Quattro memorabili discorsi
Aspettando TEDx Bergamo

Che sta per arrivare anche a Bergamo, per la sua seconda edizione, l’abbiamo raccontato qui. Negli anni, TEDx, il brillante format nato con lo scopo di cambiare il mondo tramite le idee delle menti più inspirate del nostro tempo ha ospitato personaggi del calibro di Bill Gates, Al Gore e Philippe Starck. Basta scorrere un po’ la lista di chi ha parlato dal palco del TED Conference per capire che livello abbia raggiunto questa rassegna internazionale: un elenco che comprende l’ex Presidente degli USA Bill Clinton, i due fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin, la primatologa Jane Goodall, il biologo Richard Dawkins e moltissimi altri Premi Nobel.

Un successo confermato anche dal gran seguito che le conference hanno ottenuto sui vari social network: su Facebook la pagina ufficiale ha oltre 2 milioni e 800mila fan, l’account Twitter conta 1,5 milioni di follower. Un discorso a parte, invece, merita il profilo di YouTube. Dal 2006, infatti, tutti gli eventi TED sono trasmessi in diretta (sotto licenza Creative Commons) dai vari canali legati all’organizzazione no-profit. Il solo canale dei TED Talks vanta oltre un milione e mezzo di iscritti. Grazie al TED Open TV e al TED Open Translation Project, il progetto per tradurre in tutte le lingue ogni intervento, i TED Talks sono arrivati anche in Italia. RAI, grazie al canale del digitale terrestre RAI 5, è una delle prime 10 reti televisive al mondo a trasmetterne le repliche.

Adesso che abbiamo tutti gli strumenti per entrare in contatto con le idee più ispirate del pianeta, non resta che prepararci all’edizione locale che vedrà sul palco del Teatro Sociale il prossimo 11 aprile 12 speakers illuminati. Come? Abbiamo chiesto a Cinzia Xodo, licenziataria dell’evento TEDx Bergamo per il secondo anno di fila, nonché sguardo aperto sulla finestra TED nel mondo, di svelarci la sua playlist. O meglio TEDlist.

Parole, fonti d’ispirazione, persone, fatti che hanno contribuito a migliorare la prospettiva intellettuale – e non solo – del mondo. Quelli che vi elenchiamo di seguito sono i modelli, le avventure e i racconti che hanno mosso la vitalità intellettiva di questa energica sostenitrice delle idee che meritano di essere diffuse. Ecco i cinque talks che ognuno di noi potrebbe (o dovrebbe) vedere per provare a sentirsi stimolato per riflettere, per capire, per condividere una prospettiva nuova e inconsueta della vita.

 

1) Rita Pierson

Rita Pierson, insegnante da 40 anni, un giorno si sentì dire da una collega: «Non mi pagano per farmi piacere i ragazzi». La sua risposta: «I ragazzi non imparano da chi a loro non piace». Un ardente appello ai docenti affinché credano nei propri alunni e creino con loro un legame reale, umano, personale.

 

2) Louie Schwartzberg

È facile perdersi la bellezza della natura, ma non attraverso l’obiettivo di Louie Schwartzberg. La sua stupenda fotografia in time-lapse, accompagnata dalle potenti parole del monaco benedettino Fratello David Steindl-Rast, ci trasporta in questa meditazione sulla gratitudine per ogni giorno vissuto. http://www.ted.com/talks/louie_schwartzberg_nature_beauty_gratitude

 

3) Elizabeth Gilbert

Elizabeth Gilbert Elizabeth Gilbert era una volta un’inedita cameriera da tavola calda, devastata da lettere di rifiuto. Tuttavia, sulla scia del successo di Mangia, Prega, Ama, si trovò di fronte alla necessità di identificarsi con una precedente se stessa. Con il suo bel discorso, la Gilbert riflette sulle cose impossibili che ci si aspetta dagli artisti e dai geni e condivide con noi l’idea radicale che il genio, piuttosto che raramente incarnarsi in una persona, è una cosa che tutti noi possiamo possedere. È un discorso divertente, personale e sorprendentemente commovente.

 

4) Paul Nicklen

Immergendosi nell’Oceano Artico per avvicinarsi alla temibile foca leopardo, il fotografo Paul Nicklen ha stretto una nuova e straordinaria amicizia. Condividiamo il suo divertente e appassionante racconto sulle terre incantate polari, illustrato dalle spettacolari immagini degli animali che abitano quei ghiacci.