L’Atalanta Primavera è tricolore
Notte di stelle e di sogni

Forse bastava leggere il bellissimo libro postumo (e profetIco) di Renato Ravanelli, intitolato Quel giirno che l’Atalanta conquistò lo scudetto, ma questa per l’Atalanta è una stagione da leggenda. Dopo il terzo posto in campionato, la qualificazione Champions e la finale di Coppa Italia persa a Roma per furto con destrezza, la società guidata da Antonio Percassi si appunta sul petto anche lo scudetto tricolore grazie ai ragazzi della Primavera di mister Brambilla. 1-0 il risultato della finale di Parma disputata contro i campioni in carica dell’Inter, già distanziati in campionato di 11 punti, ma rimessi in gioco da una formula senza dubbio discutibile.

 

 

A risolvere la partita un gol incredibile di Colley, attaccante gambiano che già aveva deciso la semifinale col Torino siglando una doppietta. Decisivo nella circostanza un sontuoso assist di esterno di Kulusevski. Un incontro acceso, nel quale ha pesato alla fine la maggior qualità dell’undici atalantino. Parma è stasera il campo dei sogni che si avverano e degli orizzonti che si aprono. Qui, forse non è un caso, partirà la nuova stagione 2019-2020. Le stelle della Champions illuminano la notte di una grande Primavera.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.