Gasp scherza: «30 milioni per me?
Vado subito ad allenare in Cina»

Gian Piero Gasperini non può che essere raggiante. La sua Atalanta è riuscita nell’impresa di eliminare la Juventus marziana e il suo sorriso è stampato sul volto. «Un club cinese ha offerto 70 milioni per Zapata e 30 per me? Firmo subito!». Scherza Gasperini rispondendo alla prima ironica domanda postagli in sala stampa.

 

 

La serata è andata via liscia nella splendida cornice dell’Atleti Azzurri d’Italia. «È stata un’emozione indescrivibile perché questo è un risultato che Bergamo aspettava, ma forse non in queste proporzioni e con questa prestazione. La Juventus prima o poi poteva anche perdere una partita, aveva sempre segnato e pareggiato solamente due partite in Italia, ma noi abbiamo vinto meritatamente, giocando con intensità e qualità. Inoltre è incredibile l’affetto del pubblico. Ho visto un’esaltazione al secondo gol che mi ha ricordato la gara di Dortmund. La soddisfazione più grande è quella di vedere tanta gente felice per i nostri risultati. Stiamo regalando immense emozioni. Stasera è una serata di quelle che ci si porta con sé: abbiamo vinto contro la Juventus che schierava tutti gli elementi migliori e siamo felici per aver centrato per il secondo anno di fila le semifinali. È una gara che dà valore a tutta la stagione».

Tutti sono stati autori di una grandissima prova, ma è stato impressionante il match di Duvan Zapata. «Sull’attaccante colombiano è difficile dire di più – aggiunge il mago di Grugliasco -, ma è indubbio che quando hai giocatori come lui, in attacco viene tutto più facile. La squadra ha i suoi comportamenti, commette qualche errorino, ma possiede anche qualità e con calciatori come Zapata, Gomez e Ilicic vai a valorizzare anche la prestazione e i risultati. Castagne? Bravo come tutti. Anche in occasione del gol ha dimostrato grande lucidità».

 

 

A proposito di Ilicic, lo sloveno ha abbandonato il terreno di gioco nella prima frazione. «Ora è presto per fare valutazioni, vediamo domani. Non è un problema muscolare, riguarda più le articolazioni in zona anca. Non dovrebbe essere una cosa grave, ma la valuteremo con calma».

Con l’eliminazione di Napoli e Juventus, aumentano le possibilità di alzare la Coppa da parte delle altre squadre. «Favorite? Fuori Juventus e Napoli che dominano il campionato ci sono tutte le altre: il Milan che ha fatto fuori il Napoli, la Fiorentina che ha realizzato una goleada alla Roma, e poi Inter e Lazio. Non ci sono le prime due, ma le immediate inseguitrici. Tutto molto equilibrato».

Alla fine Gasp torna a elogiare il pubblico. «E’ bello riuscire a regalarsi serate così. Qui si respira entusiasmo, c’è uno stadio pieno e ciò trascina anche i giocatori in campo che si sentono spronati a dare qualcosa in più. E in giro per l’Italia, non sono molte i contesti simili a Bergamo».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.