Chi vincerà tra Gori e Stucchi
Le previsioni dei due candidati

La fase di studio è ormai finita. Presto la campagna elettorale entrerà nel vivo e i quattro rivali si daranno battaglia all’ultimo voto, così come i tantissimi candidati consiglieri comunali delle dieci liste in gioco, che si sfideranno per conquistare quante più preferenze possibili.

 

 

Ovviamente, i riflettori sono però puntati su due nomi: Giorgio Gori e Giacomo Stucchi, il sindaco uscente del centrosinistra e lo sfidante del centrodestra, leghista e pronto a prendersi Palazzo Frizzoni sull’onda lunga delle conquiste salviniane. Non lo dice apertamente, ma lo lascia intendere: Stucchi punta alla vittoria già al primo turno. Gori è un avversario tosto, ma il vento è a favore del Carroccio e a dirlo sono i numeri legati alle Europee, che si terranno lo stesso giorno delle Amministrative (26 maggio). Stando al sondaggio che Salvini ha fatto fare in diverse aree territoriali, in Bergamasca la Lega si attesterebbe intorno al 35 per cento, e il centrodestra sarebbe complessivamente vicino al cinquanta. Numeri che Stucchi è convinto di poter sostenere, se non addirittura migliorare, anche in città.

In casa Pd, invece, non sono della stessa idea. C’è la consapevolezza di partire in leggero svantaggio, ma c’è anche la convinzione che le distanze siano ben più ridotte di quello che pensano sulla riva opposta della Morla. Se da una parte l’obiettivo è chiudere al primo turno, dall’altro è quello di arrivare al ballottaggio. Cosa che, secondo Gori, non è affatto impossibile: la Lista Gori nel 2014 ottenne un…

 

Per leggere l’articolo completo e trovare tutti (o quasi) i nomi e le foto dei candidati nelle diverse liste, rimandiamo alle pagine 4 e 5 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 18 aprile. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.