Anche l’Edonè cade nella trap
di Young Signorino (ed è gratis)

Ha fatto dell’odio una forma d’arte di successo. Anche se, rispetto ad alcuni mesi fa, questa scelta estetica ha visto implementato notevolmente il suo effetto boomerang. La parabola del cantante trap ne ha risentito, la sua figura sembra un po’ appannata. Ma resta un nome di richiamo, tanto più che domani sera all’Edonè non bisogna pagare, per il suo concerto (organizzato in collaborazione con Gattotoro).

 

 

Parliamo di Young Signorino, alter ego di Paolo Caputo, artista classe 1998 di Cesena, uno dei fenomeni musicali più discussi nel 2018. I suoi brani circolano da più di due anni nella rete e hanno creato una fitta rete di follower sul suo canale YouTube e l’altrettanto seguito profilo Instagram. Un pubblico di giovanissimi che forma la sua fanbase, ma non solo, dato che Young Signorino è riuscito a travalicare limiti anagrafici. I suoi primi video ufficiali, tra cui “Intro”, “Dolce Droga”, “Haribo” e “Padre Satana”, per non parlare poi di “Mmh Ha Ha”, sono diventati virali in brevissimo tempo e hanno permesso all’artista di superare i confini italiani, ricevendo gli apprezzamenti pubblici di Dmc dei Run-Dmc e Dua Lipa. “La Danza dell’Ambulanza” l’ha visto lavorare con un’eminenza del rap italiano, Big Fish, ma per Caputo questo non è stato un punto di arrivo, bensì di partenza. In pochi mesi si sono succeduti i live, i passaggi in radio e in tv poi, colui che in un’intervista sulla rivista Rolling Stone si è definito poco modestamente “il Figlio di Satana”, ha deciso di azzerare tutto: ripartire con uno studio creato in casa, da solo, pubblicando due video che sembrano proiettarlo in un’altra dimensione rispetto alle sue precedenti produzioni, più intimisti, ma al contempo, più elaborati nei testi e nella ricerca stilistica, con tracce dal titolo “Come Lover” e “Relax”…

 

Articolo completo a pagina 25 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 20 giugno. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.