A Orio il primo candidato sindaco
di colore di tutta la provincia

A poco più di un mese dalle elezioni del 26 maggio, irrompe un nome nuovo a scaldare il panorama politico-amministrativo di Orio al Serio. La lista “Orio Democratica” scende in campo e candida alla carica di futuro primo cittadino Issah Samadou, operaio 41enne impiegato in un’azienda metalmeccanica di Zanica, coniugato e padre di cinque figli. Originario del Burkina Faso, arrivato in Italia con un visto turistico nel 1998, ha studiato comunicazione all’Università di Bergamo, ha maturato la cittadinanza italiana e risiede a Orio al Serio da 13 anni. È inoltre presidente dell’associazione Burkinabè di Bergamo che si rivolge agli immigrati dal Burkina Faso in Italia.

«Sono onorato di aver accettato questa proposta e di essere il primo candidato sindaco di colore nella Bergamasca – sottolinea Issah -. Ringrazio quanti hanno creduto nella mia candidatura. Se verrò eletto lavorerò al meglio per tutti gli oriesi. Credo che i tempi siano ormai maturi per la mia discesa in campo. La provincia bergamasca è un territorio dove è presente un numero elevato di immigrati che lavorano, studiano e si impegnano per le rispettive comunità e che ormai si sentono a tutti gli effetti non solo italiani ma anche parte integrante del tessuto sociale. La nostra volontà è di lavorare per una maggiore integrazione e affinché cittadini italiani e immigrati si sentano cittadini del mondo». «La nostra è una lista che si richiama segnatamente alle forze razionali del centrosinistra, con un preciso significato politico – sottolinea il professor Goffredo Cassader, esponente del Pd di Orio e una…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 46 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 25 aprile. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.