Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dal 24 marzo è in edicola

Il primo numero della primavera 2017 di BergamoPost arriva nelle edicole, supermercati e centri commerciali di Bergamo, Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio sotto un cielo grigio per nulla primaverile. Ma la speranza è che siano i tanti argomenti trattati in questo numero del nostro settimanale a portare un po’ di luce.

 

 

Primo piano. E proprio con questo intento apriamo questa settimana il giornale con un’ottima notizia: a Oriocenter ci sono quattrocento (almeno) nuovi posti di lavoro. A fine maggio, infatti, aprirà la nuova ala del centro commerciale orobico, il cosiddetto “polo del lusso” con 80 nuovi negozi e un grandissimo cinema multiplex da 14 sale. I marchi stanno cercando nuovi dipendenti e noi vi spieghiamo come fare a candidarvi nel caso in cui foste interessati. La procedura (molto semplice) e i requisiti richiesti, ma anche l’occasione di far parte di un progetto decisamente interessante. Per l’intervista della settimana, invece, abbiamo incontrato Emanuele e Nadia Benedetti, ovvero i titolari del Parco delle Cornelle. Un’Arca di Noè a due passi da Bergamo, nata nel 1981 e oggi conosciuta in tutta Europa. Ci hanno raccontato i segreti di questo successo e alcune curiosità.

Città. Entrando nei confini cittadini, abbiamo analizzato una situazione sempre più evidente: l’aumento degli immigrati costretti a chiedere la carità per le vie di Bergamo. La colpa è di un sistema dell’accoglienza sfasato rispetto al mondo reale, che necessita di un radicale cambiamento. E, portando l’esempio virtuoso di Riace, dimostriamo come i profughi potrebbero essere una risorsa piuttosto che una zavorra. Nella stessa pagina, inoltre, una serie di gustosi retroscena e “gossip” di politica, economia e società locale. Grazie ai bellissimi scatti del fotografo Mario Rota, vi portiamo poi in un viaggio attraverso il nuovo volto di Bergamo, quello disegnato dalla street art. Grazie al bellissimo progetto Pigmenti, che porta in città artisti internazionali, la città s’è aperta al nuovo con lo spirito delle grandi capitale europee. E il risultato è uno spettacolo tutto da scoprire. Abbiamo poi scoperto che ci sono centinaia di bergamaschi che il dentista ce l’hanno… in Croazia. Tutti i martedì, la Giamby Flaccadori organizza un pulmino che porta tante persone oltre confine per visite dentistiche. Il motivo? Si risparmia. Il fenomeno è ormai diffusissimo. E abbiamo chiesto ai dentisti bergamaschi cosa ne pensano. Focus, infine, sul degrado degli impianti sportivi di Loreto, tra incuria, senzatetto e topi.

 

 

Atalanta. Le pagine dedicate alla nostra squadra si aprono con la prima intervista italiana di Hans Hateboer, il terzino olandese arrivato a Bergamo a gennaio e che contro il Pescara ha debuttato con un’ottima prestazione (e un assist). I tifosi, però, lo hanno eletto a idolo dopo la diffusione di un video in cui il giocatore fa uno scherzetto a un accompagnatore degli abruzzesi. «Ma io sono così», ci ha detto il ragazzo, che ci ha raccontato il suo primo mese passato in città. Abbiamo poi guardato per voi la puntata di Mister Condò in cui l’apprezzato giornalista di Sky (che abbiamo incontrato la scorsa settimana) ha intervistato Gasperini, il quale s’è raccontato a cuore aperto. In terza pagina l’Atalanta vista dal comico Omar Fantini e il nostro attento assaggio della Piada del Papu, il piatto inventato dal capitano nerazzurro per l’inaugurazione del punto vendita Casa Maioli in via Tiraboschi. Il dieci per cento di ogni piadina pensata da Gomez venduta, andrà in beneficenza. Infine, una bella pagina fotografica dedicata, come sempre, a voi tifosi.

