La rinnovata biblioteca di Nembro
Un gioiello di architettura e cultura

Gioiello d’architettura moderna, la biblioteca di Nembro sorge nel bel mezzo della Valle Seriana. L’edificio si compone di due parti: una antica (eretta nell’Ottocento) e una moderna (nata nel 2007). Prima del 2007, la biblioteca di Nembro si trovava in Via Ronchetti, all’interno di un vecchio edificio con corte interna. Il centro culturale era assai attivo ma, a un certo punto, i cittadini si erano accorti che due piani di palazzo non bastavano più a contenere i libri e che la loro curiosità e la voglia di cultura era sempre maggiore. Per questo si decise, all’unanimità, di spostare tutto il ben di Dio contenuto nella sede di via Ronchetti in un luogo più vasto.

La nuova sede. Per l’occasione venne scelta la vecchia scuola elementare di Piazza Italia. La costruzione, di fine Ottocento, aveva ormai cessato la sua funzione da diversi anni e necessitava di un restauro pressoché immediato, oltre che di un ampliamento. I lavori di progettazione iniziarono nel 2002, mentre il cantiere vero e proprio sopravvisse per un annetto soltanto (con profondo rammarico per i pensionati che speravano di dedicarsi all’attività di spionaggio più a lungo!) prima dell’apertura ufficiale del 2007.

 

 

La vera novità, l’elemento che davvero lasciò a bocca aperta tutti quanti, fu l’aggiunta di una torre allo stabile preesistente. Ma non un mastio qualsiasi, di quelli che si vedono nei castelli con i merli a coda di rondine e le bifore dalle quali si affacciano i cortigiani. Si trattava di qualcosa di ben più innovativo e moderno, in perfetta linea con le tematiche culturali: una torre fatta di libri. La nuova aggiunta presentava le fattezze di un mobile-libreria di ben tre piani, con soppalchi all’interno e, sull’esterno, libri in terracotta supportati da un sistema di profilati in acciaio che consentivano di riflettere e schermare la luce del sole con effetto finale sorprendente e luminosità garantita praticamente in secula seculorum.

La biblioteca attuale. E all’interno? A parte i libri (tantissimi) suddivisi per macro tematiche (narrativa e relativi sottoinsiemi, geografia, storia, scienze, arte, psicologia, etc.), la parte interna dell’edificio accoglie un’emeroteca, tre help-desk, la sala PC, l’assessorato alla cultura, la zona merende e annunci e ben due sale dedicate ai più piccoli e agli adolescenti. Nell’emeroteca, inoltre, è possibile ammirare le opere di artisti (principalmente locali), grazie a frequenti mostre che spaziano dalla fotografia alla pittura.

Gli eventi culturali. Numerose sono le serate proposte dalla biblioteca-centro culturale di Nembro: musica, incontri e addirittura lo speaking in lingua straniera sono solo alcune delle attività che rientrano nel florido panorama culturale delle notti nembresi. E non mancano le giornate dedicate ai bambini (solitamente il sabato pomeriggio). Dopo 10 anni di intenso lavoro, la popolazione non può che ritenersi pienamente soddisfatta: lo spazio è a misura di cultura, le proposte varie e lo staff (composto non solo da dipendenti, ma anche da numerosi volontari) è molto attento alle esigenze di ogni singolo utente, oltre che ben informato.

Qualora voleste recarvi in visita alla biblioteca di Nembro, anche solo per puro turismo, tenete presenti gli orari d’apertura. Li trovate qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.