Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dal 14 aprile è in edicola

In questo Venerdì Santo e con Pasqua ormai alle porte (a proposito, auguri a tutti!), noi di BergamoPost torniamo a farvi visita nelle edicole, supermercati e centri commerciali di Bergamo, Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio con il nuovo numero del nostro settimanale. Un numero più leggero negli argomenti, con la speranza di poter essere vostri compagni di letture in questi giorni di meritato riposo e relax. Nonostante ciò, non mancano di certo i temi di grande interesse.

 

 

Primo piano. L’apertura del giornale è dedicata alla nostra città e alla sua bellezza. Decantata, però, non da noi, bensì dai numerosissimi turisti stranieri che in questi giorni, complici le festività, stanno invadendo le strade e, in particolare, Città Alta. Ne abbiamo incontrati tanti e abbiamo chiesto loro cosa pensano di Bergamo. Le risposte ci hanno inorgoglito e c’è addirittura chi è arrivato a dire che Bergamo è meglio di Venezia e Roma (forse ha un po’ esagerato, ma il complimento ce lo prendiamo). Per chi non avesse invece la fortuna di andare via, vi diciamo tutti gli appuntamenti, tra città e provincia, di questo weekend lungo. C’è solo l’imbarazzo della scelta. Rimanendo legati alla Pasqua, il direttore Ettore Ongis ha intervistato don Corinno, noto per essere stato il “parroco di Yara”. Con lui ha riflettuto su un tema quanto mai attuale: il silenzio di Dio. Una lettura consigliata anche e soprattutto ai non credenti.

Città. Le pagine dedicate ai confini cittadini sono quantomai ricche di argomenti e notizie. Si parte, ad esempio, con i “sussurri e le grida”, piccola raccolta di gossip (istituzionali e non) e succose novità. Tema principale? La rinascita, per l’estate, di Astino, dove però il divertimento non sarà proprio di casa visti gli innumerevoli paletti posti alla programmazione e all’organizzazione dalla Soprintendenza. Con anche inspiegabili incoerenze. Bellissimo, poi, l’articolo di Paolo Aresi sulla Montelungo. Ora che la demolizione dell’ex caserma sta procedendo spedita, noi vi regaliamo squarci di vita che fu, tra soldati, bambini e povere prostitute. Insomma, la vita alla Montelungo quando ancora era la Montelungo. Inquietante focus sulle “fabbriche di cani di razza” dell’Est Europa e breve viaggio tra gli stand orobici di Vinitaly a chiudere gli argomenti di città. Ma prima di passare all’Atalanta, vi regaliamo anche i bellissimi sorrisi degli studenti che hanno animato, lo scorso weekend, la terza edizione della Fiera dei Mestieri lungo il Sentierone. Una doppia pagina fotografica veramente bella.

 

 

Atalanta. Sale l’attesa per Roma-Atalanta, ma soprattutto per gli ultimi match di campionato, quelli che ci diranno se veramente la Dea tornerà a calcare i palcoscenici europei. Un sogno sempre più vicino, sempre più agognato. E così abbiamo chiesto ai tifosi cosa sarebbero pronti a fare in caso di qualificazione. Le risposte sono veramente fantasiose, simpatiche e folli. Poca follia e tanto studio e programmazione c’è invece dietro al lavoro del dottor Marco Bruzzone, medico sociale dell’Atalanta, che ci ha spiegato il suo lavoro al fianco di Gasperini (non proprio cosa da poco). Chi è pronta a lanciarsi in una nuova avventura è Linda Raff, moglie del capitano Papu Gomez, che a breve presenterà una sua nuova linea di moda. L’abbiamo intervistata per farci raccontare qualche novità e lei ci ha regalato delle gustose anteprime. Infine informatevi su tutto ciò che è stato scritto sull’Atalanta negli ultimi sette giorni con la nostra sempre accurata rassegna stampa nerazzurra.

