Chi ha dato prestigio alla città
Ecco le benemerenze 2014

La Giunta del Comune di Bergamo ha reso note le benemerenze e le medaglie d’oro conferite a cittadini illustri e ad enti e istituzioni meritevoli per il 2014. I riconoscimenti vengono dati a persone e istituzioni che si sono distinte nei loro campi tanto da dare lustro e prestigio alla città, anche su segnalazione dei cittadini. Annualmente non possono essere assegnate più di 5 medaglie d’oro e più di 10 attestati. Per entrare nell’elenco dei premiati occorre il parere favorevole di 2/3 dei componenti della Giunta. I riconoscimenti vengono conferiti solennemente dal sindaco in una seduta straordinaria del Consiglio comunale che tradizionalmente si svolge nel periodo natalizio.

 

BENEMERENZE

Associazione Rete Lenford

L’Avvocatura per i diritti LGBT è stata fondata su iniziativa di tre avvocati Saveria Ricci, Francesco Bilotta e Antonio Rotelli, per rispondere al bisogno d’informazione e di diffusione della cultura e del rispetto dei diritti delle persone omosessuali nel nostro Paese. Promuove la costituzione di una Rete di avvocati su tutto il territorio nazionale che si occupano della tutela giudiziaria delle persone omosessuali. La rete è stata chiamata Rete Lenford per ricordare l’omicidio di un attivista jamaicano impegnato nel rispetto e nella lotta per i diritti delle persone sieropositive. Per i membri dell’Avvocatura per i diritti LGBT, Lenford rappresenta un esempio da proporre ai colleghi avvocati che hanno deciso di assolvere, anche nel campo della tutela dei diritti delle persone omosessuali, la loro funzione sociale di sostegno e tutela alle persone discriminate. L’obiettivo dell’Avvocatura per i diritti LGBT è quello di mettere in contatto professionisti che operano su tutto il territorio nazionale in modo che possano scambiarsi informazioni, individuare colleghi che possano seguire da vicino fatti che si svolgano a molta distanza, creare momenti di confronto e di crescita culturale. Fin dalla sua costituzione, Avvocatura ha promosso una serie di azioni significative sulle questioni LGBT nell’ottica di promuovere un sempre maggiore riconoscimento giuridico.

Giuliana Bertacchi (1938-2014)

Insegnante, ricercatrice e appassionata di storia, collabora con l’ISREC di Bergamo fin dalla sua creazione e ne diviene presidente. Autrice di saggi e ricerche storiche dedicate al mondo del lavoro e al movimento operaio e sindacale, di studi saggi e ricerche sulla resistenza.

Centro Internazionale Studi Montessoriani

Il Centro Internazionale Studi Montessoriani è un’eccellenza bergamasca di alto valore culturale. E’ unico in Italia e porta il nome della città in tutto il mondo grazie alla sua tradizione e rinomata reputazione. Sono numerosi i corsi organizzati e può vantare studenti provenienti da 41 paesi, dei quali 19 in Europa e 22 nel resto del mondo. E’ stato il primo centro studi aperto dall’Associazione Montessori Internazionale e oltre a organizzare corsi annuali in lingua inglese per la preparazione di insegnanti, documenta la storia del movimento ed è un ricco archivio di informazioni biografiche e bibliografiche. Per 25 anni è stato l’unico centro al mondo che organizzava il corso autorizzato a concedere la patente di educatore montessoriano. Bergamo e Maria Montessori sono legati da uno stretto rapporto, coltivato per anni, grazie all’amicizia della celebre pedagogista con la famiglia dei conti Agliardi.

Circolo Culturale G.Greppi

Il Circolo si è distinto negli anni per attività di ricerca, pubblicazione di testi, attività nelle scuole e di promozione turistica della Città, organizzazione di mostre, corsi, viaggi culturali e conferenze. Il Circolo è aggregazione, impegno, solidarietà e cultura, valori da tramandare e spazi di libera espressione. Il Circolo Culturale Greppi ha contribuito al prestigio della Città promuovendo con energia e appassionato impegno, nei suoi cento anni di storia, la valorizzazione del patrimonio storico e culturale di Bergamo e della sua provincia, qualificandosi così come lodevole esempio di promozione culturale e territoriale. Il “Circolo Giuseppe Greppi” venne fondato il 20 febbraio 1914 con lo scopo di coordinare la gestione delle attività sportive e di formazione giovanile all’interno dell’Oratorio dell’Immacolata (Parrocchia S. Alessandro in Colonna). La denominazione fu scelta per commemorare il fondatore dell’Oratorio, il grande filantropo ed educatore bergamasco Giuseppe Greppi (1826 – 1913), il suo esempio, il suo insegnamento ed il suo alto profilo morale.

Guardie Ecologiche Volontarie Comune di Bergamo

20° anniversario dalla loro istituzione a Bergamo (1994-2014): il servizio volontario di vigilanza ecologica è istituito per favorire la formazione nei cittadini di una coscienza civica di rispetto e di interesse per la natura ed il territorio, per la loro tutela e per una razionale gestione delle risorse ambientali. Le 11 guardie ecologiche volontarie del Comune di Bergamo prestano servizio presso l’Assessorato all’Ecologia e si occupano prevalentemente delle seguenti aree tematiche: controllo del territorio – controllo dei parchi urbani e delle aree verdi – attività di educazione ambientale, informazione e sensibilizzazione.

