Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dal 31 maggio è in edicola

Novità per questo nuovo numero di BergamoPost, in edicola da venerdì 31 maggio a giovedì 6 giugno. Prima novità: da 1,50 euro, il costo del nostro settimanale passa a due euro. Nell’editoriale, il direttore Ettore Ongis spiega i motivi di questa scelta. Da par nostro, possiamo solo assicurarci che ciò che leggete su BergamoPost, lo potete leggere solo su BergamoPost. Seconda novità, decisamente più dolce: in regalo con questo numero c’è anche un bellissimo magazine da collezione sulla grande stagione appena conclusa dell’Atalanta, molto fotografico (com’è il nostro stile) e passionale. Di nuovo, infine, ci sono come sempre i nostri articoli, tra approfondimenti, interviste, storie e notizie. Ecco qualche anticipazione.

 

 

È stata una settimana intensa per Bergamo, che ha però incoronato i suoi due re: Re Giorgio II e Re Gasp IV. Partiamo dal primo: quattro pagine di approfondimento sulle elezioni comunali della scorsa domenica, stravinte da Gori. Che ora, però, si trova davanti un’ardua sfida… Vi raccontiamo anche perché Stucchi ha perso e proviamo a fare il punto sul voto con il candidato consigliere che ha preso più voti, Sergio Gandi (Pd), e con l’ultimo rimasto di Forza Italia, Gianfranco Ceci. Per quanto riguarda Gasp, invece, il suo rinnovo ha reso felici tutti noi tifosi e vi sveliamo i retroscena della sua scelta di rimanere. In più, il pagellone della stagione nerazzurra. Tornando alla città: c’è una doppia sorpresa al Sant’Alessandro, mentre il provveditorato non traslocherà in Borgo Santa Caterina; il sogno di poter vedere l’Atalanta giocare in Champions allo stadio di Bergamo, infine, è più che una possibilità (ma non sarà semplice). Per lo sport, vi sveliamo i nuovi nomi della Zanetti Bergamo che verrà, vi presentiamo il gp del Mugello firmato Italtrans e facciamo un focus sui giovani talenti che si stanno mettendo in luce al Giro d’Italia e che sono passati dal Team Colpack, la squadra bergamasca che “alleva” talenti del ciclismo. Per il vostro tempo libero: l’edizione da record della Camminata Nerazzurra, che si tiene domenica 2 giugno, ma anche tanta musica, teatro e arte. Per le pagine di provincia: il centro storico cade a pezzi a Ponte San Pietro; la vittoria schiacciante di Gandolfi a Treviolo; la polemica sul traffico a Curno; il ballottaggio a Dalmine; la vittoria di Tangorra a Stezzano; intervista a don Glauco, l’unico nuovo prete della Bergamasca, che è di Stezzano; la schiacciante vittoria della Lega a Seriate; la bella storia d’amore di Tomas e Michela ad Albino; la richiesta dei Comuni della Val Seriana: prolungare le corse del tram fino alle 23.30. Queste e tantissime altre notizie nel nuovo BergamoPost che vi aspetta in edicola.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.