Provincia. A Seriate facciamo chiarezza sul finanziamento da 350 mila euro ricevuto dal Comune per riaprire i negozi sfitti e vi riportiamo poi la testimonianza di una donna, che, dopo aver letto la scorsa settimana sul nostro giornale l’aggressione subita da una ragazza da parte di un esibizionista a Grassobbio, ci racconta come anche le sue figlie, un anno fa, sporsero denuncia per un caso identico. Che sia stato lo stesso uomo? Intanto, sempre a Grassobbio, anche un’altra donna è stata avvicinata dall’esibizionista del parco… A Dalmine novità per la mobilità: accantonata l’ipotesi dello spostamento del casello autostradale, il nuovo progetto è la realizzazione di una bretella a tre corsie che collegherà l’uscita dalla città al rondò de Le Due Torri di Stezzano, e da lì porterà all’autostrada. Dedichiamo poi una pagina al ricordo di Palmiro, l’ex operaio del Comune che ha dedicato la sua intera vita alla parrocchia. Non è un caso se, a Dalmine, tutti gli volevano bene. A Stezzano, intanto, lungo la circonvallazione Est, all’altezza del Grand Hotel del Parco, sorgerà un nuovo discount con ristoro. La società costruttrice, in cambio, regalerà alla comunità una pista ciclabile. A Osio Sotto vi raccontiamo la lunga storia della famiglia Bosco: un secolo vissuto tra vita semplice, storie incredibili, biscotti e pane. Continua la guerra ai padroni dei cani incivili a Torre Boldone: dopo le prime tre multe da 240 euro l’una, il sindaco Sessa è pronto a far schedare gli animali, così da poter poi analizzare gli escrementi non raccolti e punire il padrone colpevole. A Curno abbiamo incontrato don Angelo Belotti, che da settembre sarà il nuovo parroco della comunità. 68 anni, di cui dodici passati in missione in Bolivia. A Mozzo bella intervista a Luca Messi, l’ex boxeur italiano campione dei pesi Welter che oggi aiuta i ragazzi ribelli nella sua palestra. A Osio Sopra, invece, lo strano caso del cimitero, che è ormai “tutto esaurito”.

 

 

Sport. Per la Foppa, intervista al coach dell’Imoco Conegliano Davide Mazzanti, che nel weekend sfiderà le rossoblù nell’ultima gara di regular season. Per Mazzanti si tratta di un ritorno a casa, visto che nel 2011 è stato l’ultimo allenatore ad aver vinto lo scudetto qui a Bergamo. Allora il suo vice era proprio Stefano Lavarini, oggi coach orobico. A fine stagione, inoltre, Mazzanti diventerà il tecnico della Nazionale e ci ha raccontato la sua visione futura. Per la Caloni Agnelli, invece, quattro chiacchiere con Nicola Caloni, presidente della formazione rivelazione del campionato di A2 di volley maschile. Nella stessa pagina, abituale focus sulla Bergamo Basket 2014 (che continua a volare in campionato) e basket locale, con una bella novità: l’All Star Game made in Bg. Infine una bella pagina dedicata ad Andrea Locatelli, il ventenne di Selvino che quest’anno parteciperà al Mondiale di Moto2 con la Italtrans. Il “Loca” ci ha raccontato il suo percorso e i suoi sogni sul futuro. Sempre nel mondo del paddock, inoltre, abbiamo trovato l’incredibile storia di Paolo Zanella, bergamasco doc e atalantino che da anni “sfama” il team Ducati occupandosi dell’area hospilaty.

Tempo libero, musica e buona tavola. Le pagine dedicate agli appuntamenti della prossima settimana in città e provincia non potevano che partire dalla tradizionale Sfilata di Mezza Quaresima in programma nel weekend per le vie di Bergamo. Ma gli appuntamenti sono tanti e si inizia già la sera di venerdì 24 con un’esibizione al Quadriportico. Inoltre, questo weekend saranno anche gli ultimi tre giorni di Bergamo Jazz, intensissimi di appuntamenti. Il pezzo forte, però, sono le Giornate del FAI di Primavera. Anche quest’anno il Fondo Ambiente Italiano apre al pubblico 24 luoghi da scoprire nella sola provincia bergamasca. Ve li presentiamo tutti, a partire da quelli di Bergamo città. Per la musica, Alez di #hashtag ci racconta il ritorno sulla scena (precisamente all’Edoné) dei Torquemada, band che non esce con un nuovo album dal 2011 ma che restano una certezza della musica indipendente bergamasca. Chiudiamo, come sempre, con la buona cucina. Questa volta vi portiamo in Bretagna. Merito della Lostricheria, ristorante di via San Lazzaro dove l’incredibile qualità si abbina a prezzi assolutamente abbordabili. Un angolo di Francia dove Andrea, al banco, sa consigliare i migliori abbinamenti tra il piatto forte del locale, ovvero le ostriche, e i vini. Per il prodotto, invece, vi raccontiamo l’olio di nocciola dell’azienda agricola Le Fornasette. Particolare e, soprattutto, buono.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.