Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dal 14 luglio è in edicola

Sotto un cielo plumbeo che toglie un poco l’afa ma che promette già il ritorno di un caldo sole, anche la mattina di venerdì 14 luglio siamo tornati a farvi visita in edicola con il nuovo numero del nostro settimanale. Come sempre, tantissime notizie, approfondimenti e curiosità da Bergamo, Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio al prezzo di soltanto 1,50 euro.

 

 

Primo piano. Ma passiamo al succo. L’apertura di questa settimana è dedicata al caso dei diamanti. Nelle scorse settimane, la Finanza ha perquisito le sedi di cinque grandi istituti di credito nell’ambito dell’indagine relativa ai diamanti proposti come investimento ai clienti. Tra le banche coinvolte, anche il Credito Bergamasco: sono 27 i milioni che i clienti hanno investito in queste pietre preziose su consiglio dell’istituto. Peccato che l’investimento non fosse affatto «sicuro» e certo come veniva invece presentato… Riflettori poi puntati sull’evento del weekend: il Punk Rock Raduno al via in Edoné, che coinvolgerà tutta la città e che porterà a Bergamo band e cantanti da Usa e Uk. C’è da divertirsi.

Città. Entrando nei confini cittadini, la prima notizia che incontriamo è relativa alla bellissima notizia delle Mura elette Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Un orgoglio, certo, ma con quali conseguenze? Sui giornali si legge di grandi finanziamenti, ma non è proprio così. Anzi, il riconoscimento in sé e per sé non porta nemmeno un euro. Il valore è un altro, come ci spiega Luciana Frosio Roncalli, la donna protagonista di questo successo. Interessante focus, poi, sulla situazione delle zanzare tigri in città: il primo rilievo di luglio sulla loro presenza ha infatti fatto registrare il record da dieci anni a questa parte. Ecco, quartiere per quartiere, dove le cose vanno peggio. Altra questione aperta: la discussione attorno ai tavoli Ocse, scatenata dall’intervista rilasciataci la scorsa settimana dal presidente di Camera di Commercio Paolo Malvestiti. Ma, di preciso, a cosa servono questi tavoli Ocse? Lo abbiamo chiesto al prorettore dell’Università di Bergamo Sergio Cavalieri, che coordina quello sull’innovazione. Infine, un’interessante raccolta di storie poco note su alcuni fantastici monumenti presenti nella nostra città e spesso poco considerati.

 

 

Atalanta. Non poteva che aprirsi dal rinnovo del Papu la sezione del giornale dedicata all’Atalanta. Ma pure dall’arrivo di Orsolini in prestito biennale e dalle ultime dal mercato, con la pista che porta al ritorno di de Roon ancora apertissima. Molto bella, inoltre, l’intervista a Carlo Avelli, 32 anni, dj nella vita di tutti i giorni e calciatore della Nazionale Amputati per passione. Da quando ha 14 anni, infatti, carlo non ha la gamba sinistra, ma non ha abbandonato l’amore per il calcio. E, da buon tifoso nerazzurro, ci racconta il suo sogno: creare una formazione atalantina per disabili. Infine, cartoline da Rovetta: il nostro inviato al seguito del ritiro nerazzurro ci racconta, per immagini e parole, questi primi giorni di lavoro, soprattutto attraverso le storie dei tanti tifosi al seguito della Dea.

Provincia. A Seriate interessante reportage nel cuore più antico della città, oggi abitato da tanti stranieri diventati anche commercianti. C’è chi si dice soddisfatto e chi, invece, denuncia degrado, prostituzione e spaccio. A Dalmine, invece, bellissimo speciale sui 90 anni di vita del Comune. Una raccolta di ricordi di cittadini, che ci hanno narrato la Dalmine che fu e come l’hanno vista cambiare. E per dare un tocco di gioventù, ecco i nostri complimenti a tutti i maturati dell’Einaudi, in particolare ai 31 usciti con un voto superiore al novanta (ecco nomi e foto). A Stezzano, invece, è un’estate di fuoco, soprattutto per il personale della scuola Caroli: il termometro, infatti, segna trentadue gradi nonostante l’edificio sia stato rinnovato da poco. Sempre a Stezzano, inoltre, bellissimo reportage fotografico dei bimbi del Cre. A Treviolo raccogliamo la testimonianza di Federico Giovannoni, dipendente Ryanair che denuncia l’insostenibilità della situazione con le nuove rotte degli aerei introdotte il 22 giugno; raccontiamo anche la triste storia di Claudio Locatelli, che ha perso il lavoro a causa dell’artrosi alla caviglia e che, secondo l’Ats, non ha diritto ad alcun aiuto. A Torre Boldone è andata invece in scena un consiglio comunale infuocato. Al centro della discussione, l’ipotesi del riconoscimento San Martino d’Oro ai Vot. Una discussione sfociata anche in un volantino con insulti diretto al consigliere Rampolla. A Gorle abbiamo chiesto alla gente cosa ne pensasse del nuovo ponte ciclopedonale in via di realizzazione, ricevendo pareri contrastanti in risposta, mentre da Lallio arriva la bella storia dei ragazzi che si sono rimboccati le maniche e hanno rimesso a nuovo le panchine del parco Anna Frank.

 

 

Sport. Capitolo pallavolo: belle novità in casa Caloni Agnelli, dove è stato annunciato il nuovo sponsor tecnico (Erreà) ma soprattutto il nuovo direttore generale, che sarà il dottor Amedeo Amadeo, ex direttore dell’ospedale Bolognini di Seriate. In casa Foppa, invece, lacrime di commozione per le belle parole di addio dedicate a società, tifosi e città da Leo Lo Bianco, che promette però di tornare. Riportiamo, poi, le dichiarazioni di tre delle nuove arrivate: Marcon, Malinov e Malagurski. Sospiro di sollievo per i tifosi della Bergamo Basket 2014: il presidente Lentsch, infatti, dopo giorni di silenzio ha reso noto che resterà alla guida del club con rinnovate ambizioni. Via allora al mercato in entrata, dopo i tanti addii: ecco subito Ferri e Mascherpa. Infine, viaggio attorno al mondo della 3GiorniOrobica, la corsa di ciclismo per juniores più nota e apprezzata.

Tempo libero, musica e buona tavola. Partiamo dalla nuova veste di un locale che, in fatto di musica, non delude mail. Il Druso, dopo la classica programmazione invernale in quel di Ranica, in questi mesi si trasferisce ad Azzano e dà ora vita a un festival con grandi nomi e concerti imperdibili. E, avendo già detto del Punk Rock Raduno, l’amico Alez di #hashtag ci consiglia di fare una capatina nei pressi di Zogno, dove fino al 22 luglio è in scena l’immancabile Ambria Music Festival, da 15 anni presenza fissa nella programmazione estiva bergamasca. Chiudiamo con la nostra abituale pagina dedicata alle belle realtà enogastronomiche del territorio. Oggi vi portiamo nella cucina del Camelì, il ristorante stellato di Ambivere che è stato capace di trovare un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione grazie a coraggio e intelligenza. Un tocco di Sicilia a Bergamo, invece, per il prodotto della settimana, che questa volta sono gli arancini (maschile, mi raccomando): quelli a cono, alla messinese, con il ripieno umido e gustoso. L’arancina, invece, è palermitana. Ecco dove mangiarne di buonissimi ai piedi delle Mura.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.