Beer Garage in Santa Caterina
Il nuovo vero pub della città

beer garage bergamo fotografo devid rotasperti (19)

 

Venerdì 26 giugno alle 18 in punto inizia la festa. In pieno Borgo Santa Caterina, si inaugura il Beer Garage, uno spazio che sarà una vera manna per gli appassionati di birra artigianale. Bancone centrale in legno massiccio e acciaio, lavagna di recupero e una manciata di sgabelli in stile industrial attorno a qualche tavolo sospeso. La musica è blues e la birra buona. Lo stile pulito ed accogliente. Come promessa non c’è male, per il primo locale di Bergamo che vuole essere un pub in senso stretto, e il pub della città a esser precisi, dedicato totalmente alla birra e a certe atmosfere ancora sconosciute alle nostre latitudini. Senza distrazioni.

Dietro tutto questo c’è un beer maker già molto noto tra gli esperti e i semplici appassionati che si preoccupano di bere bene a Bergamo. Il talent brewer Paolo Algeri che, insieme a Gioia Ravasio, porta avanti il birrificio Hop Skin e l’annesso pub a Curno. Il successo e l’apprezzamento immediato li hanno incoraggiati e così hanno capito che era arrivato il momento di diventare cittadini e spostarsi dalla periferia verso il centro inaugurando un nuovo pub, il Beer Garage, appunto.

Il punto focale saranno le otto spine, più la pompa inglese per le porter e le stout. Immancabile ovviamente la produzione firmata Hop Skin, che – assicurano, per gli affezionati – sarà sempre disponibile. Le ospiti invece arriveranno da tutto il mondo e in particolare da tutta Italia. Beer Garage è nato anche per scoprire e far scoprire quelle piccole produzioni, ancora un po’ nascoste, che meritano di essere assaggiate e in particolare si parlerà di produzioni del Sud, ancora troppo sottovalutate e nascoste. Venerdì si inizia, tra le altre, con un dubbel di Cagliari e una blanche pugliese; per rimanere in terra orobica, la proposta stout sarà la Milkyman del birrificio Endorama.

Dietro il bancone ci  sarà Simonmattia Riva un personaggio noto nella provincia e non solo. Un esperto che ha fatto conoscere il suo nome anche a livello nazionale, con un curriculum di tutto rispetto e qualche partecipazione anche importante in diverse giurie di valutazione (l’ultima quella riunitasi al Beerghem lo scorso maggio, che ha premiato la miglior produzione orobica). Diplomatosi Biersommelier a Monaco, è membro e relatore sia per la Compagna del Luppolo sia per il Movimento Birraio Italiano per non parlare della sua collaborazione con Guida alla birre d’Italia 2015 per Slow Food. Insomma uno che di birra ne sa qualcosa e saprà consigliare nel migliore dei modi.

Sì ma poi? Beer Garage mica si ferma alla mescita. Due frigoriferi accoglieranno una selezione (una gran bella selezione) dei birrifici artigianali migliori al mondo, andando a scovare e proponendo anche l’inusuale. Lasciamo passare l’estate e si comincia sul serio. Il programma autunnale del Garage entrerà nel vivo della cultura birrai. Un calendario fitto di serate tematiche dedicate a esplorare una tipologia di birra, una zona di produzione, oppure ad ospitare i grandi mastri birrai e alle loro grandi birre. Insomma, ci sarà da divertirsi.

Quindi? Venerdì sera alle 18 in punto inizia il weekend e nello stesso momento comincia una festa che vuole animare l’intero borgo e durante la quale si porterà alla bocca il primo sorso di quello che (con tutta probabilità) diventerà il punto di riferimento per chi vuole bere bene in Bergamo bassa. Ovviamente, non c’è bisogno di dirlo, la birra scorrerà a fiumi e tutti potranno avere la loro prima pinta urbana. Dopotutto un pub è un salotto pubblico, che accoglie tutti (public house) e siamo sicuri che Paolo e Gioia, anche questa volta,  sapranno fare gli onori di casa come si deve.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.