Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dall’11 maggio è in edicola

Tra una pioggia e l’altra, anche un po’ di sole per fortuna. E il sole brilla in cielo anche oggi, venerdì 11 maggio, giorno dell’uscita nelle edicole di Bergamo, Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio del nuovo numero del nostro settimanale. Che è, come sempre, ricchissimo di notizie, storie e curiosità, e che in questo numero ha anche un bell’inserto dedicato alla festa della mamma: i tantissimi messaggi e disegni di auguri alle loro mamme degli alunni di asilo ed elementari della scuola Imiberg e le foto che ci hanno inviato lettrici e lettori.

 

 

Ma torniamo alle notizie. Anzi, alle storie. Perché l’apertura è dedicata a una bellissima intervista a Giordano Tomasoni, 48 anni, oggi atleta paralimpico ma ex depresso che, un bel giorno, decise di suicidarsi. «Invece di morire, però, sono rinato». Mettiamo un po’ di ordine, poi, sulla polemica relativa all’assegnazione delle case popolari: le parole del sindaco Gori hanno alzato un gran polverone, ma il vero problema, a quanto pare, è la nuova legge regionale che non funziona per niente. E ancora: è finita la mostra di Raffaello dell’Accademia Carrara alla Gamec. Grandi numeri, ma chi ci ha guadagnato? Bellissimo viaggio nel tempo, tra parole e foto storiche, nella Bergamo del 1968. Il nostro ricordo di Ermanno Olmi e la verità sul Seminario che lascia Città Alta. Nelle pagine di Atalanta, la presentazione dell’attesissimo match di domenica 13 maggio con il Milan, che deciderà il futuro europeo o meno dei nerazzurri, e un focus sulle ultime novità riguardanti il nuovo stadio. Passando alla provincia, a Seriate continua la “battaglia” del sindaco per avere un centro storico più bello; a Dalmine, la risposta del Comune all’associazione Educando Atletica, che ha lamentato delle pessime condizioni della pista di atletica; a Stezzano è invece stato stanziato un milione e trecentomila euro per la realizzazione di uno stadio da calcio per l’Orobica, formazione femminile che ha appena vinto il campionato e si giocherà la promozione in Serie A (abbiamo anche le immagini della festa); l’osiense che si sta mettendo in luce al Giro d’Italia; a Zanica è polemica per la sporcizia nell’area verde Baden Powell; buone notizie a Curno, dove alla fine i Carabinieri restano; l’incredibile storia di Angelo Pessina, di Azzano, che ha percorso 250 km nel deserto in ricordo di un caro amico morto; a Grassobbio, il ricordo di Pietro Mosca, medico-artista di origini siciliane che tanto ha dato alla nostra terra, che lo aveva adottato. Per lo sport, invece, focus sulla nuova era del Volley Bergamo, che inizia (finalmente) l’avventura targata Formaggi Zanetti. Nel campo maschile, invece, sono tanti i punti di domanda attorno alla Caloni Agnelli che verrà. Infine, nelle pagine dedicate al tempo libero e agli eventi, due grossi appuntamenti: “De Casoncello”, ovvero il festival che rende onore al piatto tipico bergamasco per le vie di Città Alta (e che noi vi raccontiamo in dieci ricette), e “Gin from Italy”, la fiera-festival in programma all’Edoné dove poter scoprire e degustare gin pazzeschi prodotti in Italia. Insomma, c’è da divertirsi, ma solo dopo aver letto BergamoPost, mi raccomando!

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.