Concerto del percussionista di Bjork
al Palamonti del Cai (si parla di Alpi)

Piatto ricco, variegato e di qualità per la dodicesima edizione di “A levar l’ombra da terra”, la rassegna culturale che colora le serate estive della provincia. Dal 28 giugno all’11 agosto in programma 36 appuntamenti tra spettacoli, reading e film, in 22 paesi. La rassegna è organizzata con il sostegno di Fondazione Cariplo e Sistema Bibliotecario della Valle Seriana e con la collaborazione di “Bam! Strategie culturali”, Festival Danza Estate e Teatro Prova. Quest’anno si aggiunge anche un’importante novità grazie alla nuova collaborazione con Cai Bergamo: nasce la sezione “In Vetta” con appuntamenti teatrali in alcuni rifugi delle Prealpi Orobie. In programma 3 date, tra luglio e agosto, nei rifugi Longo, Alpe Corte e Curò.

Il festival inaugura venerdì 28 giugno al Palamonti di Bergamo con “Parasol Peak”, progetto audio-visivo di Manu Delago, batterista e percussionista di Bjork, che insieme a 7 musicisti ha scalato le alpi austriache per la realizzazione di un’impresa musicale unica, la registrazione di un album in alta quota usando gli strumenti musicali e gli elementi della natura circostante. Alle ore 19.30 ci sarà la proiezione del documentario che racconta la spedizione, mentre alle 21.30 l’esibizione in concerto del gruppo musicale in trio.

Cosa c’è dopo. Il 2 luglio a Levate, si riconferma la collaborazione artistica con il Festival Danza Estate con “Collapse” di Francesco Sgrò, spettacolo di danza e di giocoleria. Proseguono poi, quasi giornalmente, le sezioni collaudate negli anni passati, con la rassegna nelle biblioteche del festival, la selezione di film all’aperto e gli spettacoli. Tanti appuntamenti, 18 per la sezione “Biblioteche del festival”, 9 per quella “Spettacoli”, 4 per i “Film” e 3 per gli appuntamenti “In Vetta”, in altrettante location, suggestive e spesso poco conosciute. Programma completo sulla pagina Facebook “A levar l’ombra da terra”.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.