Cosa c’è nel quinto BergamoPost
che dal 28 ottobre è in edicola

E siamo a cinque. È uscito venerdì 28 ottobre il quinto numero del nostro settimanale, in edicola, nei supermercati e nei centri commerciali di Bergamo e 17 Comuni della provincia: Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio.

prima-bgpost-28-ottobre-2016

L’apertura. Questa settimana abbiamo voluto osare. La notizia principale della prima pagina, infatti, l’abbiamo dedicata al seno. No, non nel modo in cui qualcuno potrebbe pensare. Parliamo infatti di eccellenze sanitarie, in particolare dell’equipe dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo che da 20 anni lavora sulla prevenzione e la cura del tumore al seno. Un impegno mirabile e talmente all’avanguardia che ha portato l’Unione europea a imporre a tutti i Paesi membri proprio il “Modello Bergamo”, come è stato rinominato. Un orgoglio per la città e una buona notizia per tante donne, visto che nel 95 per cento dei casi, oggi, si guarisce proprio grazie alla ricerca e alla prevenzione. Rimanendo nell’ambiente dell’ospedale, l’intervista di questo numero è dedicata a un personaggio che assiste ogni giorno i malati. Frate Aquilino, al secolo Pietro Apassiti, compie 80 anni e in una lunga chiacchierata con il nostro direttore Ettore Ongis racconta la sua vita, fatta di preghiera per gli ammalati e i medici, «perché non si abituino al dolore degli altri».

La città. Le pagine di città, invece, si aprono con un approfondimento sulla trattativa tra Sea e Sacbo per la creazione dell’enorme polo aeroportuale composto da Linate, Malpensa e Orio. A oltre un anno dall’avvio del dialogo e a pochi giorni dalla scadenza del termine fissato dalle due società con la lettera d’intenti del novembre 2015, la situazione è in una delicata fase di stallo. Il motivo? Milano vuole pieni poteri decisionali anche sullo scalo orobico, cosa che a Bergamo non sta (giustamente) bene. E anche il sindaco Giorgio Gori, tra i più favorevoli all’accordo, oggi sembra frenare. Difficile dire come andrà a finire, ma una cosa è certa: la città non si può permettere di perdere una risorsa che vale il 9 per cento del Pil provinciale. Un esempio di come l’aeroporto abbia influenzato l’economia cittadina è data dal fatto che il turismo sta vivendo un vero e proprio boom a Bergamo. Lo spieghiamo in un articolo in cui analizziamo i dati relativi a b&b, case vacanza, ostelli e agriturismi. Altro interessante approfondimento è quello dedicato al destino di Palazzo della Libertà: da vent’anni si discute della sua destinazione e noi di BergamoPost abbiamo deciso di appoggiare una proposta, cioè quella di trasformarlo in una bellissima casa per la musica, trasferendo lì il conservatorio e facendo in modo che classica, jazz e rock si aiutino vicendevolmente a crescere. Parlando sempre di futuro, presentiamo poi l’ambizioso progetto della nuova Arena cittadina per lo sport presentata il 22 ottobre da Domenico Bosatelli nell’ambito del progetto “Chorus Life”, che permetterà di destinare il PalaNorda ad altri usi (ci andrà la GAMeC?). Intanto anche il bando per la vendita dello stadio è quasi pronto… Le pagine di città si chiudono con un po’ di leggerezza: l’intervista al direttore artistico del Capogiro, che ci racconta il locale del divertimento per eccellenza dei bergamaschi, e un’intera pagina dedicata alla moda cittadina, con un viaggio alla scoperta delle fashion blogger (e del fashion blogger) bergamasche e un approfondimento su Michela Meni, stylist e collaboratrice di Grazia. Senza dimenticare l’ormai immancabile appuntamento con il nostro diario di una commessa.

