raggruppamento A all’ultima giornata, arrivando a 51 punti, a più uno sulla Fiorentina. Tra i profili più interessanti che stanno facendo le fortune della rosa di Francesco Pedone ci sono Mirco Lipari, bomber dotato di un fisico imponente per l’età, di un fiuto per il gol esagerato e capace di segnare 19 marcature in 22 presenze. L’attaccante, arrivato sotto la Mole in estate, è di proprietà dell’Empoli, ma i piemontesi hanno già deciso di esercitare il diritto di riscatto per tenerlo a Torino. Oltre a lui anche Franco Tongya e Nikola Sekulov meritano una menzione particolare, entrambi centrocampisti. Rapidi e veloci con la palla tra i piedi si fanno apprezzare per la tecnica sopraffina. Il primo sa essere nel posto giusto al momento giusto (sono cinque i gol siglati in 13 gare) mentre il secondo è abile nell’attaccare gli spazi lasciati liberi dagli avversari (come confermato dai sette centri in campionato). L’unico match ufficiale del weekend si prospetta sulla carta molto complicato per l’Under 17 e contemporaneamente molto emozionante.

In settimana, invece, i giocatori della Primavera, precisamente giovedì pomeriggio, hanno partecipato a un evento a Oriocenter in cui hanno incontrato i tifosi nerazzurri firmando autografi e scattando foto. Il tecnico Brambilla sta preparando la squadra alla semifinale in programma lunedì 10 giugno alle 20.45 al Tardini di Parma contro la vincente di Torino-Fiorentina. L’allenatore orobico si è espresso così sulle assenze di Carnesecchi, Colpani e Delprato: «Con tre giocatori impegnati nel Mondiale U20 perdiamo qualcosa a livello di esperienza e di qualità in vista delle fasi finali, ma ce la giochiamo senza problemi. Dobbiamo cercare di vincere per raggiungere questo traguardo che all’Atalanta manca da molti anni. L’obiettivo primario è stato raggiunto, ora manca la ciliegina sulla torta». Sul cammino nella regular season ha poi proseguito: «Negli ultimi due campionati l’Atalanta ha dimostrato di meritare di arrivare prima. Nella partita secca bisogna vedere come ci arrivi, quali sono i calciatori a disposizione e come girano gli episodi. La condizione generale di tutti è sicuramente migliore rispetto allo scorso anno e siamo fiduciosi». Il mister dell’U19 ha parlato anche della partecipazione alla prossima edizione della Youth League: «Siamo proiettati alle finali, ma l’impresa della prima squadra di arrivare in Champions League ci permette di confrontarci con una competizione importante. Sarà un valore aggiunto per noi e affronteremo una stagione ancora più stimolante».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.