Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dall’8 novembre è in edicola

È un numero veramente ricco quello che, da venerdì 8 novembre a giovedì 14, BergamoPost porta in edicola. 56 pagine ricchissime di notizie, interviste, approfondimenti e curiosità su quello che è successo a Bergamo e dintorni. Ecco qualche anticipazione.

 

 

In apertura un approfondimento dedicato all’associazione “Innamorati di Gesù e della Madonna”, fondata dall’ex dj bergamasco Dario Gritti e soppressa dalla Santa Sede per «abusi gravi della disciplina ecclesiastica e scandalo per i fedeli». Chi è il suo fondatore? E cos’è successo davvero? E poi, a proposito di razzismo sui campi da calcio, la storia di Dara, senegalese, calciatore del Capriate che dopo l’ennesimo atto di razzismo subito è sbottato (ed è stato squalificato). Vi sveliamo anche tutte le novità del Natale in città, dalla ruota panoramica alla sorpresa in Piazza Vecchia. E ancora: le novità sul giallo della chiusura della Chicca in via Pignolo, l’intervista al presidente di Confindustria Bergamo, la rabbia dei pendolari Trenord (che invocano l’intervento di Gori e di Fontana) e la ricetta del miglior tiramisù creativo al mondo, quello al mojito, realizzato da una maestra dell’Imiberg. Per le pagine di Atalanta, l’avvicinamento alla sfida con la Samp, le emozioni in Champions e l’incredibile crescita della Primavera. Consigli per il tempo libero: a Clusone c’è la festa di San Martino, tra tradizioni, vino e buon cibo, ma parte anche “Il Grande Sentiero”, una bella rassegna. E poi è in arrivo ArtDate! Per la provincia: a Treviolo è stangata ai furbetti della pattumiera; a Mozzo è partita una raccolta firme per dire basta al traffico; polemiche a Osio Sotto (e una domanda) sul parco fotovoltaico; Azzano preso di mira dai vandali ad Halloween; il degrado dell’ex cotonificio Honegger ad Albino. Queste e tantissime altre notizie nel nuovo BergamoPost in edicola fino a giovedì 14 novembre.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.