Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dal 18 gennaio è in edicola

Anche oggi, venerdì 18 gennaio, in tutte le edicole di Bergamo e hinterland esce il nuovo numero del settimanale BergamoPost, e lì rimarrà fino a giovedì 24 (a meno di esaurimento scorte). Come sempre, il giornale è veramente ricchissimo di storie, notizie e approfondimenti. Vi diamo qualche piccola anticipazione, in attesa che ci leggiate.

 

 

Il ritorno in Italia, dopo ben 37 anni di latitanza, di Cesare Battisti ha riacceso il dibattito attorno al terrorismo rosso degli Anni Settanta. Un periodo nel quale, sebbene pochi lo ricordino (o forse amino ricordare), Bergamo fu protagonista di tantissimi attentati. E tra i terroristi condannati ma fuggiti c’è anche un nostro concittadino: Narciso “Ciso” Manenti. Ne parliamo con chi ha vissuto in prima persona quei giorni. Vi siete accorti, invece, dell’elevatissima presenza in città di stormi di storni? Be’, noi sì. E vi spieghiamo il perché. E ancora: lo stallo nel centrodestra in vista delle comunali e la sorprendente pace nel centrosinistra, che non sembra neppure il centrosinistra infatti; quattro chiacchiere con chef Marco Carminati, l’«autodidatta stellato» che sta cambiando (ma solo un po’) l’anima dell’antichissima Osteria Tre Gobbi; aggiornamento sul caso Don Orione, dove la Cooperativa Monterosso è stata “cacciata” tra le polemiche; il successo dei Pinguini Tattici Nucleari, che hanno firmato per la Sony; quattro chiacchiere con Alessandro, nipote del Caravaggio (sì, QUEL Caravaggio); una bellissima intervista all’elegante, adorabile signor Cembran. Nelle pagine di Atalanta, la prossima sfida al Frosinone, le ultime di mercato e “l’incontro” con Dan, 37enne di Las Vegas tifosissimo nerazzurro e con una storia di amore per la Dea davvero bellissima. Per lo sport: l’ennesima prova di maturità dell’Olimpia Pallavolo, che avanza in Coppa Italia, il big match che attende la Bergamo Basket, il tecnico bergamasco che allenerà la Nazionale maschile di calcio non udenti e la campionessa slovacca di sci che a Selvino si sente a casa. Per il Tempo Libero, invece, il solito grande mix di eventi tra musica e spettacolo, con un consiglio: il 24 andate al Druso, perché suona Daniel Pablo Osvaldo con la sua band, i Barrio Viejo. Sì, quell’Osvaldo che ha vestito anche la maglia della Nazionale. Nelle pagine di Provincia: a Ponte facciamo il punto sui lavori di messa in sicurezza delle scuole; a Treviolo è scontro tra Amministrazione e minoranze sui rifiuti; a Curno arriva ben un milioni di euro da Roma per la nuova palestra; la condanna a vent’anni per il 61enne di Bottanuco che uccise all’hotel Daina di Dalmine la prostituta che amava; a Stezzano slitta ancora la fine dei lavori nella piazza, e il centro è più morto che mai; a Seriate è scontro tra Forza Nuova, Anpi e Rifondazione; il punto in vista delle prossime elezioni ad Albino; il caso, esploso sui social, dell’uomo che defeca in giro per Alzano. Questo e molto altro sul BergamoPost in edicola. Vi aspettiamo!

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.