Provincia. A Seriate apriamo raccontandovi la storia di Matteo Rubbi, l’artista seriatese che ha dato vita a un bellissimo progetto in grado di coinvolgere ben 22 gallerie d’arte contemporanea in tutta Italia. A Dalmine, invece, focus sui giovani in fuga: sono infatti 841 i dalminesi iscritti all’Anagrafe italiana residenti all’estero, un numero elevato che rende la città tra quelle con il più alto tasso di emigrazione in provincia. Vi presentiamo poi il prossimo festival Maggio Dalmine Fotografia (alo via il 29 aprile) attraverso un’intervista al fotografo Mario Rota, che sarà presente all’evento con alcuni suoi bellissimi scatti realizzati in giro per il mondo. A Osio Sotto presentiamo a voi lettori il progetto di riqualificazione della provinciale 525, che prevede la realizzazione di tre rotonde e di una pista ciclabile per rendere la strada più sicura. A Treviolo, al posto del centro giovanile, apre un’altra farmacia, la terza in paese. Politica in primo piano a Curno: il centrosinistra ha infatti ufficializzato il il proprio candidato sindaco alle prossime elezioni comunali, ovvero l’attuale assessore Luisa Gamba. Vi presentiamo tutta la sua squadra, con in prima fila il primo cittadino Perlita Serra. A Lallio, invece, continua la “battaglia” del consigliere comunale Giacomo Lodovici, che dopo aver fatto multare le mamme dell’A.Ge per la marmellata, ha pensato bene di denunciare anche il bar Peccati di Gola e gli alpini che, nei giorni scorsi, si sono apertamente schierati al fianco delle madri multate. Non mancano naturalmente interessanti notizie anche per gli altri Comuni di nostra competenza.

 

 

Sport. Se la Foppa, dopo la bella vittoria in Gara-1 nei quarti di finale di play-off contro Modena, sogna di chiudere la pratica e di passare il turno martedì 18 al PalaNorda, anche la Caloni guarda con il sorriso al secondo match della serie delle semifinali contro la favorita Castellana Grotte, battuta in rimonta nel primo match giocato. Del resto i ragazzi di coach Graziosi stanno veramente scrivendo la storia e hanno al loro fianco tutto l’entusiasmo di Bergamo. Entusiasmo che non manca nel basket, dove la BB14 ha ipotecato il secondo posto in classifica e dunque l’approdo con una posizione favorevole ai prossimi play-off. Chiudiamo le pagine di sport con una bellissima intervista a una leggenda del calcio provinciale bergamasco: Giorgio Pesenti. Cresciuto nella storica Primavera atalantina di Prandelli, la sua carriera si è sempre svolta sui campi di provincia. A 42 anni, dopo ben 272 gol (ma potrebbero essere pure di più) ed essere diventato un vero mito della Tritium, Pesenti ha deciso di ritirarsi. Ci ha raccontato le emozioni che ha vissuto, gli inizi, il grande calcio sfiorato e la vita divisa tra cantieri, in cui fa il muratore, e campi di calcio, suo habitat naturale. Da leggere tutta d’un fiato.

Tempo libero, cultura e buona cucina. Nelle pagine dedicate agli eventi di città e provincia, non potevamo che iniziare facendo una carrellata di tutti gli appuntamenti pasquali in programma nei prossimi giorni, ma dedicando anche ampio spazio alla nuova Fiera dei Librai, al via il 15 aprile lungo il Sentierone e che, fino all’1 maggio, porterà in città grandissimi nomi della letteratura italiana, a partire da Roberto Saviano, che la sera del 18 aprile sarà al Teatro Donizetti. Per la musica, invece, Alez di #hashtag consiglia i concerti di Orfeo e Saletta al Joe Koala di Osio Sopra. Nomi poco noti ma tutti da scoprire. Infine, per la buona tavola, bellissimo viaggio culinario tra le migliori colombe pasquali del territorio orobico. Sono quelle di Da Vittorio, della Pasticceria Cortinovis, della Pasticceria Pina e di Ian Spampatti: provare per credere. E da abbinare a questo dolce pasquale, ecco una selezione di passiti del territorio che meritano menzione. Per una Pasqua veramente al top, anche a tavola. E buone feste a tutti voi!

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.