Gruppo Speleologico Bergamasco “Le Nottole”

L’Associazione Gruppo Speleologico Bergamasco fu fondata nel 1964 ed ha contribuito sin dalla sua costituzione alla conoscenza dell’ambiente ipogeo dell’hinterland e della provincia bergamasca. Nel 1969 nasce il “Gruppo Speleologico Le Nottole”. Nel 1974 i due gruppi si fondono e danno vita al Gruppo Speleologico Bergamasco Le Nottole con sede presso il Museo Civico di Scienze Naturali E. Caffi. Negli anni il Gruppo ha permesso di far conoscere sia le cavità naturali che artificiali del nostro territorio.

Mario Invernici (1909-2003)

Partigiano, fu uno degli esponenti di spicco del movimento resistenziale bergamasco: medaglia d’argento per attività svolta durante la Resistenza, Commissario politico delle Brigate Giustizia e Libertà, Comandante del CLN di Bergamo nei giorni della Liberazione; Socio fondatore e primo presidente dell’ISREC.

Gianfranco Rota

Gianfranco Rota nasce a Bergamo nel 1928. Inizia a lavorare nel 1939 e dopo i primi anni come garzone apprendista nel 1950 apre in proprio un forno, prima in via Luzzati e dopo due anni nell’attuale sede di via Silvio Spaventa. La passione e l’impegno portano all’apertura di quattro punti vendita che offrono un prodotto artigianale di qualità, diventando punto di riferimento della panificazione artigianale bergamasca. Ciò è testimoniato dagli innumerevoli riconoscimenti ottenuti quali la medaglia d’oro del Concorso provinciale sulla Buona Panificazione nel 1969, l’attestato di “Maestro dell’Arte Bianca” conferitogli nel 1976 dall’Unione Consumatori , il primo premio al concorso regionale del “Buon Pane Lombardo” nel 1977, la medaglia d’oro assegnatagli dall’Unione Regionale Panificatori della Lombardia per la sua attività di docente ed imprenditore nel 1995. Forte è sempre stato il suo impegno nell’Associazionismo di categoria. Dal 1951 fa parte dell’Associazione Panificatori e dal 1967 ne diviene Consigliere. Verrà riconfermato all’interno del Consiglio Direttivo fino al 1999, anno in cui decide di lasciare, dopo aver ricoperto dal 1975 al 1993 la carica di Vicepresidente. Gianfranco Rota ha, inoltre, sempre creduto nell’importanza dell’insegnamento e nella necessità di formare i giovani. A tal proposito nel 1989 è artefice, insieme all’Associazione Panificatori, dell’avvio del primo corso professionale di panificazione presso il Centro di Formazione Professionale di via Gleno, al quale fino al 2008 dedica la propria attività di doce nte, partecipando con i suoi allievi a numerosissime iniziative in Italia e all’estero.

Mirko Signorelli

Scomparso nel 2013, Mirko Signorelli, da sempre affetto da una gravissima disabilità, benestante, colto, era di origine svizzera, ma residente a Bergamo per molti anni. Ha rinunciato alla sua vita agiata per aiutare i meno fortunati, gli emarginati, i detenuti del carcere di Bergamo.

Vanni Zanella

L’architetto Vanni Zanella è socio Onorario dell’Ateneo di Scienze Lettere e Arti di Bergamo. Da lungo tempo è stato accolto all’interno dell’Ateneo Veneto ed è membro del Centro Internazionale Studi Tassiani. Si è dedicato alla professione, ma anche all’insegnamento presso la Scuola d’Arte applicata Andrea Fantoni di Bergamo; ha diretto la sezione staccata del Liceo Artistico di Brera; ha insegnato architettura all’Accademia Carrara di Bergamo. Appassionato di Teatro, è stato uno dei fondatori del TTB-Teatro Tascabile di Bergamo operando all’interno come regista. La profonda conoscenza del territorio, delle emergenze artistiche e architettoniche dello stesso, sono testimoniate dalle innumerevoli pubblicazioni presenti presso la Civica Biblioteca Angelo Mai, pubblicazioni che costituiscono il punto di riferimento per coloro che vogliano avvicinarsi alla storia della città di Bergamo, ma anche alla storia delle cittadine della provincia. Tra i meriti più grandi è il costante impegno per lo studio e la valorizzazione dell’opera del più grande architetto bergamasco Giacomo Quarenghi.

 

MEDAGLIE D’ORO

Associazione Oikos Onlus

L’Associazione promuove una cultura che riconosca nella salute un diritto primario. L’attività principale svolta è la gestione di un ambulatorio di Medicina Generale per cittadini non aventi diritto all’iscrizione al SSN. Per buona parte sono persone extracomunitarie senza permesso di soggiorno, ma vi è anche un certo numero di cittadini dell’Unione Europea sprovvisti di copertura sanitaria del paese di origine.

Peppino Nosari (1951-2014)

Scomparso il 28 marzo scorso a 63 anni, mentre ricopriva la carica di Presidente del Consiglio Notarile Distrettuale di Bergamo. Stimato professionista e notaio di tradizione familiare ha iniziato a operare nel 1980. Uomo di grande onestà, impegnato nel sociale e dedito all’aiuto degli ultimi e dei più deboli. Insieme alla moglie ha promosso e sostenuto l’Associazione Notarile di Solidarietà, organizzazione non lucrativa di utilità sociale (onlus) impegnata per alleviare il disagio di bambini e famiglie nella bergamasca, con particolare attenzione all’assistenza di ragazze madri, ed in Africa, nel Malawi, con iniziative di mediocredito che hanno aiutato la popolazione. Forte la collaborazione con i missionari Monfortani di Bergamo per il supporto economico e attività di agricoltura, irrigazione e istruzione.