I 10 cocktail più calorici in assoluto

Dopo una dura giornata di lavoro oppure durante una rilassante vacanza, chiunque conosce bene il piacere di sorseggiare un gustoso cocktail insieme agli amici; la grande varietà proposta permette di soddisfare ogni tipo di gusto, passando da sapori più secchi e amari fino a più delicate note dolciastre. Ma attenzione! I cocktail possono rivelarsi delle vere e proprie bombe caloriche, rispetto alle quali, se si vuole stare attenti alla linea, bisogna fare molta attenzione. Un prezioso aiuto arriva da questa classifica dei 10 cocktail più calorici in circolazione.

 

10) Spritz

spritz

Uno dei cocktail più ordinati in assoluto in orario di aperitivo, lo Spritz ha origine nel Triveneto, è si compone di Prosecco, acqua frizzante o seltz e Aperol o Campari a seconda dei gusti; un bicchiere contiene ben 80 calorie.

 

9) Bloody Mary

bloody mary

Il nome, dalle chiare origine britanniche, è ispirato da Maria I Tudor Regina d’Inghilterra, che per imporre il cattolicesimo in tutto il suo regno si dedicò ad una sanguinaria campagna contro qualsiasi miscredente. Composto da vodka, succo di pomodoro, sale, tabasco, salsa worchester, sedano, rafano, limone e arancia, possiede 138 calorie.

 

8) Negroni

negroni

Pare che in tempi sconosciuti un conte fiorentino, stanco di bere il solito Americano, chiese al barista di mettergli il gin al posto del seltz, dando vita ad un cocktail oggi celeberrimo; il cognome di questo fantomatico conte, manco a dirlo, era proprio Negroni. Gin, Vermouth rosso e Campari per 140 calorie di gusto.

 

7) Cuba Libre

cuba libre

Sul finire del XIX secolo, Cuba ottiene la tanto agognata indipendenza dalla Spagna, grazie al fondamentale apporto degli Stati Uniti. Per festeggiare l’avvenimento e per suggellare l’alleanza con i vicini yankee (che non durerà poi così a lungo) un barman cubano pensò di creare una bevanda che unisse un prodotto tipico della sua isola (il rum) con uno degli Usa (la Coca Cola), mescolata e servita al grido di “Cuba libera!”. Nacque così un long drink celeberrimo, che offre un sostanzioso apporto di 150 calorie.

 

6) Manhattan

manhattan

Ideato in un locale newyorkese (il Manhattan Club) durante un party organizzato dalla madre di Winston Churchill in onore di un candidato alla presidenza americana, questa delicata unione di whiskey, Martini rosso e angostura porta in dote, oltre ad un gusto forte e gradevole, 155 calorie.

 

5) Mojito

mojito

Nella sua semplicità di ingredienti (rum, zucchero di canna, lime e menta) è questo uno dei cocktail pestati più difficili da preparare, data la grande abilità richiesta nella giusta unione dei vari sapori. Lo scrittore americano Ernst Hemingway sosteneva che l’unico luogo in cui il Mojito venisse preparato nel modo migliore fosse al Bodeguita del Medio, locale cubano dove questo cocktail venne ideato. Calorie? Ben 200.

 

4) Sex on the Beach

sex on the beach

Dolce e dissetante, la storia di questo cocktail è curiosa: inizialmente chiamato Fun on the Beach o Peach on the Beach per non offendere il buon costume statunitense, venne successivamente convertito in Sex on the Beach dagli europei. Vodka, liquore alla pesca, succo di arancia e di mirtillo rosso per 240 calorie.

 

3) Caipirinha

caipirinha

L’orgoglio alcolico del popolo brasiliano, deve il suo nome ai “caipiras” (gli abitanti delle zone rurali del Brasile) che crearono una bevanda dissetante e corposa con i pochi e poveri prodotti di cui disponevano: cachaça, lime e zucchero di canna. Oggi si può trovare in tante varianti quanti sono i frutti conosciuti, ma si rimane comunque intorno alle 250 calorie.

 

2) Margarita

margarita

La particolarità di questo cocktail sta tutto nella sua preparazione: riempito il bicchiere con le giuste dosi di Tequila, Cointreau e succo di lime, viene poi guarnito il bordo con del sale, così che, al momento dell’assaggio, si avverta un particolare contrasto di sapori e si immagazzinino 255 calorie.

 

1) Piña Colada

pina colada

Uno dei primi cocktail che solitamente si prova, visto il suo sapore molto dolce, è la bevanda nazionale portoricana e pare che sia stata ideata da un pirata nell’intento di infondere coraggio alla sua ciurma. È composto da rum, latte di cocco e fette di ananas, e risulta il cocktail più calorico in assoluto: 260 calorie.