 

70x100-definitiva-copy-2

 

La provincia. Se Bergamo è ricca di spunti, la provincia non è da meno. A Seriate, ad esempio, si sta per scatenare una vera e propria guerra dei supermercati. Chi la spunterà tra l’Iper e l’Esselunga che presto aprirà alla Celadina? A Dalmine, invece, apriamo con l’emergenza smog e i dati incoraggianti dell’Arpa. A Stezzano vi presentiamo invece Antonio Servidio, titolare dell’impresa funebre La Bergamasca e con un sogno: la creazione di un cimitero per gli animali, impresa che aveva già intrapreso anni fa, con successo, in Piemonte. Il terreno lo ha già individuato e il progetto è stato presentato al Comune, che però, per ora, non ha mai risposto. Proviamo a capire il perché. A Treviolo l’apertura è dedicata all’incredibile successo del controllo di vicinato, che in 10 mesi ha già raccolto l’adesione di ben 800 persone, sentinelle pronte a presidiare l’intero territorio cittadino. Ma, sempre a Treviolo, c’è pure chi chiede l’indipendenza. Sono gli abitanti della Roncola, che addirittura dal 1956 tenta di staccarsi dal Comune. Una sorta di piccola Scozia insomma. A Torre Boldone scoppia la polemica: il Comune, infatti, pare abbia chiesto 4mila euro ai prof volontari che insegnano lingua italiana agli stranieri. Se ne parlerà durante il prossimo Consiglio comunale. A Mozzo, infine, si discute del nuovo tram-treno: il paese ha la fermata pronta, ma Ferrovie non l’hanno prevista nel progetto. Eppure sarebbe utilissima.

Lo sport. Se in provincia dominano le polemiche (purtroppo), nello sport c’è solo tanto ottimismo. La Dea vince e vola sempre più in alto: merito anche del nuovo capitano, il Papu Gomez, di cui vi offriamo un ritratto inedito grazie all’intervista a sua moglie. Linda ci ha aperto le porte di casa Gomez e ci ha raccontato la loro storia d’amore, pregi e difetti del 10 nerazzurro e la loro vita lontano dal campo da gioco. Anche la Foppa ha il suo talento: è Kasia Skowronska, arrivata in estate e vero e proprio braccio armato rossoblù in quest’avvio di stagione. Ora però le foppine sono attese a una sfida durissima: al PalaNorda arriva il Novara delle ex. Due su tutte, Piccinini e Plak. Entrambe ci hanno svelato le loro sensazioni a pochi giorni dal ritorno a Bergamo. Sorride poco coach Graziosi, neo tecnico della Caloni Agnelli, uscita con una brutta sconfitta dallo scorso weekend ma già pronta a rialzare la testa. Soffre ma vince, invece, la BB14. L’ultima pagina di sport anche questa settimana è dedicata a un personaggio… particolare. Abbiamo incontrato Thomas Manfredini, ex difensore nerazzurro che si è dato all’ippica. E all’allevamento di Golden Retriver. Una storia bella, da leggere tutta d’un fiato.

 

logo-bgpost

 

Tempo libero e cucina. Chiudono il nostro giornale, come sempre, le pagine dedicate a tempo libero, eventi e cucina. Città e provincia si fanno dark in vista di Halloween, con numerose feste ed eventi. Focus poi sulla 38esima edizione della Campionaria, al via il 28 ottobre, che cambia e si rinnova (con la birra) pur mantenendo la sua solida ossatura. Alez di #hashtag, nello spazio dedicato alla musica, ci presenta invece Indie Druso e i suoi cantanti di successo. E poi mostre, teatro, cinema (tanto cinema) e festival da non perdere. Così come da non perdere è la tartare firmata Cece e Simo, piatto scelto dal nostro Luca Della Maddalena per raccontarci uno spaccato del mondo culinario bergamasco. Un piatto che rispecchia anche la passione dei due titolari, innamorati del proprio mestiere e delle materie prime di qualità. Elogio, infine, degli insaccati d’eccellenza prodotti dall’Azienda Agricola Locatelli di Vedeseta, poco noti ma buonissimi.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.