Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dal 29 settembre è in edicola

È uno di quei venerdì diversi, dal sapore dolce per Bergamo. Perché, piaccia o meno, il giorno dopo un bel risultato dell’Atalanta si sente che l’aria è diversa, un po’ più frizzante. Ovviamente non potevamo esimerci dal parlare della Dea grintosa e gagliarda andata in scena ieri sera a Lione, ma sono moltissimi altri gli argomenti che ora vi andiamo ad anticipare. Vi ricordiamo che, come sempre, ci potete trovare in tutte le edicole, supermercati e centri commerciali di Bergamo, Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio. Al prezzo di 1,50 euro.

 

 

Primo piano. Atalanta protagonista nelle prime pagine del giornale: ripercorriamo tra parole, immagini, dichiarazioni e pagelle il match pareggiato a Lione, ma anche le emozioni dei tifosi con una bella pagina fotografica. Senza dimenticare che, domenica 1 ottobre, a Bergamo arriva la Juventus. Eccezionalmente dunque, in questo numero tutte le pagine dedicate ai nerazzurri le troverete all’inizio e non dopo la città come capita di solito. In città, invece, tanti argomenti interessanti, a partire dal caso Ryanair. Il pasticcio della compagnia aerea low cost, con migliaia di voli cancellati, è stato “usato” da molti per attaccare anche l’aeroporto di Orio. Be’, secondo noi non è proprio una mossa saggia e vi spieghiamo il perché. In provincia, invece, uno speciale interamente dedicato a Exponiamo, l’evento in programma a Dalmine.

Città. Restiamo in città, dove vi annunciamo una novità in arrivo a Oriocenter: sta per essere completata, infatti, la passerella che unirà l’aeroporto al centro commerciale, più precisamente al parcheggio blu, dove sarà allestito anche un deposito bagagli per quei visitatori desiderosi di fare un giro per l’enorme centro commerciale in attesa di un volo o dopo essere appena sbarcati. Restando in tema di shopping, mercoledì ha inaugurato la nuova Esselunga di Celadina. Alle 7.30, quando ha aperto, c’eravamo anche noi tra le persone in coda e abbiamo cercato di capire perché così tante persone scelgano la catena della famiglia Caprotti per fare la spesa. Passiamo alla cultura, presentandovi (in modo diverso dal solito) la nuova attesissima edizione di BergamoScienza, mentre tra gli eventi consigliati c’è sicuramente la festa di via Quarenghi, una strada della città spesso ritenuta “periferia” poiché abitata ma molti stranieri ma nella quale, dopo averci fatto un giro, ci siamo resi conti risiede anche il futuro di Bergamo. E dopo un nuovo capitolo della nostra inchiesta sulle apparizioni della Madonna delle Ghiaie (riproponendovi anche un’incredibile intervista di don Spada alla piccola Adelaide risalente addirittura al 1944), passiamo alla politica, svelandovi le linee guida che ha in mente Gori per la sua campagna elettorale per le regionali e presentandovi poi il Movimento Animalista, fondato dalla Brambilla e sbarcato anche a Bergamo. Infine, un’ode alla stracciatella, gelato di Bergamo, nato a Bergamo e che ora ha anche un marchio tutto suo. Ah, e non dimenticatevi le amatissime rubriche: il diario di una commessa e la posta degli amori sfigati. Divertimento assicurato.

 

 

Provincia. Bel reportage sulla solidarietà a Seriate, e soprattutto su coloro che fanno del bene per gli altri in città. Sempre a Seriate, un approfondimento dedicato alla demografia. A Stezzano vi raccontiamo la bella storia di Paolo Cancelli, che con altri due bergamaschi ha formato la nazionale italiana di Para-Archery vittoriosa a Pechino. Come anticipato, a Dalmine (oltre a tre pagine di cronaca) protagoniste assolute sono le otto pagine di speciale dedicate all’evento di domenica: 116 stand con le eccellenze del territorio che riempiranno un chilometro cittadino (da piazza Caduti a largo Europa). Organizzato dall’Opec in collaborazione con Comune e tante associazioni, vi raccontiamo cosa troverete, dove, come muovervi. Insomma, tutto per potervi godere una giornata bella e diversa dal solito. Inoltre ci saremo anche noi, con un nostro stand, con tante copie del nostro giornale e simpatici gadget per voi lettori. Contiamo di vedervi quindi eh. Bellissima storia a Osio Sotto, dove abbiamo incontrato Irma Bogo, oggi 92enne ed ex staffetta partigiana. Con lucidità ci ha racconta quell’incredibile esperienza di vita vissuta ormai sessanta anni fa. Continua a Treviolo la polemica per l’abbattimento della Bordogna, atto ormai approvato definitivamente dal Consiglio comunale. E polemiche anche a Gorle, dove in Consiglio comunale le minoranze sono andate a testa bassa contro il sindaco Giovanni Testa, accusato di rapporti poco chiari con i fornitori del Comune. A Zanica vi presentiamo il nuovo curato, il giovane don Omar, mentre a Comun Nuovo abbiamo dedicato un bel reportage alla Elav, birrificio artigianale diventato un’eccellenza nazionale e non soltanto un orgoglio locale.

 

 

Sport. Partiamo dalla pallavolo e, purtroppo, dalle ennesime brutte notizie in casa Foppa: dopo il ko di Malinov e la presunta positività al doping di Sylla, si fermano anche Cardullo e Marcon per due diversi problemi fisici. Sorride, invece, la Caloni Agnelli, che non solo ha portato a casa una sofferta vittoria nella prima giornata di campionato domenica scorsa, ma ha visto anche premiati i propri tifosi per la scorsa stagione, dove sono stati nominati i migliori d’Italia. Un riconoscimento bellissimo. Per il basket, invece, solita panoramica, che parte con la BB14, che durante la presentazione tenutasi in Comune ha annunciato una bella novità: niente sponsor di maglia qeust’anno, ma un nome semplice ed evocativo, ovvero “Bergamo”. Un omaggio alla città, ha spiegato il presidente. Infine interessante intervista a Michele Pirro, neo-campione del Campionato italiano velocità con il team bergamasco Barni.

Tempo libero, musica e buona tavola. Per le pagine dedicate agli eventi di Bergamo e provincia, apertura dedicata al prossimo spettacolo di Panariello al Creberg. Sarà mercoledì e aprirà la nuova stagione, ma sarà soprattutto una vera e propria sorpresa, visto che è uno show tutto nuovo e di cui si sa poco o nulla. Per i più golosi, invece, questo weekend è obbligatoria una capatina allo Spazio Fase di Alzano, dove torna l’amatissimo street food con ben ventisei stand di primissima qualità. Capitolo musica: l’amico Alez di #hashtag ci suggerisce di andare, sabato sera, all’Ink Club di via Carducci dove suoneranno gli Humulus, un trio grezzo e immediato che ascoltare è veramente un piacere; se invece preferite qualcosa di più “classico”, andate stasera (29 settembre) a IndispArte, in via Madonna della Neve, dove farà tappa il tour di Area Sanremo, concorso alla ricerca di giovani che potrebbero arrivare addirittura sul palco dell’Ariston. Infine, questa settimana vi portiamo con noi nella cucina del ristorante A’mare di via Palma il Vecchio, oggi gestito da tre giovani di grande voglia e indiscusso talento. La loro linea guida è fare tutto al momento. Se invece volete provare qualcosa di nuovo e unico, vi consigliamo l’ultimo capolavoro caseario de La Via Lattea di Brignano: il Fondìs, una fontina di latte di capra con profumi, amori e sapori pazzeschi.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.